Cresta... Cime di Pozzuoli-Scona d'Batagg-PuntaTuriggia


Published by ciolly , 5 July 2016, 23h41.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 3 July 2016
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 10:30
Height gain: 1800 m 5904 ft.
Height loss: 1800 m 5904 ft.
Access to start point:Gravellona Toce-Villadossola-Montescheno-Antronapiana-Cheggio (Bacino dei Cavalli)
Maps:CNS Saas 1329

Riprendo la dorsale che separa la Val Troncone dalla Val Loranco, dalla sella tra Il Segnale (quota 2545) e i  Gemelli Ton, proprio dove ero arrivato la volta precedente partendo allora dal Lago di Antrona.

La partenza è un po’ ritardata… dai rigori… comunque, visto che le previsioni danno bel tempo per tutta la giornata, non dovrebbero esserci problemi per riuscire a completare questo lungo e selvaggio tour…

 

Cheggio ore 8,30: Seguo il percorso che costeggia il Bacino dei Cavalli sino all’inizio del pendio erboso che risale il ripido fianco est… diretto ma faticoso… sino all’evidente duplice gobba del Monte Forcolaccia (mt 2091) con al centro la copia dei piloni bianco-rossi della teleferica di servizio al Rifugio Antrona.

Erba, rododendri, e qualche rado albero… difficoltà poche ma fatica tanta… per uscire tra le gobbe del Forcolaccia poco sopra i ruderi dell’Alpe Curtit dove si scorgono le tracce del sentiero diretto ai superiori Laghi di Pozzuoli.

Senza scendere sino all’alpeggio, con un traverso più alto… non so quanto redditizio… raggiungo l’ampia conca oltre i Gemelli Ton ripotandomi così a riprendere la costiera Pozzuoli-Turiggia alla sella prima del Segnale…

 

Il Segnale ore 12: Ora, da qui in poi, c’è solo da seguire la sinuosa dorsale… da Il Segnale al Turiggia.

Sino alla quota 2602 si viaggia per lo più in piano… si cammina… poi la cresta prosegue dentellata, con grossi blocchi malagevoli… nulla di difficile, la roccia nel complesso è bella solida… rimontando il punto culminante (mt 2701) della Cresta di Pozzuoli.

Oltre la Cima di Pozzuoli la cresta, sempre rocciosa, perde leggermente quota prima del ripido tratto (max II°) che porta alla Quota 2762 oltre la quale il percorso, anche se in parte su sfasciume, ritorna ad essere camminabile…

 

Punta Turriggia ore 14,45: spettacolare vista circolare su tutti i monti della Valle Antrona… Andolla, Pizzo Loranco, Bottarello, Cresta di Saas…

 

Tornato al Passo di Turriggia, che non è la depressione più bassa ma un passaggio su cengia circa a metà della dorsale segnalato con un ometto, posso scendere ai vasti nevai che ancora ricoprono la conca del Ciapivul “glaciale” e da qui abbassarmi sul fondovalle del Loranco… molto impetuoso… per studiare il da farsi…

Varcare il torrente per raggiungere l’Alpe Camasco e da qui il Rifugio Antrona pare impossibile, quindi non mi resta che ritornare in parte sui miei passi per poter traversare sulla linea dei Laghi di Pozzuoli Inferiori (traccia segnalata) tornando così alla base del Forcolaccia ai ruderi dell’Alpe Curtit…

Di fare tutto il lungo giro col passaggio sul tibetano non mi va… ho già camminato a basta… così opto nuovamente per la diretta, al quanto scivolosa, dalla verde Est del Forcolaccia… ancor più faticosa che farla in salita…

 

Alpe Cheggio ore 19: Più lunga e del previsto… sono stracco stracco…

…e anche questa è andata!!!


Hike partners: ciolly
Communities: Hikr in italiano


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (12)


Post a comment

Menek says:
Sent 6 July 2016, 09h17
Girone power!!!

ciolly says: RE:
Sent 6 July 2016, 22h28
Sì,proprio un bel girone...
... senza incontrare nessuno... oltre ai Cervi!!!

igor says:
Sent 6 July 2016, 10h16
Ciolly power Mountain !!!! Ciao Igor

ciolly says: RE:
Sent 6 July 2016, 22h29
Ciao Igor,
Grazie!
adry

Sent 6 July 2016, 19h00
Uno dei posti più selvaggi che io conosca: Grande, Adry!!!!
Si va via tranquilli dalla Forcolaccia al Segnale? Grazie, ciao

ciolly says: RE:
Sent 6 July 2016, 22h39
... mi son infognato tra alberelli e rododendri per cercare un passaggio sul fiume Lor... ma non c'è stato verso...
Gambe e Braccia... no comment!!!
Il Forcolaccia è giusto un centinaio di metri sopra l'Alpe Curtit... si può traversare più in alto, come ho fatto io, oppure scendere all'Alpeggio e sfruttare la traccia...
non so quale fra le due possibilità sia più conveniente, comunque problemi per andare al Segnale non ce ne sono e rispetto al giro lungo col ponte Tibetano penso che si risparmi una buona oretta.

Ciao
Adry

tignoelino says: RE:
Sent 6 July 2016, 23h11
uh, dal ponte tibetano, rischi di perderti, meglio di lì

veget says:
Sent 6 July 2016, 20h20
non finisci di stupire,,,, solo tu puoi progettare un giro così, (dopo i rigori),
Complimenti!
e buona anche la prossima
Eugenio


ciolly says: RE:
Sent 6 July 2016, 22h54
Grazio Eugenio,
Ero già stato con Edy alla Scona salendo per la cresta Nord... la Schiena dei Batacchi... dal Ciapivul... cresta bellissima di III°, poi eravamo andati anche al Turiggia e con un lungo anello alto (eterno) avevamo traversato dalle Coronette al Rifugio Andolla...
Per completare il gruppo mi mancava ancora il tratto dal segnale alla quota 2762...
piuttosto lungo e faticoso ma nulla di difficile...
...diciamo si resta nel limite EE o al massimo un F alpinistica
...peccato per i rigori (con balletto)...
Adriano

jkuks says:
Sent 6 July 2016, 20h27
Complimenti!

ciolly says: RE:
Sent 6 July 2016, 22h56
Ciao Gianluca...
Grazie!
Adriano

Poncione says:
Sent 7 July 2016, 13h21
Ambienti stupendi e selvaggi, megagiro nel tuo perfetto stile.
Ciao


Post a comment»