Pizzo Cassinello - 3103 m


Published by paolo aaeabe , 1 October 2019, 22h42. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:28 September 2019
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   CH-TI   Gruppo Pizzo di Cassimoi 
Height gain: 1554 m 5097 ft.
Height loss: 1554 m 5097 ft.
Route:12,5 km
Access to start point:Lago di Luzzone

paolo aaeabe Ogni tanto succede. La sera prima dell'escursione non si é convinti appieno e la mattina dopo si riformula completamente l'obiettivo della giornata. Siamo in autostrada verso il Gottardo, un tempo da lupi ma con delle previsioni da leccarsi i baffi. Mi autoconvinco che dobbiamo alzare il tiro e che oggi ci vuole un 3000, lancio un Cassinello. Paola annuisce e dice: ma sí, incassiniamoci! Mario oggi é un po' titubante... ma siamo in terra aliena e si lascia trascinare. Cosí a Biasca si svolta a destra.
Sappiamo poco del percorso, ma abbiamo il GPS e con facilitá troviamo la strada giusta. Attraversiamo la diga del Luzzone in auto e posteggiamo al termine della sterrata dopo tre chilometri di bella vista sul lago. Il sentiero si inerpica giá bello ripido, prima largo, poi subito stretto su pendio umido e scosceso. Nei primi cento metri, sulla destra, una profonda gola ne caratterizza una severitá che mi lascia un poco titubante per quello che troveremo dopo. In realtá, in seguito, fino al passo Soreda, sará tutta un'autostrada scavata con pioli, gradini e qualche catena seppur nei ripidi canali sfasciumosi del versante piú alto.
Al passo vediamo con sorpresa la neve fresca sul percorso che faremo verso la cima. Con il forte dubbio che la nostra meta sia ormai preclusa, superiamo un breve tratto di cresta e ci avviciniamo alle spettacolari placconate. Giganteschi lastroni di roccia sembrano frantumarsi sotto i nostri piedi, assomiglia a un ghiacciaio pietrificato con crepacci profondi di diversi metri. Un saltino e op, sul lastrone successivo... e poi ancora fino ad incontrare la neve. Diversamente da quanto si pensava inizialmente, non é cosí ripido da correre rischi in assenza di ramponi, piuttosto bisogna fare molta attenzione a non salire qualche ponte di neve sulle crepe di roccia. Con qualche immotivato brontolio alle mie spalle si arriva in vetta, magnifico,  peccato solo il meteo completamente diverso dalle previsioni che avevano promesso nuvole basse. Scattiamo qualche foto all'Adula che cerca di nascondersi in fronte a noi e poi di nuovo giú per la discesa con un freddo che minaccia e rovina la sosta pranzo. Incontriamo un uomo solitario che misteriosamente vediamo spuntare dalla vetta; ci racconterá di essere salito dalla val Scaradra, quindi dal ghiacciaio toccando Cima di Aquila, Cassimoi e per la tostissima parete sud del Cassinello. Noi invece, incassinati giá quel giusto, torniamo sui nostri passi fino a raggiungere l'auto contenti e felici.

numbers
Sara' il meteo parecchio incerto...sara' la stanchezza della settimana....
Fatto sta che i dubbi prevalgono, siamo parecchio indecisi sul da farsi, tentati da mete ambiziose, quasi convinti da una minore.....lascio fare a Paolo, fermamente convinto che in terra svizzera il meteo sara' migliore "si buca, si buca sicuro".
Ancora al mattino poco convinti.....mi scappa un "ma solo 1000 mt? Non dovremmo alzare un po il livello?".....
E cambiamo ancora. Una meta importante e selvaggia, improvvisiamo all'ultimo, qualche indecisione e la scarsa conoscenza dei luoghi, ci fan ritardare la partenza, sono da poco passate la 9.00 quando si comincia.
Ed è subito vertical....che ci fa capire cosa ci aspetta. Vallata selvaggia ed austera, impressionanti le "rampe" verticali che ci portano prima alla piana alluvionale- glaciale, poi al passo con un sentiero lettgeralmente rubato alla roccia ed alla verticalita' del canale.....Uno spettacolo!
Mi tornano i dubbi quando dal passo addocchiamo davvero la salita che ci aspetta x la cima..... oltre i lastroni e le placconate , "e quella neve???"
Si decide di provarci cmq, qualche titubanza sulla salita quando vedo il misto di lastroni umidi e ghiacciati e qualche "ponte" di neve tra le rocce di dubbia portata.....ma Paolo & Paola nn si fermano mai.....e superiamo ogni ostacolo. La vetta è li ad aspettarci, sono gia' le 13.30, tra sole e sprazzi di sereno che in pochi secondi si alternano a nuvoloni e cumuli.....le nuvole basse delle previsioni mancano all'appello, un'aria fredda ci sferza. Foto di rito e via, ci togliamo subito il pezzo rognoso, che in discesa si rivela meno complicato del previsto. Pausa pranzo veloce, lo scarno sole nn riesce a scaldarci.
In compenso la lunga e impegnativa discesa si.
Paolo scende velocissimo, io faccio compagnia a Paola, che risente dei problemi alla caviglia, e mi gusto una discesa soft, che vista la stanchezza nn mi dispiace.....i 1500 su questo terreno li sento parecchio, ed arrivo alla macchina davvero stanco, che son le 17.45.
Ambienti maestosi, roccia spettacolare, sentieri davvero ben tenuti e segnati.
Le placconate del pizzo sono davvero uno spettacolo unico ed affascinante.
Grazie ai compagni di oggi. Squadra vincente nn si cambia.
Soddisfattissimo. 
Alla prossima. 


proralba  se dalla sera resta l'idea per una cimetta in zona Carì, fuoriuscita come per magia da un  cilindro.. :),  la mattina  già è superata da altre aspettative... e sì,  la  notte porta consiglio... -  almeno per chi ha ben dormito..che ahimè non sono io, quell'attimo sconvolta oggi.. :) -  e che consiglio!!!
La mente in auto via via  si apre, pronta a nuove prospettive, ad un Cassinello proposto da Paolo che ci crede fermamente!. Mi attira subito, così come l'alzar la quota sperando in un magnifico mare di nubi....
Ma sì incassiniamoci e via! Ottima scelta:)   :)   :).
Il percorso è tutto bello, particolare e vario..se già piace oggi, immerso in nuvoloni grigi anche a  quote basse per gran parte della mattinata, figuriamoci cosa può esser col Sole!!
Subito praticamente vertical..  tutto il percorso in sostanza non molla quasi mai..a parte un attimo al pianoro, per poi iniziare la salita al passo...bellissima ..severa, dritta, ma resa perfettamente accessibile da scalini e  catene (utili se con terreno un poco umido)..in un vallone molto scosceso in realtà!
Il passo poi offre uno scenario di ampio respiro, verso la vallata circostante da un lato, ed il dirupo molto ripido appena percorso dall'altro, e, da lì, ci studiamo il Cassinello...sorprendentemente ancora un pò innevato.
Ma la neve si rivelerà percorribile.
Che meraviglia!!. Che splendide Placconate di Granito! Sembra di essere in un ambiente surreale, fatto di eleganti lastroni enormi che ci sovrastano! Lì da percorrere, tutti per noi! Uno Spettacolo! (per un attimo mi riportano al tratto finale del Corno Bianco, dejavu di un tot d'anni fa).
Ottima scelta il Cassinello! Meno male che ci abbiam creduto!!!!
Da tornare per godere appieno del panorama dalla cima, già è maestoso e affascinante  oggi!
Anche la discesa è bella tutta..ripercorriamo senza problemi le meravigliose placconate e poi gli scalini con catene..bello anche nello scendere il percorso...e via via.., se pur io lentamente purtroppo per una caviglia non a posto, ma allietata da due chiacchiere con Mario che si accoda,  arriviamo allegri, contenti e soddisfatti al lago di partenza..addolcito da un Sole caldo e dorato del pomeriggio..bello..
Grazie ragazzi, idea geniale oggi, compagnia al top come sempre!

Hike partners: numbers, proralba, paolo aaeabe


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4 I
T3+
4 Aug 19
Pizzo Cassinello (m.3103) · Poncione
T3+ F
17 Aug 19
Magnifico Pizzo Cassinello 3.103 mt. · brown (Girovagando)
T3+
6 Aug 15
Cassinello · froloccone
T4 F
20 Aug 17
Pizzo Cassinello (3103 m) · saimon

Comments (12)


Post a comment

Poncione says:
Sent 2 October 2019, 07h25
Cima bellissima e di soddisfazione, bravi a sfidare il meteo ballerino.

paolo aaeabe says: RE:
Sent 2 October 2019, 08h09
Grazie, effettivamente anche se non c'era molta vista, quelle formazioni rocciose sono davvero interessanti, mi piacerebbe saperne di piú su come si sono formate...

GIBI says:
Sent 2 October 2019, 08h34
Già lo immagino Mario mentre saliva cantare :

Paolo Paolo Pa, Paolo maledetto
ma perché non l'hai, perché non l'hai detto.
Paolo Paolo Pa, Paolo maledetto
ma perché non l'hai, perché non l'hai detto mai.…

poi invece alla fine sarà stato contento della splendida giornata !

Complimenti al trio, decisamente una bella cima anche nei miei programmi futuri

ciao Giorgio

paolo aaeabe says: RE:
Sent 2 October 2019, 19h01
Oddio nooo, nella mia vita non sai le volte che me la sono sentita cantare... Mario é molto educato e non lo farebbe mai!!
Grazie, vedi di trovare un tempo migliore quando andrai...
Ciao
Paolo

danicomo says:
Sent 2 October 2019, 10h01
Hahahaha, bella la canzone del Paolo maledetto!
Gran scelta bravi...

paolo aaeabe says: RE:
Sent 2 October 2019, 19h02
Grazie! ... ma la canzone é orrenda...
Ciao

igor says:
Sent 2 October 2019, 20h55
Bravi bella cima !

paolo aaeabe says: RE:
Sent 2 October 2019, 22h14
Concordo! Grazie

Camoscio says:
Sent 3 October 2019, 12h57
Spero che rimanga lì e non si muova perché lo devo ancora raggiungere dopo che per due volte ha fatto di tutto per non farmi arrivare in cima! :) Complimenti al gruppo!

paolo aaeabe says: RE:
Sent 10 October 2019, 21h37
Grazie! Scusa il ritardo ma ora i messaggi di hikr mi vanno in spamm...

Menek says:
Sent 3 October 2019, 18h58
foto eloquenti... ciaux
Menek

paolo aaeabe says: RE:
Sent 10 October 2019, 21h38
Ciaux Menex...
Paolux


Post a comment»