Crasta dal Laj Sgrischus.


Published by pm1996 , 9 September 2013, 16h54. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Grisons » Oberengadin
Date of the hike: 7 September 2013
Hiking grading: T6- - Difficult High-level Alpine hike
Mountaineering grading: PD-
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 
Height gain: 1450 m 4756 ft.
Height loss: 1450 m 4756 ft.
Route: Segl Maria (1809 m) Vanchera (1953 m) Marmorè (2199 m) Munt Sura (2439 m) Lej Sgrischus (2618 m) Lej Nair (2639 m) Fuorcla Fex-Roseg (3068 m) Q.3144 (3144 m) Q. 3236 (3236 m) Q.3304 (3304 m) Fuorcula dal Lej Sgrischus (3232 m)
Access to start point:Passo del Maloja - Sils Maria
Maps:1277 Piz Bernina

 
Fine settimana impegnativo per gli orari di risveglio, ma non per la voglia di cavalcar creste. Dopo l’uscita del giorno precedente con Giorgio59 e il Barba, ritorno in Engadina.
Con me ci sono Massimo 61 e il mio amico Michele mm1969 -
Dopo due orette di macchina arriviamo al passo del Maloja da dove vediamo la nostra meta ancora in ombra.
Proseguiamo verso Sils-Maria e parcheggiamo nel parcheggio sotterraneo del paese  (a pagamento necessarie monetine). Si parte ( 1809 m.). Seguiamo la segnaletica ben evidente per il Lej Sgrischus. Ci addentriamo nel bosco, arrivando al promontorio di Val Marmorè 2199 m. e poi al Alp Munt 2439 m. e passando la  valletta Ova dal Munt e raggiungiamo la sponda NW del Lej Sgrischus 2618 m.

Abbandonando il sentiero e aggirando il lago alla sua sx incominciamo a salire non al primo ma al secondo avvallamento detritico. Questo, ripido con molte rocce istabili ci regala splendidi scorci sui Laj  Nair, Laj Alv sotto di noi poi laggiù lontano il P. Lagrev, P. Platta, Lunghin e poi alla nostra sx Piz Margna. La fatica e l’attenzione ci mettono a dura prova , sbucando poco a fianco alla Fuorcla Fex Roseg 3068 m. siamo subito appagati dalla visione del Piz Roseg, Piz Scerscen e la cresta della Biancograt. 
Pausa. Pecorriamo la Crasta dal Laj Sgrischus andando alla quota di 3144 m. e successivamente a 3236 m.
Molte sono le rocce grosse instabili e la prudenza non è mai abbastanza, bisogna utilizzare passi da felino. (qualche rischio personale  l’ho preso).
Spostandoci a tratti sulla destra della cresta, un evidente passaggio d’ arrampicata ci porta Q. 3304, poi  fino alla Q.3232 m. della Fuorcla dal Laj Sgrischius, da dove parte la stupenda cavalcata fino al Piz Corvatsch la nostra ambita e futura meta. 
Da qua scendiamo per pendii ripidi di sfasciumi stando alla larga da una placca molto voluminosa e ghiacciata sulla nostra dx puntando agli evidenti nevai. Il rotolamento di massi è inevitabile.
In circa un oretta siamo di nuovo al Lej Sgrischus per un bel pediluvio. Da qui con passo tranquillo ritorniamo a valle soddisfatti.

massimo61
Bella uscita in una zona per mè nuova appena ci si alza di quota i panorami sulle cime dell' alta Engadina sono favolosi . Raggiunta la cresta il panorama sulla catena del Bernina ripaga dalla fatica dovuta all' instabilità del terreno.
Come ha scritto Paolo bisogna completare la cresta fino al Pizzo Corvatsch sarà il prossimo obbiettivo quando ritorneremo in zona
Grazie per la compagnia a Paolo e al nuovo amico Michele
Ciao a tutti
Massimo61

mm1969 
Bella e divertente escursione, oltre che impegnativa ma totalmente appagante. A maggior ragione in quanto effettuata in Engadina...uno dei luoghi che più adoro in senso assoluto!
Mi limito a sottolineare quanto già scritto da Paolo e Massimo: cresta necessariamente da completare fino al Piz Corvatsch (Q. 3.451) con successiva discesa, toccando il Piz Murtel (Q. 3.433) alla stazione della funivia del Corvatsch (Q. 3.303). Il successivo rientro a Sils - anche se Paolo e Massimo non saranno d'accordo :) - potrà essere completato usufruendo dei due tronconi di Funivia e del servizio di autobus. Altro aspetto da considerare sarà la possibilità di dormire in valle o, al limite, a Casaccia/Vicosoprano per poter essere in ordine di marcia presto senza così dover puntare la sveglia alle 3.30...
Ciao!

Hike partners: pm1996, massimo61, mm1969


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4 F
20 Jun 18
Il Chaputscin · ser59
T2
T2 PD
23 Jul 04
Il Chapütschin · detlefpalm
T3
T2

Comments (16)


Post a comment

beppe says: Bravi
Sent 9 September 2013, 17h08
Bella cavalcata
Ciao
Beppe

pm1996 says: RE:Bravi
Sent 9 September 2013, 18h06
E' stata proprio bella. Ci voleva solo più tempo .

Ciao

zar says:
Sent 9 September 2013, 17h17
...ma ci hai messa la tendina, in Engadina ??!!
...conveniva dormir sul posto...
Grandissimo...bravo/i!!!
ciao
Luca

pm1996 says:
Sent 9 September 2013, 18h04
Ciao Luca, era prevista, ma Massimo finiva tardi e alla fine il letto di casa... morbido, caldo.La sveglia che suona.. l' unica cosa..

Ciao

Daniele66 says:
Sent 9 September 2013, 21h23
Complimenti bel giro ciao Daniele66

pm1996 says: RE:
Sent 9 September 2013, 23h17
Grazie.
Ciao
Paolo

Sent 9 September 2013, 21h24
Bravissimi ragazzi,e tu mai stanco,penso che la Domenica ti sarai almeno riposato!
complimenti a tutti voi
ciao

pm1996 says: RE:
Sent 9 September 2013, 23h23
Ciao Luciano, meno male che era brutto domenica...:-)
Ci sentiamo per la pizzata.
Ciao

ivanbutti says:
Sent 9 September 2013, 21h45
Bravissimi, mi sembra super tosta, il Cengalo in confronto una passeggiata.

Ciao, Ivan

pm1996 says: RE:
Sent 9 September 2013, 23h27
No,solo tanta attenzione,una danza sui massi... mobili !
Ciao
Paolo

gebre says:
Sent 9 September 2013, 22h14
Bravi, bel giro intothewild!
Altre bel giro dev'essere salire al Corvatsch da Surlej e scendere dietro dal ghiacciaio facendo un giro ad anello...altrimenti Pontresina-Surlej facendo tutti i Piz!
Ciao
Alberto

pm1996 says:
Sent 9 September 2013, 23h41
Ah mi hai letto nel pensiero.Se non nevica anche quella è bella.Avevo pensato la Crasta Arlas,potremmo organizzarci se il tempo tiene.
Ciao
Paolo

Amedeo says: Bravi
Sent 10 September 2013, 17h37
I massi mobili non li sopporto....bravi!!
E poi...cerco sempre di minimizzare i rischi.......viste le possibili conseguenze di scemate su cose facili.
Ciao
A presto
Amedeo

pm1996 says: RE:Bravi
Sent 10 September 2013, 20h34
Ne sono consapevole,ma ne fa parte di questo gioco se cosi lo si può chiamare.
Certo sei su un filo che non si deve rompere.

"Stanco,penso a quanto piena sia stata questa giornata, quanto preziosa la vita che ho tra le mani, quanto insignificante una vita senza affrontare le proprie paure. "

Ciao sperato

Paolo

pm1996 says: RE:Bravi
Sent 10 September 2013, 20h36
A presto

Paolo

Amedeo says: RE:Bravi
Sent 10 September 2013, 22h25
L'alpinismo non è un gioco, non è il tennis o la pallavolo (che ho praticato per anni), i rischi sono diversi, molto più alti, non è nemmeno uno sport anche se qualcuno lo vuole fare diventare. E' altro, per ognuno poi è qualcosa di diverso!! Le proprie paure è giusto affrontarle, come tutti i giorni nella vita cittadina, l'adrenalina di certi passaggi o panorami montani è impagabile. Il problema è che che quando sei su un filo e non sei tu che decid la rottura ma altro...beh, devi minimizzare i rischi. Questo è il mio parere che vale 1 e basta.
Ciao
Amedeo


Post a comment»