PIZZO FORNO (2907 m) da Chironico loc. Valle


Publiziert von gmonty , 11. Juli 2010 um 11:29.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:10 Juli 2010
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Campo Tencia   Gruppo Madöm Gross   Gruppo Pizzo Barone 
Zeitbedarf: 7:45
Aufstieg: 1960 m
Abstieg: 1960 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:da autostrada Lugano-S.Gottardo uscire a Faido e dirigersi verso sud; passato il paese di Lavorgo prendere la deviazione per Chironico. Dal paese prendere la strada asfaltata che si inoltra nella valle, dopo 2,50 km circa sulla destra si trovano l'inizio (evidente) del sentiero e un parcheggio
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Chironico loc.Valle (950m) - Cala (1460m) - Alpe Sponda (1926m) - Quota 2600 presso passo del Ghiacciaione - Pizzo Forno (2907m)
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Sponda (2000m) presso l'alpe Sponda

Questa escursione non era una priorità di questa stagione, ma dopo la salita al Barone dalla Val Vegorness avevo un bisogno “fisico” di capire quanto estetici (o meno) fossero i versanti del Barone stesso visti dalle montagne vicine.

Del Forno ne avevo sentito parlare come ottima scialpinistica e quindi sono venuto volentieri a dare una occhiata…
 
Sul Barone posso dire che la salita dal rifugio Sponda è sicuramente intrigante e vale la pena di metterla nel calderone dei progetti futuri, ma dal punto di vista estetico posso dire senza problemi che perde decisamente il confronto con le cime vicine : con Piancoi, Penca e Campo Tencia sicuramente, con le altre se ne puo discutere.
 
Ma parliamo del Forno : la val Chironico mi sembra meno interessante di altre valli ticinesi, pero’ la salita alla nostra cima offre alcuni paesaggi davvero singolari e vale sicuramente la pena venire ad osservarli.
La gita inizia a Chironico in località Valle (950m) : dal paese si segue la strada asfaltata per un paio di km fino ad incrociare sulla destra l’evidente inizio del sentiero; dopo pochi metri si trova un parcheggio abbastanza comodo. Il sentiero fino all’alpe Cala è in reltà una bella mulattiera (che, come tutte del resto, in salita è di una comodità assurda, e in discesa è un calvario spacca.. gambe). Dopo Cala il sentiero entra in una pineta (un po’ noiosa ma decisamente fresca ed ombreggiata) che termina direttamente all’alpe Sponda (1928m) e al vicino rifugio (2000m).
Qui inizia la salita verso il passo del Ghiacciaione attraverso la singolare Alpe di Moncucco, che altri ne hanno meglio descritto le singolarità. A me ha colpito il fatto che questo territorio è attraversato da un rio praticamente in linea retta in direzione NO-SE, con il sentiero che ne segue fedelmente la sponda destra orografica.
In vista del passo del Ghiacciaione, all’altezza di alcuni laghetti da fusione, la pala finale del Forno è ben visibile, e non resta che abbandonare il sentiero e puntare alla vetta…
Questo tratto finale è costituito da balze erbose, nevai residui, tracce di sentiero, ghiaietto infido e grossi massi … una bella macedonia insomma; io ho effettuato la salita nella parte centrale del versante, mentre in discesa ho tenuto la sx (verso l’alpe sponda) dove ho visto tracce di sentiero, mentre due escursionisti tedeschi hanno seguito il lato dx; ma alla fine i diversi percorsi si equivalgono, e il mio consiglio è di battezzare una linea che ispira di piu e seguirla fino in fondo.
La parte finale della pala e la cresta terminale sono composte da una unica “bogera”, mai comunque faticosa, e praticamente non si mettono mai giu le mani. Le parti piu infide alla fine sono proprio le traccie di sentiero, tipo parte terminale del Cristallina per chi la conosce.
In vetta gran bel panorama a 360 gradi, con una segnalazione particolare al veramente impressionante abisso sopra la val Piumogna. Molto estetico anche il laghetto di Morghirolo sopra la capanna Campo Tencia.
 
Caratteristica l’alpe Cala, con edifici lignei poco ticinesi (mi sembra) e addirittura una chiesetta con campanile, non certamente usuale in alpeggi cosi elevati.
 
L’escursione (per chi non conosce già i posti) merita senza dubbio una appendice storica-artistica-culturale-architettonica-ecc con una tappa alla vicina Giornico che, in relazione alla sua dimensione, potrebbe decisamente essere il paese del Cantone con la maggior concentrazione di monumenti storici. Troppo lungo elencarli tutti, fermativi e scopriteli da soli, ne vale la pena.
 

Tourengänger: gmonty


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

L I
18 Sep 09
Pizzo Forno (2907 m) · Shepherd
T3
22 Aug 12
Pizzo Forno m.2907 · Poncione
T3
T4-
6 Sep 09
Pizzo Forno (2'907 m.s.m.) · ale84
T3
28 Sep 13
Pizzo Forno 2907 m · cristina

Kommentar hinzufügen»