Gratwanderung mit Adler und Schneehuhn / Camminata in cresta con aquila e pernice bianca


Published by Winterbaer Pro , 17 November 2014, 13h12.

Region: World » Germany » Alpen » Ammergauer Alpen
Date of the hike:14 November 2014
Waypoints:
Geo-Tags: D   A 
Height gain: 1250 m 4100 ft.
Height loss: 1250 m 4100 ft.
Route:16,4 km
Access to start point:Ammerwaldhotel, erreichbar von Ettal (außer bei Sperrung der Straße wegen Lawinengefahr) und Reutte/Tirol. Kostenlose Parkbuchten an der Straße, Hotelparkplatz nur für Hotelgäste
Accommodation:Ammerwaldhotel
Maps:BY 6 Ammergebirge West Hochplatte, Kreuzspitze 1.25000 Landesamt f. Vermessung und Geoinformation Bayern / DAV

Bei einem Besuch in Reutte und am Plansee vor einer Woche konnten wir mit Freude feststellen, dass der Schnee nochmal ganz gut weg getaut war und die Hänge südseitig fast aper sind. Und wir wollten doch so gerne noch einmal unser Revier im Ammerwald zu Fuß besuchen und ohne die Skier tragen zu müssen.

Der Wetterbericht sagte für Freitag ganz gute Verhältnisse voraus und so bemühten wir uns, mal unter der Woche frei zu bekommen.

 

Beim Start am Ammerwaldhotel ist es eiskalt und die auf dem Parkplatz abgestellten Autos haben alle eine dicke Eisschicht auf den Scheiben. Am Schützensteig haben der letzte starke Sturm und der Schnee große Schäden verursacht. Unzählige Baumstämme liegen über dem Weg und man muss ständig darüber und darunter hindurchkrabbeln. Die Frage ist, wer sich dafür wohl im nächsten Jahr zuständig fühlen wird, einmal mit der Motorsäge da hoch zu gehen. Die eingebrochene Brücke am Wasserfall liegt auch schon das ganze Jahr so kaputt da und ein Stück weiter oben, wo das Wasser dieses Jahr schon lange einmal den Weg weggerissen hat, suchen sich die Wanderer inzwischen einen Weg durch die Furt. Nächstes Jahr werden die vielen Mountainbiker hier keine große Freude mehr haben. Aber auch für die Skitouren im Winter sieht es hier momentan gar nicht gut aus.

 

Je höher wir kommen, um so schöner scheint die Sonne vom tiefblauen Himmel. Im Tal der Jägerhütte könnte es mit den Schneeresten fast Frühling sein. Fehlen nur noch die Krokusse auf den Wiesen...schön wär`s, aber zuerst muss wohl doch noch der Winter kommen.

 

Bis zum Ochsenängerle und zum Niederstraußbergsattel ist der Weg schneefrei. Nur im Schatten und in den Latschen liegt hart gefrorener Schnee.

 

Der Grat über den Niederstraußberg ist schön aper, wie wir es erhofft hatten. Wir genießen die wunderschöne Aussicht im Licht der tiefstehenden Sonne mit noch blauem Himmel.

Auf der Krähe angelangt bedeckt sich der Himmel von Westen her leider immer mehr mit hohen weißen Wolken. Der Wind ist sowieso eiskalt und die Daunenjacke leistet wieder hervorragende Dienste.

Über der Kreuzspitze erhebt sich auf einmal ein sehr imposant und elegant dahinschwebender, großer Vogel. Wir nehmen an, dass es ein echter Ammergauer Adler ist.

 

Wir versuchen, diesen schönen Tag so fest aufzusaugen, wie es nur geht, wohl wissend, dass es bald wieder graue Novembertage im Nebel geben wird. Dann queren wir wieder einmal die Krähensüdhänge zum Roggentalsattel. Natürlich müssen wir dem „Schönsten Berg der Welt“ auch noch einen Besuch abstatten, obwohl es schon spät ist.

Kurz unter dem Gipfel treffen wir auf ein einzelnes Schneehuhn, wunderschön angestrahlt von der Abendsonne. Es lässt sich gar nicht von uns aus der Ruhe bringen. Leider ist weit und breit kein Schneehahn zu sehen.

 

Nach einem schnellen Kaffee am eiskalten Gipfel geht die Sonne auch schon wieder unter. Die Tage sind einfach zu kurz Mitte November! Wir haben heute schon geplant, wegen des Schnees im Köllebachtal über den Hochblassen-Westrücken abzusteigen.

In den Latschen liegt aber auch hier noch viel harter, eisiger Schnee und mit gelegentlichem Einbrechen in die Hohlräume darunter gestaltet sich der Abstieg etwas holprig und knieschädigend. Für solche Verhältnisse, besonders im Herbst und Frühjahr, haben wir unsere Eiszacken immer im Rucksack dabei und sie leisten uns wieder hervorragende Dienste.

Angenehm ist es auch, wenn man den Weg im Dunkeln trotz Stirnlampe gut kennt.

 

Über und unter die umgefallenen Bäume am Schützensteig krabbeln wir schließlich wieder zum Parkplatz zurück.

 

Was für ein geschenkter, schöner Tag noch einmal ohne den ganz großen Schnee! Wir haben es so genossen! Dankeschön Berg, danke schöne Natur!

 

 

 

 

Durante una visita a Reutte ed al Plansee una settimana fa, abbiamo notato con piacere che la neve di nuovo si è sciolta benissimo e che i lati al sud sono quasi sgombri di neve. Abbiamo voluto visitare tanto volentieri ancora una volta la nostra zona preferita nell`Ammerwald a piedi e senza dover portare gli sci.
La previsione per venerdì è stata ottima e quindi abbiamo cercato di ottenere una giornata libera durante la settimana.

 

Partendo dall` Ammerwaldhotel c`è un freddo intenso e le auto parcheggiate all`albergo hanno uno strato di ghiaccio sulle finestre. Sullo Schützensteig l'ultima tempesta forte e la neve hanno causato gravi danni. Innumerevoli tronchi di alberi si trovano sul sentiero e si deve strisciare costantemente attraverso e sotto di essi. La domanda è, chi si sentirà responsabile nel prossimo anno a salire lì una volta con una motosega. Il ponte crollato alla cascata lì si trova già da molto tempo. E un po' più in alto, dove l'acqua quest`anno ha strappato via una parte del sentiero, gli alpinisti sempre più si cercano la traccia attraverso il guado. Il prossimo anno, i tanti appassionati di mountain bike non avranno di più grande gioia qui. Ma anche per gli scialper in inverno al momento una salita o una discesa qui non è raccomandabile.

Il più alto si sale, il più bello il sole splende dal cielo blu scuro. Nella valle della Jägerhütte con i resti di neve si potrebbe credere di trovarsi in primavera. Mancano solo i crochi nei prati ... quanto sarebbe bello, ma l`inverno con tanta neve deve probabilmente ancora venire.
Fino
all`Ochsenängerle e al Niederstraußbergsattel il sentiero è libero di neve. Solo nell`ombra e tra i pini nani c`è la neve dura ghiacciata.

La cresta sopra
il Niederstraußberg è bella e senza neve come avevamo sperato. Ci godiamo ancora una volta la bella vista alla luce del sole basso con il cielo blu.
Arrivati sulla Krähe, il cielo purtroppo si copre sempre di più con alte nuvole bianche. Il vento è freddo e in ogni caso il piumino ci rende molto piacevole la nostra permanenza in cima.
Verso la cima della Kreuzspitze all`improvviso osserviamo un grande uccello molto impressionante veleggiando elegantemente. Crediamo che sia un vero e proprio aquila dell` Ammergau.

Cerchiamo da assorbire questa bella giornata
tanto profondemente possibile, sapendo che presto ci saranno di nuovo le giornate grigie di novembre nella nebbia. Poi attraversiamo di nuovo i bei pendii sud della Krähe al Roggentalsattel. Naturalmente dobbiamo salire anche oggi sul "monte più bello del mondo", anche se è già tardi.
Poco sotto la cima
incontriamo una solitaria pernice bianca, splendidamente illuminata dal sole di sera. Non si lascia affatto disturbare da noi. Purtroppo da nessuna parte si vede un suo compagno.

Dopo un caffè veloce in cima gelida, il sole tramonta già di nuovo. Le giornate a metà novembre sono veramente troppo corte!

A causa della neve nel Köllebachtal abbiamo già avuto in programma di oggi scendere attraverso il dorsale ovest dell`Hochblasse.
Nei pini
nani parzialmente si trova un sacco di neve ghiacciata dura e scendere lì ci porta occassionali sprofondamenti nelle cavità sotto la neve. Così la discesa qui ci crea dei carichi addizionali alle ginocchia. Per tali condizioni, soprattutto in autunno ed in primavera, portiamo sempre nel nostro zaino i microspikes e ancora una volta ci rendono un servizio eccellente.
Anche oggi è molto piacevole se si conosce bene il sentiero nel buio, nonostante la frontale.

Sotto e sopra gli alberi caduti sullo Schützensteig più tardi strisciamo a valle ed al parcheggio.

Ancora una volta abbiamo potuto passare una bellissima giornata senza la grande neve! Ci è piacciuti tantissimo! Grazie alle montagne, grazie alla bella natura!


Hike partners: Winterbaer


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (10)


Post a comment

micaela says:
Sent 17 November 2014, 19h36
Ciao Uschi, dein Bericht - Text, Photos und Video - ist sehr schön und faszinierend! ein Genuss so grossartige Natur zu entdecken! Grazie! Micaela
(Schätzlich, dass du uns die Möglichkeit zweisprachig gibst, dich zu lesen!)

Winterbaer Pro says: RE:
Sent 17 November 2014, 20h03
Grazie Micaela!!!

Io sono una grande amante della natura e sono abbastanza pazza. Sicuramente l`hai già visto. Porto sempre con me almeno un orsacchiotto, dormo con almeno un orso e preferisco assolutamente le bellezze della natura che di stare in una città con tanta gente.

Tentare di tradurre il testo e le didascalie in italiano l`ho fatto una volta per una utente italiana chi me l`aveva chiesto. Adesso non lo posso più smettere:-) Anche se per me vuol dire molta fatica in più. Ma amo le lingue e mi piace imparare sempre più. E dicono che sia un buon allenamento per il cervello. Sono già abbastanza vecchia e devo allenare il mio cervello:-)

Ciao!
Uschi

micaela says:
Sent 17 November 2014, 20h14
Doppi complimenti, allora, Uschi!
E una bellissima cosa esser pazza ed grande amante della Natura, e condivido tutto ciò con te!
Continua a stringere l' orsacchiotto, e, allontanandoti dalla città, scoprire le bellezze infinite della natura, allenare il cervello con le lingue straniere...e darci gioia con le tue relazioni!
Ciao, Micaela

Winterbaer Pro says: RE:
Sent 17 November 2014, 20h31
Graaaaaaaaaaaaaaaazie Micaela!

Ciao
Uschi

Sent 18 November 2014, 07h57
COMPLIMENTI alla bella camminata e alle tue belle foto...
...poi è molto raro avvistare e fotografare due teneri e romantici orsacchiotti in montagna... :-)
Ma forse è molto più difficile trovare la tenerezza e il romanticismo nelle grigie città...
Cari saluti...!

Angelo & Eleonora

Winterbaer Pro says: RE:
Sent 18 November 2014, 10h11
Ciao Angelo e Eleonora!

Grazie per il commento tanto gentile. Avvistare gli orsi da noi è veramente molto raro. L`ultimo che è venuto da noi e passato attraverso le mie montagne (Bruno/JJ1), l`hanno ammazzato quando aveva trovato un bel posto per rimanere. Da noi lo spazio per un orso non c`è di più, troppa gente....

E le mie orsacchiotti...ne ho tanti:-) Dove vado io, è sempre possibile incontrare uno di loro.
> Ma forse è molto più difficile trovare la tenerezza e il romanticismo nelle grigie città...
Esatto! Sapete, che sono nata e cresciuta in montagna? Ma quando avevo verso i 20 anni, volevo andare via in città. Oggi viviamo in una città con 30 000 abitanti e preferirei stare di nuovo in montagna. Tanto stupido che è l`uomo!
Non mi piacciono affatto le città e la folla che c`è. Vorrei vedere la natura, anche se tutto è grigio. Nella natura non è mai così grigio come in una citttà con tutto il calcestruzzo.

Tanti saluti a voi! Oggi piove anche da noi, nevica in alto. Speriamo che verrà il sole da voi!

Ciao
Uschi

Angelo & Ele says: RE:
Sent 18 November 2014, 11h41
Cara e dolce Uschi,
che bel nome che hai... proprio particolare...

Nella nostra bella Val Mulini (abitiamo a Uggiate Trevano, vicino al confine con la Svizzera e vicino a Chiasso) oggi c'è finalmente una splendida e tersa giornata e che bello vedere il Monte Generoso innevato, mentre il Sasso Gordona e il Monte Bisbino sono ancora "gelosamente" all' asciutto! :-)
Peccato che piova ancora nella tua zona, ma dove abiti?

Mi dispiace per l' amaro destino toccato al tuo vero orso Bruno: forse pù che lo spazio per questi poveri animali si dovrebbe assolutamente cercare in ognuno di noi lo spazio per i veri valori e per il vero e reale rispetto della Natura...
Complimenti ai tuoi fotogenici e simpaticissimi orsacchiotti!!!
Hai avuto proprio una tenerissima e originale idea: BRAVA!

Sei cresciuta in montagna...??!! Uaaaooo...!!! Che stupenda e particolare infanzia avrai avuto... e immginiamo chissà quanta reale fatica avrai fatto per adattarti alla vita di città. Di solito è ben più facile il percorso inverso, anche se per vivere in montagna, dopo essere cresciuto in città.., devi necessariamente amare e apprezzare tutti i suoi fantastici e tavolta duri aspetti.

Ti auguriamo un imminente arrivo del bel sole anche da te e ciao cara e tenera "orsacchiotta" di città ma con l' anima e il cuore in montagna..... :-)

Angelo & Eleonora

Menek says:
Sent 18 November 2014, 23h15
Cara Uschi, i tue foto e relazioni sono sempre godibili... ami Hihr potrebbe stare senza di te!
Ciao
Domenico

Winterbaer Pro says: RE:
Sent 19 November 2014, 11h46
Grazie Domenico!
Sei veramente molto gentile...ma Hikr. non ha affatto bisogno di mattoide come me, lo so per certo!
Sono molto contenta se alcuni apprezzano le mie strane foto. Ma altri mi hanno anche già detto, che non gli piacciano affatto le mie relazioni delle destinazioni/cime ripetute qui sul sito. Ho già smesso di pubblicare delle relazioni tipo "camminata attorno il lago" e oggi aggiungio queste foto ad una mia relazione di una gita in montagna. Certamente mi dispiace di irritare alcuni lettori qui, ma in verità non sono costretti a leggere ciò che non gli piace, vero? Ognuno qui usa il sito per diversi scopi. Ci sono i raccoglitori di cime famose e alte, cosa dimostra la sua capacità come alpinista. Ma ci sono anche loro, chi usano il sito per il suo proprio diario di gite e poi loro chi vogliono far vedere le foto della sua famiglia o dei loro bambini alla sua parentela....e poi ci sono pazzi come me, chi usano il foro per far vedere agli altri la bellezza della natura. È sempre possibile che un modo non piace agli altri e si lo deve accettare. Ma certamente io sono molto molto contenta se ad alcuni piace la mia maniera di relazioni e forse l`uno o l`altro, se poi va in sua gita, riesce a vedere più delle belle cose nella natura anche lui!

Grazie e tanti saluti!

Ciao
Uschi

Menek says: RE:
Sent 19 November 2014, 19h25
Trovo sgradevole e maleducato dirti cosa o non cosa devi scrivere su Hikr, qua non è un problema di chi scrive, ma di chi legge!
Se a qualcuno non piacciono le tue relazioni, può passare oltre... è tanto semplice! Non sei una spammer... Eppoi, chi non ripete mai le Cime?
Un abbraccio
Menek


Post a comment»