Pizzo di Claro m.2727


Published by Poncione , 7 July 2014, 23h45. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 5 July 2014
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo di Claro   CH-GR   CH-TI 
Time: 14:00
Height gain: 2360 m 7741 ft.
Height loss: 2360 m 7741 ft.
Route:Claro, Moncrino, Cazzoi, Bens, Peurett, Lago Canee, Pizzo di Claro e ritorno per lo stesso percorso.
Accommodation:Rifugio Alpe Peurett, Rifugio Alpe Domass
Maps:Kompass 110-----1:50000

Il Pizzo di Claro... ovvero un fascino irresistibile ogni volta lo si guardi da qualunque angolazione possibile.
 Benchè questa bellissima cima faccia già parte della mia "collezione", avendola raggiunta in due precedenti occasioni, non esito un attimo a prendere in considerazione un invito di Igor, coinvolgendo anche Ale froloccone nel progetto, sapendo che invece lui non ci è ancora stato, mentre manca purtroppo all'appello Cristian (ramingo), a causa di un'indisposizione fisica che mi auguro possa risolversi il prima possibile.
 Oggi si sale da Claro, sapendo d'avere un dislivello davvero "bestiale" da affrontare: ero già salito da Lumino, mentre questo versante mi è del tutto nuovo fuorchè la parte alta, dunque sono del tutto incuriosito a conoscerlo. C'è solo da decidere l'itinerario: Igor dice che il versante sud è pulito, mentre froloccone vorrebbe vedere anche il Lago Canee... ci sarebbero i presupposti dunque per un bell'anello, ma c'è da fare ancora i conti con la possibile presenza di nevai in qualche zona d'ombra. Salendo da sud infatti c'è il solito "problema" della noiosa e infruttuosa traversata al Pian Baitel prima di attaccare la salita, scartando in partenza l'ipotesi della "Via Lumino", sconsigliabile da affrontarsi con 2000 metri di dislivello nelle gambe... Resta il ripido canalone di sfasciumi, ma essendo in ombra ed incassato tra pareti c'è l'incognita della presenza di neve e ghiaccio residui. Ci consultiamo e decidiamo a malincuore di rinunciare all'anello e salire da sud-ovest: partiamo alle 7,10 e con pendenza mediamente moderata tocchiamo i bellissimi monti di Moncrino, Cazzoi e Bens, quest'ultima in incantevole posizione panoramica. La salita vera e propria si può dire inizi da qui, perchè - entrati nella pineta - la pendenza comincia a farsi più importante solo da questo momento: dopo 3,40 ore siamo a Peurett, dove ci fermiamo per una breve pausa e visitiamo lo spartano ma accogliente rifugio.
Dopo un'ora siamo finalmente al Lago Canee, meravigliosamente austero e pieno di misteriosa suggestione, racchiuso com'è da verticali pareti e creste dirupate ed impervie: ci sta un'altra pausa per ricaricare le energie in vista dell'ultima salita. Saliamo quindi per ganne e sfasciumi, traversando qualche residuo nevaio, ma ad un certo punto convergiamo troppo al centro dell'ampio anfiteatro sommitale anzichè rimanere a destra dei più estesi nevai alti, cosicchè ci tocca attraversarne un altro paio prima di tornare sulla via giusta, con segnavia un po' sbiaditi ma ancora visibili. La fatica si fa sentire un po' per tutti, ma piano piano la cima si avvicina, finchè è raggiunta a sette ore esatte dalla partenza... purtroppo siamo nelle nubi, e la maestosa vista è totalmente preclusa. Firmiamo il libro di vetta e gustiamo il nostro pranzo, comunque soddisfatti della conquista, finchè ci portiamo sulla cima più alta, dalla quale riusciamo quantomeno ad osservare il vicino e poco frequentato Torrone Rosso.
 Dopo un'ora di meritata sosta ripartiamo, con l'idea iniziale di fare un mini-anello da Domass, ma alla fine decidiamo di tornare tranquillamente dalla stessa via di salita raggiungendo l'auto dopo sei ore comprensive di ampie pause.
Nonostante il tempo così e così (il Pizzo si è aperto definitivamente alla vista soltanto quando eravamo scesi all'Alpe Canee), possiamo dire di aver passato una splendida giornata di montagna, dedicata con sommo piacere a una cima che non delude mai le aspettative. Grazie a Igor e froloccone per la compagnia e simpatia, che oggi ha toccato livelli davvero "esasperati" :))) ;)

 Igor:
Dopo 2 settimane a non muovere una gamba, una sera in pizzeria con Emiliano e rispettive consorti, lancio l'idea a Emiliano facciamo il Claro da Claro? chiedo ad Ale che ha in mente un altra cima,il resto é storia...........

Che dire bellissima salita molto dura fisicamente,la discesa sembrava non finire piu'...............e di scemenze se ne sono sparate a mitraglia che quasi quasi c'éra paura a passare giu'in qualche dirupo dalla stronzate.........ah ah ah......

Bellissima salita con Ale e Emiliano mi sono divertito anche se poi alla sera ero cotto andante ma questo era il prezzo per il claro da claro

Grandi Man ! alla prossima !


 froloccone: Come al solito,non aggiungo nulla alla perfetta descrizione di Emiliano.Per me,grande soddisfazione per aver raggiunto il pizzo,e ancor più averlo fatto con Igor e  Emiliano!!! Salita fatta  in tutta calma, con ritmi lenti,sentendo così la fatica solo negli ultimi metri.Ora capisco il motivo per cui questa vetta sia così ambita,l'ambiente è veramente superbo,direi quasi da 3000!!!!!Peccato solo per le nuvole che hanno nascosto quasi integralmente il panorama.Poco male,un buon motivo per tornarci!!!!!  Grazie ai soci; alla prox avventura!!!!!

Hike partners: igor, Poncione, froloccone


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (17)


Post a comment

Pippo76 says:
Sent 8 July 2014, 09h27
Bravi ragazzi! Gran bel giro dal dislivello... mostruoso!

Ciao
Giancarlo

Poncione says: RE:
Sent 8 July 2014, 20h51
Grazie Giancarlo,
era da un po' che pensavo di ripetere "il Pizzo" da valle, e la proposta di Igor è stata dunque quantomai propizia...

Ciao

Panoramix says: Notevole ...
Sent 8 July 2014, 09h27
... il report va postato (se non l' avete gia' fatto) anche nella community "+2000" ...
Complimenti

Poncione says: RE:Notevole ...
Sent 8 July 2014, 20h52
Grazie per i complimenti e la segnalazione, ho provveduto.
Ciao

Menek says:
Sent 8 July 2014, 10h04
Grande girone però voi siete matti a fare tutto quel dislivello!!!
E come sempre...mitico Emi in versione casual/old style!
Dome

Poncione says: RE:
Sent 8 July 2014, 20h54
Matti? No dai... diciamo che quando si ha voglia di fare vanno bene anche queste "pazzie".
Grazie ancora per gli apprezzamenti e a presto

bigblue says: sempre super.........
Sent 8 July 2014, 13h44
COMPLIMENTI!!!!!!!!............ Ale - Emiliano - Igor...un trio da medaglia d' oro.....altro che Fantozzi.....quella dida è "invedibile" infatti, la stella, l' ho messa sull' ultima.....io la cambierei :()))
Un caro saluto
Pia

Poncione says: RE:sempre super.........
Sent 8 July 2014, 20h59
Ciao Pia,
medaglia d'oro non saprei... la denominazione data da Ale sta a significare il non prendersi mai troppo sul serio, ma se intendi bacchettarlo per questo fa' pure, hai il mio consenso. :)))
Grazie
Emi

bigblue says: RE:sempre super.........
Sent 8 July 2014, 21h17
...infatti, lo spirito che portate con voi e che traspare poi dalle vostre relazioni, proprio quello....ed è bellissimo, non cambiate mai....però, mi permetto, da qui al "ragioniere".....ne passa un Claro intero.....quindi, tiratina virtuale di orecchie ad Ale :()))......onore a voi per tutto questo.
Grazie, sempre un piacere leggervi!
Pia

froloccone says: RE:sempre super.........
Sent 8 July 2014, 21h20
Ciao Pia,grazie dei complimenti!!!! La dicitura "trio fantozzi" è data solo dalle situazioni comiche, che si vanno a creare certe volte, lungo le salite,naturalmente senza far mai mancare rispetto e concentrazione alla montagna!!!Ti assicuro che l'autostima generale dopo questa splendida avventura è salita molto.......Ciao e a presto!!! ALE

patripoli says:
Sent 8 July 2014, 16h23
Siete "mostruosi" .......
Complimentissimi al grande trio!!!!

Poncione says: RE:
Sent 8 July 2014, 20h56
Grazie Patri,
complimenti anche per i tuoi bellissimi giri "fuorimano"... ;)

tapio says: Claro da Claro
Sent 8 July 2014, 17h36
Complimenti al fortissimo trio! È esattamente la stessa concezione di montagna che ho io: il Pizzo di Claro si fa da Claro, il Vogorno da Vogorno e il Basodino da San Carlo, senza aiutini. Certo che poi, a farlo, si fa fatica, ma le mete conquistate a fatica sono senz'altro anche quelle che non si dimenticano più. Bravi!

Ciao, Fabio

Poncione says: RE:Claro da Claro
Sent 8 July 2014, 21h02
Ciao Fabio,
come va dopo lo sfortunato episodio?
Quanto a ciò che scrivi hai perfettamente ragione, e vale anche per le cime con meno dislivello, compresa quella cui ho dedicato il mio nome, che incredibilmente molti fanno con "aiutino", come dici tu.
A presto con le Tue avventure

tapio says: RE:Claro da Claro
Sent 8 July 2014, 21h13
Ciao Emiliano,
certo: a maggior ragione per le cime con meno dislivello, in montagna si va (anche) per camminare...
Il recupero dallo sfortunato episodio c'è, lento ma c'è. Ci vorrà un po' di tempo per le prossime avventure, ma un po' di doveroso riposo non ha mai fatto male a nessuno.
Ciao, Fabio

gbal says:
Sent 11 July 2014, 19h47
Ed eccomi qui. Dunque stra-complimenti....a prescindere! Ho gustato il filmino del regista Igor in diretta quindi già sapevo della tortura auto-inflitta. Ma se è servita anche come battesimo del Claro per Ale è la benvenuta; e poi voi la prendete cmq con nonchalance.
Bravi!
(Quel versante io l'ho fatto da Maruso, un po' meno da mazzata sui cosiddetti.)

Poncione says: RE:
Sent 11 July 2014, 21h39
Grazie Giulio,
il Pizzo di Claro è una delle più belle auto-torture che io conosca... dunque rifarlo ogni tanto ci sta.

Ciao


Post a comment»