Lagginhorn (4010 m) cresta Sud


Published by martynred , 14 January 2022, 21h13.

Region: World » Switzerland » Valais » Oberwallis
Date of the hike: 5 September 2021
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: AD
Climbing grading: III (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-VS 
Time: 16:30
Height gain: 2400 m 7872 ft.
Route:22 km
Access to start point:Saas-Grund

Arriviamo al parcheggio degli impianti (a pagamento) la sera prima e, dopo una semplice cena in auto, ci appisoliamo nel baule del Doblò in attesa della sveglia all' 1 di notte.

E' l'1:45 quando imbocchiamo a piedi la strada a divieto d'accesso che percorriamo per un breve tratto prima di imboccare il sentiero diretto a Triftalp (n. 55). Il paesaggio circostante mi è ignoto e non mi resta che camminare immersa nel bosco, con lo sguardo fisso sui miei piedi, ascoltando il suono della fatica.
Anche quando abbandoniamo il bosco e saliamo per pendii aperti, lo sguardo rimane basso, finché non vedo in lontananza delle luci: il Weissmieshutte.
Siamo fuori sul patio, con i tavoli e le panche in legno ricoperti da un sottile strato di brina, mentre dentro si vede il calore delle tazze fumanti. Ci accontentiamo del nostro thermos e riprendiamo l'ascesa. 
Sempre nel buio della notte percorriamo l'evidente sentiero che ci porta all'arrivo della funivia, sono le 4:30.
Vista la buonora, ci facciamo sedurre dal Rifugio Bergrestaurant, a pochi passi, per un cappuccino.
Ci rimettiamo in cammino mezz'ora dopo e puntiamo al ghiacciaio, mentre altri alpinisti si avviano per la Weissmies. Attraversiamo il misero ghiacciaio a passi delicati per evitare di rotolare insieme ai sassi instabili. I miei occhi sono attratti dalla magnifica parete ovest della Weissmies, ricoperta di un sottile strato di neve scesa durante la notte, sembra tutto più dolce.
Raggiungiamo il colletto da cui parte la cresta sud alle 6:45 ed il sole inizia a sorgere.
Mentre ci prepariamo arrivano delle guide con dei clienti che ci superano velocemente.
Il sole inizia a colorare la roccia che da buia, grigia e fredda cambia faccia, infuocata di un caldo arancio.
Percorriamo al cresta senza percorso obbligato, trovando i passaggi più semplici e logici.Anche la cresta sud è sporca della neve notturna ma decidiamo solamente verso il termine di essa di indossare i ramponi, agevolando l'attraversata. Proseguiamo sempre in conserva assicurandoci solamente nelle poche calate attrezzate, Raffaele ne disarrampica qualcuna con disinvoltura. La cresta, sebbene non presenti passaggi molto impegnativi, è particolarmente lunga, tant'è che le tempistiche indicate dai report online le sforiamo alla grande. La vetta sembra inarrivabile, un continuo sali e scendi da gendarmi ed intagli, passa a est e poi a ovest.
Raggiungiamo la cima del Lagginhorn alle 13:50 e quasi scoppio a piangere dalla gioia! 
Le cordate partite prima di noi o quelle che ci hanno superato nel durante sono già in vi di discesa. Siamo soli e non resta che emozionarsi davanti a tanta bellezza di questi luoghi e questa passione.
Dopo 7 ore di concentrazione mi rilasso e mi gusto appieno la pausa mangereccia.
La via di discesa dalla normale è altrettanto lunga, dapprima una traccia che scende per sfasciumi e poca neve, poi un brevissimo tratto di placca e poi ancora sentiero roccioso. Seguiamo gli ometti che ci portano a percorrere un infinito rientro alla Weissmieshutte percorrendo tutto il filo di cresta sotto la vetta. Sebbene sia una camminata senza alcuna difficoltà allunga il rientro. Solamente dall'alto vediamo l'alternativa, un sentiero più basso e sicuramente più agevole e veloce.
Raggiungiamo la Weissmieshutte che il sole sta per calare. Da qui come per l'andata per arrivare all'auto alle 19.


Tempistiche (con pause):
Parcheggio-Weissmieshutte: 2h
Weissmieshutte-Bergrestaurant Hohsaas: 50'
Bergrestaurant Hohsaas-Lagginjoch: 1h15'
Lagginjoch-Lagginhorn: 7h
Lagginhorn-Weissmieshutte: 2h50'
Weissmieshutte-Parcheggio: 1h30'



Bellissima salita, specialmente in condizioni come l'abbiamo trovata noi. Senza neve il panorama è sicuramente più triste e spoglio ma con questa fresca spolverata l'ambiente risulta più magico ed ingaggioso.

Ad oggi probabilmente l'unico 4000 raggiungibile senza metter piede sul manto bianco (dalla via normale)...quanti altri avranno la stessa sorte?



Hike partners: martynred
Communities: Hikr in italiano


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3 AD- III
T4 PD
T3 PD II
PD- I
PD- II
7 Jul 10
Lagginhorn · xaendi
PD+ III
PD II
26 Aug 17
4000 zum ersten: Lagginhorn · Bikyfi
T5 PD II
24 Jul 12
Lagginhorn Westgrat (Teil 2) · tricky

Comments (4)


Post a comment

GIBI says:
Sent 15 January 2022, 09h38
Caspita ben 2400 metri di dislivello !!!! ... ma viste le foto e per un 4000 ne valeva proprio la pena !

Complimenti a te e al Raffa

Ciao Giorgio

martynred says: RE:
Sent 15 January 2022, 11h56
Grazie Giorgio!
Quando si è allenato i metri non si sentono poi così tanto ;)
Ora morirei

irgi99 says:
Sent 15 January 2022, 09h43
Che bella questa cresta!!!! Me la segno per l'estate prossima :)
Bravissimi!
Irene

martynred says: RE:
Sent 15 January 2022, 11h58
Assolutamente! Poi mi dirai come l'hai trovata!


Post a comment»