COVID-19: Current situation

Piz Misaun


Published by Alpingio , 7 October 2020, 21h44.

Region: World » Switzerland » Grisons » Basse Engadine
Date of the hike:19 September 2020
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   Bernina-Gruppe   Piz Bernina 
Time: 7:15
Height gain: 1350 m 4428 ft.
Height loss: 1350 m 4428 ft.
Route:12,5 km a/r
Maps: OpenAndroMaps

La zona del bernina, sembra una delle poche dove sembra si possa trovare un po di sole oggi, almeno da quello che dicono le previsioni! 

Partiamo dai parcheggi a pagamento della stazione del Morteratsch e alle 7 e 20 siamo già in cammino.
Seguiamo le indicazioni per la chamanna boval per poco tempo e poi seguiamo le indicazioni per chunetta.
Poi il sentiero si fa rado e labile sino a chunetta sur. Una volta raggiunto chunetta sur, si seguono degli ometti che fanno fare un lungo traverso in direzione del Piz Boval.
Ad un certo punto gli ometti però continuano verso la chamanna boval (credo sia un altro sentiero per arrivarci), noi li abbandoniamo e ci inoltriamo nel vallone a destra e senza una direzione obbligatoria e senza una traccia, ma andando in direzione del Piz Boval sino ad un laghetto dal colore rosso.
Poi seguiamo il percorso più conveniente che in alcuni punti attraversa varie zone di massi, con giro in senso antiorario andiamo a prendere una specie di cresta rocciosa che scende dalla sella posta a quota 3038.
Saliamo per cenge la cresta sino a raggiungere la sella, da qui andiamo nel versante opposto seguendo delle traccie (di animali?) sulla neve che vanno in traverso per un pezzo e poi per sassi instabili risaliamo verso la cresta nord del Piz Misaun. 
Arrivati alla cresta per massi grossi arriviamo in cima, con panorama notevole, soprattutto sul Piz Morteratsch. (circa 4 ore e 30 dall'auto).

Scendendo decidiamo di provare a stare sulla cresta nord (e non di tornare dal nevaio) stando a sinistra del filo di cresta riusciamo a scendere forse più facilmente della salita.
Ritornati alla sella scendiamo per un pezzettino , poi decidiamo di andare a sinistra verso i laghetti posti sotto il Piz Mandra, in modo da tagliare un pezzo il percorso fatto all'andata, in qualche modo raggiungiamo i laghetti e scendendo a destra ritorniamo sulle nostre tracce  e quindi facciamo ritorno all'auto.

Gita per gli amanti del genere e del ravano, da fare con tempo stabile e buona visibilità.
Noi senza Gps eravamo perduti! Bellissimo e selvaggio l'ambiente.

Con Paola.

Hike partners: Alpingio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4 F I
20 Oct 17
Piz Misaun · gabri83
PD+
30 Jan 18
Piz Misaun · Delta
T2 WT4
T4
29 Sep 15
Piz Chalchagn (3153m) · Marcel und Desiree
WT4

Comments (6)


Post a comment

beppe says:
Sent 8 October 2020, 05h25
Ciao Giovanni bella vetta me la segno per il prossimo anno
Buona montagna
Beppe

Alpingio says: RE:
Sent 13 October 2020, 20h40
Ciao Beppe! Si bella cima, dove però l'orientamento non deve mancare !
Buona montagna a te
Giovanni

Michea82 says:
Sent 8 October 2020, 12h15
Vedo che anche te ti muovi su bei terreni e in ambientini selvaggi...bella cima!

Alpingio says: RE:
Sent 13 October 2020, 20h40
Grazie Michea! Si vede che a entrambi non piacciono i sentieri larghi..!! :))
Ciao
Giovanni

irgi99 says:
Sent 9 October 2020, 08h54
Bellissima salita Giovanni, complimenti a te e Paola! :)
Irene

Alpingio says: RE:
Sent 13 October 2020, 20h41
Grazie Irene!
Altra cima che forse è meglio fare con gli sci che a piedi :)) ahahah
Ciao
Giovanni


Post a comment»