COVID-19: Current situation

Pizzo Claro - Via Lumino


Published by Andrea! , 30 December 2015, 11h36.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:29 December 2015
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo di Claro   CH-GR   CH-TI 
Height gain: 1830 m 6002 ft.
Route:15,8 km a/r
Access to start point:Monti di Maruso. Dall'abitato di Claro si sale prima verso Monastero e poi verso Maruso. All'inizio della strada è presente una sbarra che si apre inserendo 10 franchi (o 10 euro oppure un mix tra le due monete). Al ritorno si apre automaticamente.

Riuscendo a non perderci nelle viuzze di Claro, troviamo la strada per Maruso e troviamo anche la sbarra che si apre dolcemente con l'inserimento di .... 10 franchi (!!!) ... o 10 euro ... nell'apposita macchinetta. Superato questo piccolo trauma arriviamo al parcheggio e partiamo sprintosi verso Maruso, da qui deviamo verso Domas dove troviamo un'indicazione per Motto più diretta che ci evita di passare da Foscarid.

Raggiungiamo l'Alpe di Gagem (anche questa dotata di un locale sempre aperto) e poi su verso il Passo dove il sole ci accoglie in quest'altra stupenda giornata di cielo azzurro. Seguiamo la dorsale fino a portarci sotto i contrafforti del Pizzo Claro, dove inizia la Via Lumino, ben indicata da dei bolli bianchi.

Il tratto più tecnico, una sorta di alto gradino roccioso, lo si affronta poco dopo l'inizio della via, una volta superato uno spigolo un pochino esposto. Per il resto la via si sviluppa su ripidi pratoni e qualche brevissimo tratto di roccette non difficili. Volendo in qualche punto ci si può divertire un po' di più arrampicando sulle rocce piuttosto che seguire la traccia nell'erba.

Arrivati alle due croci di vetta è quasi d'obbligo calcare anche la vicina seconda vetta di poco più alta ... quindi dal mio punto di vista la vera cima di oggi.

Tornati alle croci, dobbiamo affrontare la discesa per il versante nord, con la presenza di neve dura. Indossiamo per la prima volta i ramponcini, con qualche dubbio sulla loro tenuta. Comunque se non ci dovessero convincere, facciamo sempre in tempo a tornare indietro e scendere dal versante sud. I primi passi sono rassicuranti e scendiamo con cautela ma senza problemi anche se resto ancora dubbioso sulla effettiva utilità del ramponcino paragonata agli ormai moderni e leggeri ramponi.

Di nuovi su terreno asciutto possiamo ammirare con più tranquillità l'incredibile contrasto del ghiacciato lago di Canee e dei dintorni ... senza un filo di neve. Transitiamo dalle rovine dell'Alpe di Canee, poi da Peurett (anche questa con locale sempre aperto) e decidiamo di rientrare a Maruso passando dal sentiero dell'Alpe di Provei, per fare un giro "più" ad anello.

Scendiamo quindi verso Bens-Moncrino fino ad una baita a quota 1274 dove imbocchiamo il sentiero di rientro. Questo non è bollato ma è visibile sul terreno, effettua qualche sali-scendi e rimane leggermente esposto nella prima parte fino a Provei poi migliora e passando da un fantastico bosco riporta poco sopra a Monti di Maruso. L'unico punto in cui bisogna fare attenzione lo si affronta (prima dell'Alpe Provei) nell'attraversare un'affascinante gola: una volta passato il torrentello il sentiero non prosegue in quota ma bisogna alzarsi di una ventina di metri sul fianco del corso d'acqua per ritrovare la giusta via.

Giungiamo quindi a Maruso, soddisfatti della giornata, con le ultime luci del giorno, contenti anche di aver condiviso una piccola avventura insieme, come non accadeva da un po' di tempo.

Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (7)


Post a comment

rochi says:
Sent 30 December 2015, 18h48
Corre l'inflazione a Claro! Nel 2011 la tariffa per l'apertura della sbarra era di 4 franchi o euro. Noi ci accorgemmo di averne solo 3 quando erano già inseriti. Lasciammo quindi la macchina lì e facemmo lo stesso tuo giro utilizzando la via normale in salita e senza neve.
Bravissimo, come al solito!!!
Ciao!
R.

Andrea! says: RE:
Sent 30 December 2015, 18h57
Accidenti ... hanno bisogno di soldi anche in Svizzera.

Certo che partire da lì diventa parecchio lunga.
Bravi a voi!
A.

Poncione says:
Sent 30 December 2015, 21h46
Bella l'idea dell'anello da nord, anche se alla fine vi siete incasinati un po'...
Ciao

igor says:
Sent 31 December 2015, 09h53
Complimenti ! Questa meteo pazza sta regalando cose assurde in questo periodo buon anno ciao Igor

Andrea! says: RE:
Sent 1 January 2016, 11h34
Grazie ... vedremo in questi giorni cosa succederà con il meteo.
Ciao.
A.

blepori says:
Sent 31 December 2015, 17h57
Bravi, bel giro, buona scelta anche i ramponcini sulla discesa al lago di Canée (io sono salito in dicembre di lì e non era semplicissimo). Quasi quasi avete battuto il nostro record di qualche anno fa quando siamo saliti a metà gennaio. Benedetto

Andrea! says: RE:
Sent 1 January 2016, 11h37
Il giro ci è piaciuto, poi con quel cielo blu ...

Comunque nonostante la data della salita non si possono certo considerare delle salite invernali.
Ciao.
A.


Post a comment»