LA traversata dei Lyskamm


Published by Andrea! Pro , 15 July 2015, 22h37. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:11 July 2015
Mountaineering grading: AD
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I   CH-VS 
Time: 2 days
Height gain: 2950 m 9676 ft.
Route:30 km a/r
Access to start point:Staffal, valle di Gressoney

Poge
Usciamo dal rifugio, intorno silenzio e stelle.
Facciamo gli ultimi preparativi in silenzio, giusto poche essenziali parole: è il silenzio che precede gli eventi importanti. Scendiamo sul ghiacciaio e iniziamo la nostra costante marcia. Ancora poche luci in giro, un paio davanti a noi e una dietro in arrivo dal Rifugio Mantova. Partire presto ha i suoi vantaggi in questi luoghi.

Partiamo bene, tranquilli e concentrati.

Poche luci, poche parole, occhi puntati costantemente sul terreno per individuare bene i crepacci, qualcuno enorme con dei ponti da brivido (che differenza rispetto all'anno scorso). Raggiungiamo l'attacco, mettiamo via il materiale inutile e diminuiamo la distanza con la corda. E' arrivato il tanto atteso momento: si attacca la cresta dei Lyskamm. Le condizioni sono ottime e così pure la traccia.

Saliamo bene, tranquilli e concentrati.

Superiamo il tratto orizzontale di cresta, quello che potrebbe dare parecchi problemi e poi su per la scala ghiacciata al primo Lyskamm. E' una vetta per noi importante ma sappiamo che ci attende la seconda, così breve pausa e ripartiamo.

Continuiamo bene, tranquilli e concentrati.

La bellissima cresta regala momenti emozionanti, superiamo tratti aerei, qualche roccetta, altri tratti aerei e siamo sulla seconda vetta. Ora sappiamo che ce l'abbiamo fatta, siamo riusciti a compiere la traversata dei Lyskamm. Qualche lacrima spunta dagli occhi ma è forse colpa di una folata di vento. Possiamo goderci maggiormente la vetta, la discesa sarà lunga e non banale ma il più è fatto. Ci stringiamo la mano, poche ed essenziali parole: è il silenzio degli eventi importanti. Il silenzio della consapevolezza di aver condiviso con un amico importante un momento di gioia.

Iniziamo quindi la discesa, tranquilli e concentrati.


Rocraf74
Finalmente incredibile... finalmente riesco a realizzare un altro dei miei sogni d'alta quota.
L'anno scorso dico ad Andrea che mi sarebbe piaciuto andare a fare la traversata dei Lyskamm e che è da parecchio tempo che ci penso. Prenotiamo per 3, ma purtroppo il 2014 ha avuto un'estate molto piovosa e per ben 2 volte, pur avendo prenotato, siamo costretti a rinviare. Alla fine decido di lasciare la caparra e non farmela restituire, certo che prima o poi questa gran gita sarei riuscito a farla.
A primavera richiamo il rifugio per prenotare e per fortuna a Luglio ci sono 3 posti per le date del 4 e 5 o per l'11 o 12. Visto l'impegno lavorativo di Andrea del 4, ci resta solo la data dell'11 e 12. Bene, prenoto!
Alla fine partiamo solo in 2, Enrico ci da buca e non siamo riusciti a trovare nessun altro. Peggio per loro, non sanno che giornate si sono perse.
Certo che con Andrea le varianti non finisco mai, ecco fatta la gran gita.
Già l'anno scorso eravamo intenzionati a salire a piedi al Gniffetti, ma non certamente di fare tutto a piedi da Gressoney.
Ecco il nostro percorso: Gressoney, cima Alta Luce (prima variante), Gniffetti, traversata Lyskamm Orientale e Occidentale, Quintino Sella e poi giù fino a Gressoney ma dal passo della Bettolina (seconda variante). 
Cosa dire di più?
Il grande giorno è domenica, ci si alza alle 3 e, come previsto, il cielo è limpido e  la temperatura assolutamente ottimale. Fatta colazione e messa tutta l'attrezzatura ecco che si parte con uno zaino leggerissimo scendendo dal rifugio fino a toccare il ghiacciaio. Sono le 4 e 10 minuti circa. La neve è dura, la notte per fortuna ha raggelato, non era così scontato viste le temperature. Si sale al buio sul ghiacciaio passando su qualche ponte di neve e saltando qua e là qualche crepaccio. Che dire, rispetto all'ultima volta, quando feci la capanna Margherita con Graziella (Lella), le cose sono assolutamente cambiate. Quanti crepacci!!!
Tagliamo prima del colle del Lys verso la cresta base della nostra scalata. Arrivati al colle beviamo e ci sistemiamo per la grande impresa. Si parte e subito si passa la crepacciata alla base della cresta con molta facilità. In breve tempo eccoci sulle cresta, proprio nel momento in cui il sole albeggia. Che spettacolo e che fortuna, non c'è vento, non fa freddo: waw che giornata!!!
Si prosegue sulla cresta di neve, si fa su e giù e poi si sale quasi verticalmente sulla prima cima, il Lyskamm orientale. Eccoci in cima a 4527 m verso le ore 7.30. Da qui si gode una splendida vista e finalmente riusciamo a vedere per intero tutto il nostro percorso. Dalla croce si fa un breve traverso su neve e poi giù dritti fino al colle dove il vento si fa sentire. Da questo punto si fa un su e giù, fra un misto di roccia e di neve...direi i passaggi più difficili. Eccoci in cima alla seconda vetta, il Lyskamm occidentale, a 4479 alle 8.50. Ed ora comincia la lunghissima ed interminabile discesa passando per il rifugio Quintino Sella (ore 11), dove sostiamo un'oretta per rifocillarci. Da qui a capofitto giù per la splendida cresta che porta alla funivia del Bettaforca. Già da ieri Andrea nominava il passo di Bettaforca e durante la splendida cena al Gniffetti (2 primi, un secondo con 2 contorni + dolce e frutta fresca!!!) sottolineava la volontà di fare tutto a piedi senza impianti scendendo dal passo della Bettolina, ma non era sicuro che esistesse. Quindi? Arrivati in un punto ove avvistiamo un piccolo di stambecco vediamo 2 persone vicino ad un laghetto sottostante. Ecco ci siamo, cosa facciamo? Prendiamo la mia cartina e vediamo che il sentiero è ben tracciato. Deciso scendiamo dal sentiero n° 1 e dal passo della Bettolina.
Il sentiero è ben tracciato, ma assolutamente poco frequentato, e garantisce una vista spettacolare da prima solo sul ghiacciaio del Lys Orientale e poi, man mano che si scende, ecco aprirsi la valle anche sul ghiacciaio del Lys occidentale: che spettacolo! Nello scendere riesco a fare anche qualche bella foto a qualche fiore. Che giornata incredibile. Il sentiero è assolutamente ripido e ci porta a valle velocemente. Arrivati in fondo ci attende però ancora un lungo traverso che ci porterà a Gressoney. Ore 15:15: ecco l'ultima foto scattata da dei turisti con noi due sorridenti e soddisfatti. Molto soddisfatti....e questa volta il regalo ce lo siamo fatti! La gioia è stata veramente incontenibile. Grazie mille Andrea. Alla prossima.

Hike partners: Andrea!, RocRaf74


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (39)


Post a comment

micaela says:
Sent 15 July 2015, 23h08
Coinvolgente, emozionante, il tuo racconto, Andrea.
Complimenti ad entrambi per aver raggiunto il vostro sogno.
Ciao, Micaela

Andrea! Pro says: RE:
Sent 15 July 2015, 23h26
Grazie molte Micaela.
Andrea

ciolly says: Liskamm
Sent 15 July 2015, 23h08
Ciao Andrea,
Bravi e complimenti per la magnifica traversata
Adry

Andrea! Pro says: RE:Liskamm
Sent 15 July 2015, 23h25
Condizioni strepitose ... a parte i crepacci molto aperti.
Andrea

Sent 15 July 2015, 23h42
Senza parole...
solo emozioni...
vere...

Bravissimi e complimenti...!!!

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h13
Si, emozioni che ancora ballano dentro.

Angelo & Ele says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h52
Bravo...

Rimani così e non cambiare mai... perchè nessuna performance può sostituire o appiattire una vera ed intima emozione...

Ciao...

Angelo

Sent 15 July 2015, 23h58
Non è stata una folata di vento .... è la montagna Ragazzi!

Grandi !!!

Ciao
Aldo

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h15
Grazie Aldo.
Per fortuna mi capita ancora di commuovermi su alcune cime!
Andrea

Poncione says:
Sent 16 July 2015, 00h21
Chapeau a entrambi, che altro dire?

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h17
Ti ringrazio.
A.

beppe says: Bellissimo
Sent 16 July 2015, 04h57
Bravissimi
Ciao
Beppe

Andrea! Pro says: RE:Bellissimo
Sent 16 July 2015, 11h18
Grazie Beppe, è stato davvero fantastico.
A.

Daniele says: Bravi!
Sent 16 July 2015, 07h54
Resta uno dei miei sogni nel cassetto... chissà...
Ciao
Daniele

PS: bello anche il sentiero per scendere a piedi a Gressoney... fatto "qualche" anno fa con Marco e Cristina... se me lo dicevi, ti toglievo subito il dubbio sulla sua esistenza!

Andrea! Pro says: RE:Bravi!
Sent 16 July 2015, 11h20
Mai dire mai Daniele .... chissà!

Mi ricordavo della vostra salita e discesa dal Castore ma poi non avevo approfondito la questione su quale sentiero prendere. Anche perché ci siamo lasciati aperti la possibilità di prendere gli impianti se fossimo stati cotti.

Max64 says:
Sent 16 July 2015, 08h11
Da professionisti.
Bravi
con ammirazione
Max

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h24
Grazie.
Più che professionisti, due pischelli con buona volontà e un pizzico di fortuna (per le condizioni trovate).
A.


Francesco says:
Sent 16 July 2015, 08h15
.Invidia !!!!
Bravi.

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h29
Grazie.
I posti sono magnifici, ogni volta è uno spettacolo.
Andrea



cristina says:
Sent 16 July 2015, 08h27
Complimenti!

Quella cresta mette strizza solo a guardarla!

Ciao Cri

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h27
Grazie Cri.
In effetti ogni passo va "controllato" e finché ti muovi non guardi altro se non dove stai mettendo i piedi.
I tratti più difficili, secondo me, sono quelli dove la cresta diventa orizzontale e non riesci ad appoggiare le mani.


cristina says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h28
Proprio a quelli pensavo!

Rimarrà un sogno!

cristina says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h35
Non che il resto sia facile poi :-)))

cappef says:
Sent 16 July 2015, 08h35
complimenti...grandissimi...SUPER!!!!

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h51
Grazie.
SUPER sono quei luoghi, davvero magnifici.
A,

Simone86 says:
Sent 16 July 2015, 10h24
Un sogno in più avverato! bravissimi!

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h52
Grazie.
Una salita voluta da tempo e incredibilmente realizzata!
A.

ivanbutti says:
Sent 16 July 2015, 10h31
Davvero bravissimi, complimenti sinceri.

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 11h30
Grazie Ivan.
E bello poter condividere queste gioie.
A.



GAQA says:
Sent 16 July 2015, 13h02
Sincerissimi congratulazioni....immensi ! ..
Alessandro.

Andrea! Pro says: RE:
Sent 16 July 2015, 14h17
WOW!!!
Grazie tante per le tue parole.
A.

danicomo says:
Sent 16 July 2015, 17h21
Bellissimo e bravissimi.....
Daniele

Andrea! Pro says: RE:
Sent 17 July 2015, 08h39
Grazie.
Ci siamo divertiti.
Andrea

Daniele66 says:
Sent 16 July 2015, 22h06
Bella e in certi passaggi sembra di occare il cielo Complimenti Daniele66

Andrea! Pro says: RE:
Sent 17 July 2015, 08h41
Si, davvero molto estetica e aerea.
Tutte le difficoltà sono infatti nell'esposizione più che nei singoli passaggi.
Andrea

Sent 19 July 2015, 10h43
Una sola e essenziale parola: Complimenti!!!!!!!!!!! Ciao ALE

Andrea! Pro says: RE:
Sent 20 July 2015, 16h45
Grazie mille!!
A.

Panoramix says:
Sent 1 August 2015, 12h56
Caso mai non si fosse capito eravate "tranquilli e concentrati" ... in effetti quando si mantiene sempre questo stato il piu' e' fatto. Molto bravi.

Andrea! Pro says: RE:
Sent 2 August 2015, 21h53
:))

Grazie. E' un tipo di terreno in cui devi continuamente guardare dove metti i piedi. Il panorama lo guardi soltanto quando fai le pause (e scatti anche le foto).
A.


Post a comment»