COVID-19: Current situation

Sei Grande ... Grande ... Grande ... un Sasso Grande !


Published by GIBI , 16 May 2017, 15h38.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike:13 May 2017
Hiking grading: T5 - Challenging High-level Alpine hike
Mountaineering grading: PD
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo San Lucio-Monte Boglia 
Time: 5:30
Height gain: 1200 m 3936 ft.
Height loss: 1200 m 3936 ft.
Route:Km. 24 > Madonna d'Arla, Setalon, Petrolzo, Alpaccio, Mataron, Alpe Pairolo, Capanna Pairolo, Passo Pairolo, Bassa d'Ogè, Passo Streccione, Sasso Grande, Passo Streccione, Bocchetta di Brumea, Pian di Scagn, Alpe Bolla, Pian Soldino, Stabbio, Villa Luganese, Sonvico, San Martino, Monte Roveraccio, Paragna, Fiè, Madonna d'Arla.
Access to start point:Autostrada A2 uscita Lugano Nord, prendere la nuova galleria Vedeggio - Cassarate proseguire in direzione Val Colla, Sonvico oltrepassato quest'ultimo si giunge alla Cappellina sulla strada di Madonna d'Arla punto di partenza dell'escursione con qualche parcheggio a disposizione
Maps:Strade di pietra n° 3, scala 1 : 30000, Valli di Lugano, Valsolda, Val Morobbia, Val Cavargna, Traversagna

Già ben conoscete la mia scarsa propensione all’arrampicata, fatemi camminare anche su e giù per delle ore e sono nel mio ambiente ma se solo sono a conoscenza in anticipo che devo fare anche solo qualche passaggio esposto rimango nell’ansia tutta la giornata però oggi non ne so neppure io il motivo ma mi sono svegliato con l’idea che dovevo salire sul Sasso Grande.
Su questa bella e in parte insidiosa vetta del gruppo dei Denti della Vecchia posta a cavallo tra la Val Colla e la Valsolda ci ero già salito più di 20 anni fa nel 1995 o 1996 in compagnia dell’amico Alessio mentre Claudio e l'husky di allora Bassy ci avevano aspettati al passo, ero sicuramente più giovane ma pesavo anche decisamente qualche Kilogrammo di troppo ( vedi foto di repertorio) ma in merito alle difficoltà incontrate non ricordavo praticamente nulla !




Mi avvio dalla Cappellina della Madonna di Arla al canonico orario delle 11.30 per salire verso l’Alpe Pairolo, passo da Segalon e Petrolzo e raggiungo il bel punto panoramico del Mataron, proseguo in piano per l’Alpe Pairolo scendo all’omonimo rifugio risalgo al passo e mi inoltro nel bel sentiero che porta ai Denti della Vecchia, costeggio i Sassi Palazzi e raggiungo il Passo Streccione ai piedi del Sasso Grande dove inizia la parte più  impegnativa della giornata, inizio quindi a salire rincuorato dal fatto che il percorso è tutto ben bollato di giallo arenandomi però quasi subito in un tratto apparentemente con scarsi appigli, strapiombante e per non farsi  mancare niente anche bello umido, mentre sto facendo tutte le mie valutazioni sul proseguire o meno scendono dalla vetta una coppia di escursionisti di lingua tedesca e per agevolare il loro passaggio mi tocca appendermi quasi  penzoloni da un ramo, una volta passati loro mi decido per continuare la salita cercando di non pensare al fatto non trascurabile che poi di lì devo anche scendere, ascesa che mi presenterà  ancora un altro paio di passaggi di quelli non proprio agevoli e tranquilli anche se come avevo letto in qualche recensione precedente i cespugli di rododendri fanno si che l’esposizione pur presente e insidiosa sia meno visibile e infine con un ultimo saltino finale per superare una fenditura nella roccia poco prima delle 13 raggiungo la panoramica vetta. 

Tempo di guardarmi un po' intorno, scattare qualche foto e firmare il libro di vetta e la preoccupazione per la successiva discesa si fa opprimente e così solo un decina di minuti dopo comincio a calarmi per tornare al Passo Streccione superando con le dovute attenzioni ma a dire la verità senza troppi patemi d'animo le difficoltà e una volta di nuovo a " terra " tiro un bel respiro di sollievo, riprendo quindi il sentiero che attraverso la Bocchetta di Brumea porta al Pian di Scagn dove faccio una mezzoretta di pausa per rifocillarmi, cominciano però ad avvicinarsi le nuvole, il sole va e viene e visto poi che il giro è ben lungi dall'essere vicino alla sua conclusione mi rimetto in viaggio scendendo all'Alpe Bolla e quindi a Stabbio per poi spuntare nell'abitato di Villa Luganese e quindi a quello di Sonvico.
Qui riprendo a salire verso la bella Chiesa di San Martino per poi raggiungere per la prima volta il Monte Roveraccio che si rivela una piacevole sorpresa con panoramicissima vista sui Denti della Vecchia che sembrano ( solo alla vista però ) vicinissimi e infine breve discesa fino a chiudere questo bellissimo giro quando manca solo un quarto d'ora alle 18 rispuntando alla Cappelletta di Madonna d'Arla.

Giorgio



Escursione odierna di Km. 24

T5 ... unicamente per il breve tratto tra Passo Streccione e Sasso Grande il resto è tutto un T2

NB ... Tempi indicati soste escluse :

Madonna d'Arla - Capanna Pairolo - Passo Streccione - Sasso Grande > 2h 15'
Sasso Grande - Alpe Bolla - Pian di Scagn - Villa Luganese > 2h
Villa Luganese - Sonvico - San Martino - Monte Roveraccio - Madonna d'Arla > 1h 15'

 

Hike partners: GIBI


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (22)


Post a comment

Angelo & Ele says: BRAVO!!!
Sent 16 May 2017, 16h02
Venti anni dopo la "Vecchia" e i suoi Denti sono sempre più anziani e logori ma tu, invece, sei sempre più in forma!

COMPLIMENTI per aver vinto i tuoi timori e per il tuo lungo e bel giro...

Cari saluti...

P.S.
Bella la tua foto di 20 anni fà...

GIBI says: RE:BRAVO!!!
Sent 16 May 2017, 17h04
da notare ... scarponcini del mercato da 25000 lire e zainetto tattico trovato nel fustino del Dash !

cristina says:
Sent 16 May 2017, 16h50
Noi eravamo sulle Fiorine :-))))

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 17h47
... vent'anni fa ?

cristina says: RE:
Sent 16 May 2017, 17h57
Sabato :-))) !!!! 20 anni fa non sapevo nemmeno della loro esistenza :-)))

Giansa says:
Sent 16 May 2017, 16h58
Bravo! E da solo, noi avevamo Ale ed Emiliano a scortarci.
Ciao.
Elena e Giampiero

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 17h57
... ho letto che voi avevate i due Angeli custodi !

ciao Giorgio

danicomo says:
Sent 16 May 2017, 17h36
Ma che bel giovine che eri.....

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 17h58
... " leggermente " sovrappeso !!!

danicomo says:
Sent 16 May 2017, 18h03
Sei una "stranezza"...
In genere si è magri da giovani e poi ci si appesantisce con gli anni....

igor says:
Sent 16 May 2017, 18h34
Grande Giorgio ! Bel giro !

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 21h50
grazie Igor ... tu poi su questi terreni sei di casa e li conosci a memoria !

numbers says:
Sent 16 May 2017, 20h30
Un grande Giorgio x un Sasso grande !!!

:):):)

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 21h57
Grazie Mario ... una tantum per variare un po' dai soliti giri mi sono cimentato su un tratto pur breve che solitamente evito !

Menek says:
Sent 16 May 2017, 21h02
Bella Gio... bravo ad affrontare "terreni" non tuoi e bella foto d'antan. :))) A presto
Menek

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 22h03
Grazie Dome ... tu su questi terreni ci vai a nozze !

a prestissimo
Giorgio

Poncione says:
Sent 16 May 2017, 21h17
Bravissimo Giorgio, il Sasso Grande è una cima davvero immancabile... e difatti non te la sei fatta mancare. :)
Ciao

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 22h07
Grazie Emiliano ... l'importante è non prenderci troppo gusto a fare queste cose soprattutto da solo !

Giorgio

Simone86 says:
Sent 16 May 2017, 21h53
Visto che non ne ricordavi le difficoltà..Era decisamente un'esperienza da rivivere pienamente, complimenti per l'audacia!!

GIBI says: RE:
Sent 16 May 2017, 22h08
incosciente da giovane ... incosciente anche da anziano !

ciao Giorgio

Sent 17 May 2017, 10h17
Bravo Giorgio !
ti chiederò consiglio, vorrei proprio salirci, ed è nei to-do da tempo, ma l'idea dell'arrampicata esposta proprio non mi piace (ed al contrario di te, io il peso l'ho aggiunto ...). Ho letto e riletto tante relazioni, ma non mi sono ancora convinto.
CIAOOOOOOOOOOOOOOO

GIBI says: RE:
Sent 17 May 2017, 11h29
... in effetti omonimo ci ho messo un bel po' di anni anche io prima di convincermi a tornare !

nonostante il tratto pur breve da farsi ci sono due ... tre punti da tirarsi su di forza, niente di trascendentale però si è abbastanza esposti e non si può sbagliare ... bisogna solo convincersi e trovare l'attimo giusto per farlo ...


Post a comment»