Brione (756 m) - Poncione d’Alnasca (2301 m) e ritorno


Publiziert von gbal , 16. Oktober 2010 um 23:50.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:13 Oktober 2010
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Cima di Gagnone 
Zeitbedarf: 7:30
Aufstieg: 1542 m
Abstieg: 1542 m
Strecke:Brione-Alnasca-In Cima alle Piode-Alpe Agazzoi-Poncione d'Alnasca
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Varese-Gaggiolo-A2-Rivera-Direz.Locarno-Gordola-Brione Verzasca
Kartennummer:Kompass 110 - Valle Maggia - Valle Verzasca

Brione (756 m) - Poncione d’Alnasca (2301 m) e ritorno

 

For English readers click [here]

 

Non so quanti di voi potranno essere d’accordo con queste mie considerazioni. Sempre più mi confermo nell’idea che una montagna ci attrae particolarmente quando la vediamo dal basso o, meglio, da una certa prospettiva e ci spinge a salirla così per un istinto più che per una ragionata motivazione. Molto spesso è la sua fama nel ristretto mondo di alpinisti ed escursionisti ad attirarci ma ancora più di frequente è l'estetica della sua forma. Questo, ad esempio, è stato il caso del Poncione d’Alnasca, quanto meno per me. La sua parete Sud, immensa e scintillante al sole, tagliata da una immensa mannaia in tempi inimmaginabili, mi ha affascinato subito e mi ha spinto ad andare. Andare…ma dove? Purtroppo la via d’accesso consentita ai “normali” escursionisti è quella che si conclude lungo la cresta Nord, ben diversa da quella celebrata visione. E quindi? La spinta resta e mi costringe a salire partendo da Brione e poi, scavalcando il torrente Verzasca con suggestiva passerella sospesa, da Alnasca attraversando il bosco del versante Ovest dapprima e, una volta sbucati in campo più aperto, sotto giganteschi torrioni di granito per un percorso lungo e faticoso ricco di saliscendi (una pendenza media del 25% va comunque vinta) fino ad approdare sulla sella di q.ta 2143 (Bocchetta di Cremenzè) dove si può scegliere: direzione Sud per la vetta lungo la cresta Nord oppure in direzione Est e poi Sud come l’amico Jules per raggiungere la Cresta della Fopia e la Fopia stessa. Gli ultimi 300 m sono quelli che purtroppo fanno soffrire di più anche perché coincidono con l’accensione della spia della riserva delle nostre energie. Comunque, innestata la “ridotta” con conseguente diminuzione di velocità, di passo in passo salgo verso la meta. Arrivato a quello che viene definito “passaggio chiave ed esposto” che in realtà dura qualche metro, preferisco arrampicare usando le mani sulla roccia e non la corda stesa lì con lodevoli intenzioni, sia perché mi piace di più, sia perché la corda, differentemente dalla catena, invecchia se esposta ai raggi UV e preferisco non determinarne il valore della resistenza a trazione né da quanto tempo giace lì ad aiutare il passante.

Finalmente appare la Croce di vetta, prima la sommità poi, man mano, tutto il fusto assieme al basamento  ed alla sommità, peraltro vasta, del Poncione d’Alnasca. Anche la Croce sembra sofferente per l'esposizione agli elementi e mostra una vistosa crepa. La visuale è stupenda da qualunque lato ci si volga; subito sotto, a Sud, la Cresta e la vetta della Fopia che suscita in me quella strana sensazione, già provata altre volte di fronte all’immensità, a metà tra la paura del vuoto e la voglia di volarvi attraverso; il desiderio di ancorarsi al solido e, in opposizione, quel senso di leggerezza che illude di poter volare senza rischio.

Ora la giusta ricompensa, la sosta, un po’ di riposo, lo spuntino ed improvvisamente sento delle voci provenienti dalla Fopia che arrivano a me, richiami tipici di chi frequenta i monti. Ricambio  scherzosamente, ancora gasato per la meta raggiunta e scorgo due puntolini accanto alla Croce della Fopia. Non riusciamo a stabilire un contatto e poco dopo inizio la mia discesa ripercorrendo il tragitto dell'andata. Se il nome Verzasca affonda le sue radici nel verde e nell'acqua…. beh mai scelta di nome fu più azzeccata. Se ne trova fin troppa lungo il viaggio, da bere alle rustiche fontane, da inzuppare i piedi nei rivoli che attraversano il sentiero ed infine da fare persino una doccia in prossimità di Alnasca.

Ed ora tiriamo le somme: ho vinto il Poncione ? A me pare di no! Mi attraeva la parete Sud ed io sono salito dal lato Nord, altro pianeta. Quando ero in vetta dimenticavo dov'ero e avrei voluto salire le belle cime che mi circondavano a tutto tondo; avrei voluto scendere sulla Cresta di Fopia e percorrerla ma non c'era più tempo. Insomma …. una bellissima donna vestita di abiti eleganti che poi vedi in bigodini e vestaglia e allora….. Credo sia l'insaziabile insoddisfazione che è però la molla del nostro perenne andare e allora, ben venga. Credo anche che se avessi i numeri per seguire il tragitto di Alpine_Rise sulla parete Sud comunque non avrei la stessa percezione dell'ammirazione lontana perché, per esperienza, in parete hai la visuale più che limitata specialmente quando è così vasta e pensi solo alle manovre di corda, ai mezzi barcaioli, ai rinvii, ecc. Però sarebbe bello e …..chissà mai! I sogni non muoiono mai e tornato al parcheggio ecco che mi sorprendo ad ammirare dal basso, nuovamente, il primo amore, il Poncione d'Alnasca ……ma ero davvero lassù?

 

Dati salienti:
Dislivello reale 1542m

Lunghezza totale km 14,6

Pendenza media 2,2% (x 2 km), 27% (x 5,3 km )
Tempo totale 7h25' ; soste incluse 8h23'

Brione-Poncione d'Alnasca : 4h18'

Poncione d'Alnasca-Brione : 3h:07'

 

 

 


Tourengänger: gbal


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 3829.gpx Il percorso - [My route]

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3+
19 Jun 14
Poncione D'Alnasca · igor
T3
23 Jun 13
Poncione d'Alnasca 2300 m · Amedeo
T3
6 Sep 14
Poncione d'Alnasca e Fopia · froloccone
T3
T4 L

Kommentare (14)


Kommentar hinzufügen

beppe hat gesagt: BRAVO
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 06:49
Ciao Giulio : complimenti per la bella e impegnativa escursione Beppe

gbal hat gesagt: RE:BRAVO
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 10:13
Grazie Beppe, sei gentile

skiboy1969 hat gesagt:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 07:31
Dai............ora tocca a me farti un bel complimento per la cima raggiunta. Bravo!!!
Quando dei arrivato in cima senza saperlo eravamo quasi dirimpettai, più o meno ero sul Poncione dei Laghetti lo puoi vedere dalle foto che hai fatto.
Non mollare continua così!!
Marco

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 10:17
Ecco, mi sembrava di avere una foto con su un viso conosciuto ma il dubbio era per il copricapo... :):)
Io non mollo di sicuro, speriamo di scarpinare e "buffare" ancora per molto.
Ah! Grazie per la segnalazione sulla foto della parete Sud che ho già "medicato"; ma sai...non avevo un braccio abbastanza lungo per ... girare l'angolo.

siso Pro hat gesagt: Che dislivello!
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 09:01
Ciao Giulio,
complimenti per la bella gita e per il notevole dislivello.
Grazie per il ripasso dei vocaboli d'inglese!

siso

gbal hat gesagt: RE:Che dislivello!
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 10:20
Siso, ho già ridimensionato il dislivello al reale per via del GPS che ha dato numeri "strani". L'inglese lo ripasso io per poter offrire le mie relazioni alla mia nipotina americana :):):)
Grazie per i complimenti
Giulio

turistalpi Pro hat gesagt: Poncione d'Alnasca
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 09:07
Ciao Giulio, complimenti per la bellissima escursione e grazie per le foto che illustrano bene la zona. Una domanda: la passerella che attraversa il Verzasca si può evitare vero? E' per la Billie che se il fondo della passerella è di grigliato in ferro ha paura e non passa (vedi ad esempio la passerella sul Maggia per la capanna Alzasca).Ciao e buona continuazione Enrico

gbal hat gesagt: RE:Poncione d'Alnasca
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 10:23
Grazie Enrico, sei sempre gentile. Per la Billie io ho visto che in alcuni tratti, specialmente poco più a valle l'acqua non è eccessiva e sembrerebbe di poter traversare di pietra in pietra ma....i piedini la Billie (e il suo padrone) dovrà bagnarseli.
Confida alla Billie che.....ho paura anch'io!!
Ciao
Giulio

Jules hat gesagt: RE:Poncione d'Alnasca
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 06:30
Se posso... magari attaccando mezz'oretta di cammino, potreste prendere il Sentierone che costeggia la Verzasca, dopo i Ciossett e subito dopo il tunnel aperto, dove la strada curva a sinistra e va a continuare sul versante orografico destro del fiume. Da lì a Alnasca è una piacevole passeggiata!

turistalpi Pro hat gesagt: RE:Poncione d'Alnasca
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 12:11
Ciao Jules, grazie dell'indicazione che senz'altro utilizzerò quando deciderò di salire al Poncione d'Alnasca l'anno prossimo. Ancora grazie e buona montagna Enrico

Jules hat gesagt:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 09:45
Ciao Giulio!
Ecco finalmente il tuo rapporto! È davvero assurdo pensare che noi ti precedevamo di poco! Ho una foto in cui ti si vede piccolino piccolino, pensa te... :)
Ti dirò, ma è solo il mio modesto parere, che non condivido molto il tuo punto di vista. Se "Vincere una vetta" significa semplicemente salirvi, allora è soprattutto a piedi, camminando, come hai fatto tu, che si "vince". Nessuna corda, nessun moschettone. Solo forza di gambe e forza di volontà. Parlo per inesperienza: non ho mai scalato e quindi non so cosa significhi aggrapparsi a una parete, soprattutto come quella, ma ho sempre ragionato in cui termini. Magari sbaglio! :) Per cui ecco, considerati vincitore!
Un caro saluto,
Giulio

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 10:27
Ma senti, pensavo che tu scherzassi! Ti invierò il mio e-mail address perchè sono curioso di vedere questa micro immagine :):) Hai espresso il tuo punto di vista che mi conforta perchè così "ho vinto anch'io". Ma sai che dopo essere saliti per la via facile l'uomo comincia a sentire il rovello di quella difficile?
Comunque....la prossima volta cerchiamo di incontrarci :):):)
Grazie
Giulio

grandemago hat gesagt:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 18:11
Se all'atleta aggiungi cuore e passione, come quella che si legge nel tuo racconto, puo sognare senza limiti Giulio.

Aldo

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 19:05
Grazie Aldo. In effetti il sognare aiuta l'uomo (e la donna) anche nei peggiori frangenti, anche nella più buia delle prigioni.
Ciao
Giulio


Kommentar hinzufügen»