COVID-19: Current situation

Pizzo Spazzacaldera (Cresta NE) - 2487 m + La Fiamma - 2446 m


Published by irgi99 , 2 July 2018, 14h34.

Region: World » Switzerland » Grisons » Bregaglia
Date of the hike:30 June 2018
Hiking grading: T5 - Challenging High-level Alpine hike
Mountaineering grading: D
Climbing grading: V+ (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 
Time: 8:30
Height gain: 550 m 1804 ft.
Height loss: 550 m 1804 ft.
Route:7.11 km
Access to start point:Da Chiavenna seguire la strada per il Passo del Maloja. Superare la dogana e, dopo l´abitato di Vicosoprano, presso la località Pranzaira, sulla destra della strada, parte la funivia per la diga dell´Albigna (al mese di giugno 2018: CHF 22 andata e ritorno; prima corsa h. 7,00; ultima corsa h. 16,45).
Accommodation:Capanna Albigna (q. 2336 m)
Maps:KOMPASS N. 92 - Chiavenna, Val Bregaglia 1:50000

Quando due anni fa ero andata per la prima volta in questo posto magico chiamato Albigna ero rimasta affascinata da queste belle pareti di granito.... 
E, naso all'insù, mi domandavo come sarebbe stato arrampicare su quel magnifico granito...
E oggi ho avuto una risposta a questa domanda...: è davvero uno SPETTACOLO!
Mettici poi essere qua con Te, mettici la giornata super, l'ottimo gruppo di amici e la bella via in cresta proprio come piace a me.....: insomma, tutti ingredienti per una giornatona indimenticabile!!!!! 


Dalla stazione di arrivo della funivia (q. 2096 m), dirigersi verso la diga che racchiude il bacino del Lago dell´Albigna. Un attimo prima di raggiungere la Casa dei Custodi del Lago, seguire una traccia di sentiero sulla destra che transita alla base della parete E del Pizzo Spazzcaldera. 
In corrispondenza di un evidente conoide d'erba e roccette, abbandonare la traccia per risalirlo. 
Continuare per un 50 metri circa tra facili roccette (II/II+) ed erba (corda fissa) fino a guadagnare la base della bella cresta NE (due spit con cordino e maglia rapida), dove inizia la via.

L1: dalla S0, salire a sinistra del salto roccioso, sfruttando una fessura obliqua. Per placca si raggiunge un piccolo strapiombo, che può essere superato direttamente (spit) oppure aggirato sulla sinistra. Tiro prevalentemente in placca ben spittato (IV, V, V+  40m);
L2: dalla S1, attaccare direttamente lo spigolo della cresta NE, stando inizialmente a sinistra (placca con bellissime lame) per poi spostarsi direttamente sull'espostissimo ed entusiasmante spigolo. Chiodatura ottima (IV+  45m);
L3: dalla S2, in conserva, seguire verso sinistra la caratteristica spaccatura, sino a quando non si impenna. A questo punto uscire a destra per stretto intaglio e continuare per cengia sino a raggiungere la successiva parte della Cresta NE (parete con profonde spaccature ed evidente fessura in Dulfer). Sosta da attrezzare su spuntoni (II  50m);
L4: dalla S3, salire direttamente la fessura in Dulfer, oppure (più semplice), attaccare la parete leggermente più sinistra (faccia a monte) per placche con profonde fessure per poi traversare a destra (chiodo). Proseguire per fessure fino a raggiungere la base di un facile canalino di rocce rotte (spit), al di fuori del quale si sosta (V, IV+  30m);
L5: dalla S4, seguire la cengia sulla destra per poi salire per placche fessurate a sinistra verso lo spigolo (spit). Proseguire fino a quando la cresta non si impenna. Sosta da attrezzare su spuntoni (III+  50m);
L6: altro entusiasmante tiro sul filo della cresta NE. Dalla S5, per lame staccate, salire verso il filo della cresta (chiodo), che si percorre interamente (molto esposto) fino a quando non si è costretti a scendere leggermente aggirando uno spuntone e raggiungendo uno spiazzo dove si sosta su spuntoni (IV  55m);
L7: dalla S6, salire senza un percorso obbligato le facili roccette della parte finale della cresta NE (no spit/chiodi). Un ultima facile placchetta conduce in cima. Sosta con anello di calata (III+  50m).

Dalla vetta, effettuare una breve doppia di 10m. Raggiunto lo spiazzo sottostante seguire l'ampia cengia rocciosa che transita alla base del Dente. Con facile disarrampicata spostarsi sul versante opposto (a picco sul Lago), quindi seguire sempre l'evidente traccia che, per brevi risalti rocciosi (II), conduce alla base della celebre Fiamma
Per guadagnare la vetta di questo bellissimo satellite occorre affrontare un breve ma espostissimo tiro in placca e su spigolo con piccole fessure di 6a. Spettacolare la parte sulla lama finale: da brividi!!!!

Dalla vetta della Fiamma, effettuare una doppia sul versante opposto a quello di salita.

Seguire gli ometti sino a raggiungere un'evidente forcella, dove un grosso ometto indica l'inizio della ripida discesa dal Pizzo Spazzacaldera. Tracce di sentiero si alternano a salti rocciosi (il più lungo può essere superato con una doppia oppure con facile disarrampicata di II+), fino a che il sentiero non spiana completamente in prossimità del Lago dell'Albigna (q. 2163 m).
Da qui, seguendo la strada, si torna nuovamente alla partenza della funivia (q. 2096 m).

Bellissima e divertente via quella della Cresta NE al Pizzo Spazzacaldera, che abbinata alla salita della Fiamma lascia fortissime e indimenticabili emozioni!

La cresta NE è ben spittata sui primi 2 tiri, poi le protezioni diventano sempre di meno, quindi utili friends (fino al n.2 BD). Soste in parte attrezzate e in parte da attrezzare su solidi spuntoni.
La via normale alla Fiamma (6a) è spittata abbastanza lunga ed è impossibile proteggersi.

con Peru, Fra, Vale, Jack e Pietro.

Hike partners: irgi99


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T5 5c
29 Aug 15
Fiamma - La Flamma · Sherpa
T4+ TD VI+
T4+ V
T2 6a+
T1 6a+

Comments (16)


Post a comment

Menek says:
Sent 2 July 2018, 14h39
Accidenti Irene, tutto ciò che di difficile si poteva fare l'hai fatto! Brava, e che posri, comply ad entrambi.
Menek

irgi99 says: RE:
Sent 2 July 2018, 14h46
ahaha no dai non esagerare... ci son cose ben più toste e assolutamente impossibili per gente umana come me :)
Già la salita alla fiamma è stata una dura prova per me :)
Irene

beppe says:
Sent 2 July 2018, 15h32
Ambiente spettacolare bravissimi
Ciao
Beppe

irgi99 says: RE:
Sent 2 July 2018, 15h57
puoi dirlo forte...: solo l'ambiente ha fatto la sua grande parte!!!
Grazie mille...
Irene

danicomo says:
Sent 2 July 2018, 17h35
Bellissimo, bravi....
Mi son sempre chiesto come si fa per le foto. Uno si sacrifica a fotografare e gli altri salgono?
Ciao
Daniele

irgi99 says: RE:
Sent 2 July 2018, 19h12
ahaha nono di solito che sono in cordata io col mio moroso sia io che lui abbiamo la macchina fotografica quindi mentre uno sale (sia che sia da primo o da secondo) quello che sta facendo sicura fa le foto... ovviamente solo nei punti in cui si è appena assicurato!! :)
Per le foto della Fiamma invece (quelle fatte da lontano) ce le hanno fatte due nostri amici che dopo la cresta NE si son fermati :)
ciao
Irene

danicomo says: RE:
Sent 2 July 2018, 19h13
Appunto, quelle della fiamma...

irgi99 says: RE:
Sent 2 July 2018, 19h41
eh si quelle della fiamma c'erano i 2 ragazzi giù ad aspettarci quindi ce le han fatte da lontano :)

igor says:
Sent 2 July 2018, 21h31
Bravi bellissima salita

irgi99 says: RE:
Sent 2 July 2018, 21h49
graaazieee!! :)
Irene

Daniele66 says:
Sent 2 July 2018, 21h32
Bella via e fiore all'occhiello di tutta l'Albigna...Complimenti...Daniele66

irgi99 says: RE:
Sent 2 July 2018, 21h49
soprattutto un panorama da urlo che ci ha accompagnati per tutta la salita e tutta la discesa! :)
grazie
Irene

blepori says:
Sent 3 July 2018, 08h02
incredibile, foto da calendario sulla fiamma! Ciao Benedetto

irgi99 says: RE:
Sent 3 July 2018, 09h30
ahaha ma grazie!!! :)
ciao
Irene

martynred says:
Sent 3 July 2018, 08h53
ottimo! Bellissima, complimenti!!!

irgi99 says: RE:
Sent 3 July 2018, 09h31
Grazie mille!!! :)
E' stata proprio una salita divertentissima!


Post a comment»