COVID-19: Current situation

Pizzo di Corbella, Pizzo d'Orgnana, Cima di Nimi, Cima di Aiarlo


Published by Andrea! , 8 November 2017, 10h35. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike: 4 November 2017
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione Piancascia 
Time: 10:00
Height gain: 2400 m 7872 ft.
Route:19,9 km a/r
Access to start point:Gordevio, Val Maggia (Svizzera).
Accommodation:Capanna Nimi (Apertura stagionale)

Poge:
Da tempo in cantiere questo giro attendeva il momento giusto per essere messo in atto.

La sera prima provo a coinvolgere Alessandro & Emiliano che accettano la piccola sfida ... più o meno consapevoli di ciò che li attende. Oltre a goderci il bel giro, l'obiettivo è anche quello di riuscire a rientrare all'auto prima che faccia buio ... c'è anche una piccola scommessa in ballo che ci incita ... riusciremo a vincerla?

Si parte subito di buon passo verso Cortascia dove proseguiamo dritti lungo un sentiero non ufficiale che ci conduce all'Alpe Chiegg da cui, con un bel traverso, rientriamo verso un sentiero con qualche bollo rosso che ci porta all'Alpe Spluga. Proseguiamo seguendo una traccia per poi, con un tratto discretamente ripido nei pratoni, ricollegarci finalmente al vero sentiero dove ancora ci chiediamo perchè non l'abbiamo seguito fin dall'inizio ... va beh ... misteri insondabili ... oppure la parte inconscia di Poge voleva portarci verso altre bocchette ... mistero.

Giungiamo quindi alla Bocchetta di Orgnana e da questa in breve siamo alla prima cima di giornata, il Pizzo Corbella. Il clima freschino e il panorama nuvoloso non invogliano a soste prolungate ... ma d'altronde la lunghezza del giro ci "impone" di tenere dei ritmi sempre abbastanza sostenuti.

Tornati alla Bocchetta imbocchiamo l'Alta Via della Val Maggia, sentiero che successivamente abbandoniamo momentaneamente per proseguire in un canale erboso e poi lungo dorsale fino a raggiungere il Pizzo d'Orgnana dove ci concediamo una sosta un pochino più lunga. Continuiamo ancora per un tratto lungo la dorsale e poi torniamo sull'Alta Via che con bel percorso ci fa transitare dal Mott di Pegor e dalla Cima per poi arrivare al Passo di Nimi ... dove ci potrebbe essere una possibilità di discesa diretta verso Gordevio transitando dall'Alpe Nimi.

Ma le gambe girano ancora molto bene e siamo negli orari ipotizzati ... quindi proseguiamo velocemente fino alla Cima di Nimi che raggiungiamo di buon passo. La vicina Quota 2259 sarebbe ben più degna di ricevere l'appellativo di cima ma tant'è che sulla carta quella nominata è questa ... stranezze geografiche ...

Ora ci attende la lunga cresta che ci condurrà sulla "ambitissima" Cima di Aiarlo. Questa parte del percorso è forse la più selvaggia, svolgendosi principalmente su tracce più o meno visibili e che in alcuni punti richiedono più attenzione rispetto al percorso effettuato fino ad ora, nulla di tremendo ma arrivando qui con oltre 2000 metri di dislivello nelle gambe bisogna tenerne conto.

I vari sali scendi presenti lungo la cresta sembrano non volerci far giungere in vetta ... e siamo ben soddisfatti quando tocchiamo l'ometto: forse averla raggiunta come ultima cima della giornata le dona un sapore di bellezza maggiore di quello che l'estetica sembrerebbe offrire.

Ora ci attende ancora la lunga discesa. Del primo tratto c'è poco da dire ... ci si spara giù dritti lungo pratoni "liberi" verso l'Alpe Aiarlo di Dentro. Il terreno che offre un discreto grip ci permette una discesa abbastanza veloce ... in salita, proporzionalmente, sarebbe molto più faticosa. Nei pressi dell'Alpe Aiarlo mettiamo finalmente piede su un gran bel sentiero che attraverso boschi di faggi magnifici ci porta a Mella, poi una brevissima salita per Malai e poi la picchiata a Gordevio ... dove giungiamo giusti giusti alle 17:10 ... con ancora un po' di luce ... scommessa vinta!!!

Poncione
Poco davvero da aggiungere... un giro ad ampio raggio, che avrebbe senz'altro meritato panorami migliori. Ma è anche e soprattutto in queste giornate un po' grigie e nebulose che la montagna sa essere davvero magica. Un gran bel concatenamento, che mi fa desiderare di tornare da queste parti per vedere un po' la "seconda tappa" della VAVM, "abortita" ben quattro anni fa' dal sottoscritto. Chissà.
Grazie ad Andrea per la bella (e un pochino perversa) idea. ;)

froloccone
Giro stupendo e "integrale" con ambienti davvero diversi tra loro. Grazie ai soci per la condivisione e soprattutto ad Andrea per la proposta eccezionale.

Hike partners: Poncione, froloccone, Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (23)


Post a comment

danicomo says:
Sent 8 November 2017, 10h46
Miiiiiiiiiii.... ma non è mica un lavoro!!

froloccone says: RE:
Sent 8 November 2017, 11h17
No.....ma dovevamo correre a casa a fare la relazione !!!!!
:))Ciao.
ALE

danicomo says: RE:
Sent 8 November 2017, 11h38
Ah... ecco.
Il fine (la relazione) e il mezzo (la faticata)....
Andiamo bene....;-))))

froloccone says: RE:
Sent 8 November 2017, 11h50
Il fine non è il nostro:))))

danicomo says: RE:
Sent 8 November 2017, 12h03
C'erano, almeno, le birre fresche in auto??

froloccone says: RE:
Sent 8 November 2017, 12h06
Ho tenuto alto l'onore dei birraioli al Grotto........

Poncione says: RE:
Sent 8 November 2017, 14h01
Allora non sono l'unico a pensarla così. ;)

Menek says:
Sent 8 November 2017, 11h43
Voter si macc... però bravi, e perversi.
Menek

froloccone says: RE:
Sent 8 November 2017, 11h51
Grazie Dom!!!!
Ciao
ALE

Simone86 says:
Sent 8 November 2017, 12h32
che tour mastodontico,un dislivello pazzesco e delle cime che fanno sempre sognare. Un domani sicuramente da emulare la vostra bella impresa, credevo più sviluppo in km, ma meglio cosi!! bravi!!

Andrea! says: RE:
Sent 8 November 2017, 12h54
Ma sai che volevo invitarti ... poi come spesso accade che cosa fare lo si sceglie solo il giorno prima e non c'è tempo per avvisare.

E' un tour che si presta bene in questo periodo: il poco sviluppo permette di "mangiarsi" il dislivello "base" in poco tempo e godersi maggiormente la parte alta del percorso.

Nel caso non si fosse sicuri di rientrare con ancora un po' di luce si potrebbe tranquillamente salire fino alla Cima di Nimi (o evitare del tutto la cima) e poi tornare alla Bocchetta di Nimi per scendere verso l'Alpe Nimi e poi Gordevio.
Così facendo si evita la "lenta" cresta del Monte Aiarlo, la parte fuori sentiero fino all'Alpe Aiarlo e alcuni tratti nel bosco che con la marea di foglie presenti potrebbero creare qualche piccolo problema con il buio.
E poi la discesa e più diretta e veloce.

A presto.
ANDREA



irgi99 says:
Sent 8 November 2017, 14h27
Complimenti per la mega sgambata...!!!

Andrea! says: RE:
Sent 8 November 2017, 15h28
Grazie.
E' stata una gran bella giornata!
A.

igor says:
Sent 8 November 2017, 20h49
Bravi bel giro.

Andrea! says: RE:
Sent 8 November 2017, 20h58
Grazie.
A.

blepori says:
Sent 9 November 2017, 07h23
ciao, questo è un giro dei miei però...bravissimi benedetto

varg88 says:
Sent 9 November 2017, 12h50
Beatiful and useful photos since they show the route! Thanks very much for uploading :)

Andrea! says: RE:
Sent 10 November 2017, 17h39
Thank you.
If you want to repeat the excursion, I suggest you to take the right path. The right path is the one that goes to the left before the "Roman bridge", without going through Cortascia.
This saves you some time.
Bye.
Andrea

varg88 says: RE:
Sent 11 November 2017, 14h06
Thanks for the advice, appreciate that! I'll keep it in mind when I'll go for the tour :)

GIBI says:
Sent 9 November 2017, 13h37
Giusto giusto ultima e poderosa cavalcata prima dell'imminente e puntuale nevicata !!! ... complimenti al trio

ciao Giorgio

Andrea! says: RE:
Sent 10 November 2017, 17h41
Esatto, consapevoli che il giorno successivo saremo rimasti a casa valeva la pena "forzare" un pochino la gita del giorno prima.

Grazie Giorgio.
Ciao.
Andrea

Sent 9 November 2017, 23h06
....vedo che la Pogite sta mietendo sempre vittime...è sempre più contagiosa...:))))!!!!!
Grandissimi ragazzi!!! Girone e dislivello da paura!!!
Da Oscar Hikeriano!!!
Ciaooo
Graziano

Andrea! says: RE:
Sent 10 November 2017, 17h54
Questa viene ufficialmente definita un POG-GITA!

Grazie e ciao.
Andrea


Post a comment»