COVID-19: Current situation

Pizzo di Claro per la via Lumino (SSE): un sogno divenuto realtà!


Published by rochi , 12 July 2013, 20h42. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:11 July 2013
Hiking grading: T5 - Challenging High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo di Claro   CH-GR   CH-TI 
Time: 7:45
Height gain: 1367 m 4484 ft.
Height loss: 1367 m 4484 ft.
Route:13,9 km
Access to start point:Varese-Mendrisio-A2-Bellinzona-Giova
Maps:Swiss Topo V2

Rocco rochi dice:

Finalmente, oggi, con gbal, si è potuto realizzare il vecchio progetto di salita al Pizzo di Claro per la Via Lumino, un interessante tracciato che corre sulla cresta Ovest della montagna, risalendone i 250 metri terminali. Con noi Matteo, un amico, auspicabilmente new entry hikr.
Grazie alla meticolosa preparazione di Giulio (comprendente la non banale ricognizione descritta nella sua ultima relazione), l'avvicinamento non ha presentato intoppi e si è potuti lasciare l'auto ad una buona quota (ben sopra l'alpe Prepiantò) dove finisce la strada carrozzabile chiusa da una sbarra. 
Si prosegue dunque per un breve tratto su sterrato e poi si comincia a salire a sinistra su sentiero segnalato che adduce all'alpe Palazi.
Dall'alpe, dove vi è una fontana, si continua a salire su comodi tornanti una costa disseminata di rododendri, per la maggior parte in fiore. 
Si perviene così ad un pianoro dove, al momento del nostro passaggio, una buona mandria di vacche nutrici con vitelli pascolava vigilata da due simpatici cagnoni e dall'altrettanto cordiale pastore, dedito al taglio del bosco.
A questo punto la vetta del Pizzo di Claro, così come la cresta che dovremmo percorrere è ben visibile e...piuttosto lontana. Si punta dunque la meta, si supera l'alpe di Mem (presumibilmente ultima opportunità di rifornimento acqua in ruscello), si risale un costolone e ci si immette nell'ampio Pian de Baitel, solcato da numerosi acquitrini. 
Si attraversa, sempre puntando al Pizzo e si cominciano a risalire sulla sinistra ampie pietraie alternate a ripidi prati sino a uscire finalmente in cresta e incontrare il sentiero che giunge dal paso di Mem, ben visibile a sud, insieme alle due vette opposte: Piz de Molinera e Piz Martum.
Il sentiero punta all'attacco della via Lumino e, per qualche tempo resta segnato bianco/rosso. 
Poi, i bolli diventano bianchi e insieme alla tanto desiderata Via, comincia una certa emozione, frammista all'incertezza del risultato. La presenza di Giulio, tuttavia ci conforta e ci rassicura.
Sino a questo punto si può gradare il percorso T3, da qui in poi le cose si fanno un po' più serie. Occorre infatti mettere giù le mani e procedere in verticale su buona roccia in più di un'occasione e, quando non si scala, occorre prestare decisa attenzione su cengette prative abbastanza esposte e pendii instabili e friabili.
Procediamo comunque spediti e, dopo circa un'ora di Via Lumino, superato senza pestarlo, l'unico nevaio residuo incontrato (si ha l'impressione che in presenza di neve e ghiaccio la Via sia ben più impegnativa), siamo finalmente in vetta, cima Sud dove vi è una croce. 
Qui incontriamo un gruppetto di escursionisti (di cui due ragazzi molto giovani: bravi!) e un signore che ci chiede dello stato di visibilità dei bolli bianchi. Mentre rispondiamo (positivamente), ci accorgiamo che ha in mano una latta di vernice bianca: scenderà a ripassarli, ci dice e aggiunge che è proprio lui l'inventore della Via Lumino. Questo ci emoziona, inutile negarlo, tanto da immortalarlo, fiero, in una bella fotografia.
Per il meritato pranzo, decidiamo di migrare sulla più selvaggia vetta Nord raggiungibile velocemente con un agevole tratto di cresta di collegamento. Mentre pranziamo, passiamo in rassegna le vette vicine e lontane che questo splendido posto regala: impressionanti in particolare il Torrone Rosso che sovrasta il lago di Canee su cui galleggiano gli ultimi iceberg, le sempre intriganti vette della Verzasca e, sull'altro lato della Mesolcina, il Pizzo Paglia con un versante ancora innevato.
Per il ritorno, seguiamo per un abbondante tratto di discesa il sentiero della normale all'alpe Stabveder, superiamo il famoso omone di pietra e, abbassateci ancora un po', deviamo dal sentiero per puntare, ora su antipatiche pietraie, ora su prati, il Pian de Baitel, l'alpe di Mem e la via del ritorno finale uguale a quella dell'andata.


Giulio gbal dice:

Dopo aver covato a lungo questa idea, dopo aver rintracciato indicazioni sul Web e carta (es.: rel. ivanbutti), dopo aver preso contatti con rochi per farla assieme e aver fatto la mia ricognizione settimana scorsa finalmente….si va!

E’ anche l’occasione per conoscerci di persona e per conoscere il simpatico e giovane suo amico Matteo, futura recluta di Hikr, che ci accompagna, anzi spesso ci precede nella nostra escursione. Guadagnamo un centinaio di metri a tavolino lasciando l’auto nel parcheggio sopra Prepiantò scoperto durante la ricognizione e seguiamo, per il resto, il mio recente itinerario per le Alpi Palazi e de Mem fino a salire sulla cresta Piz de Molinera-Pizzo di Claro a q.2380; stavolta non facciamo il giro alto su infinita pietraia col quale ho evitato l’Alp de Mem e probabilmente abbiamo guadagnato tempo malgrado la discesa e la risalita. Durante la salita in cresta procediamo in ordine di età, il giovane avanti, il più anziano in retroguardia…..per forza di cose. Poi raggiungiamo l’attacco della Via Lumino a q.2508 dove arrivai la scorsa settimana e lì mi vengono cedute le redini del comando. Ripercorro la parte già vista e poi, tutto nuovo anche per me. I due “clienti” mi seguono anche quando mi avventuro sulle placche più divertenti (e difficili) da arrampicare anziché cercare, quando c’è, una via alternativa più facile. Qualche momento di perplessità di Matteo che soffre un po’ l’esposizione subito scacciato controllando le sue emozioni. Con gagliardia i tre “moschettieri” approdano alla Vetta Sud costeggiando le ultime rocce che precipitano verso Pian del Baitel; in cima è già in sosta un gruppetto di persone e fra queste si presenta, incredibile, l’inventore/manutentore della Via Lumino o almeno così ci viene detto. Strette di mano, foto e poi subito la conquista della vicina Vetta Nord dove consumiamo il nostro pranzo e ci concediamo una mezz’ora di sosta. Abbandonata a malincuore la cima e il panorama che da essa si gode torniamo verso il Pian del Baitel abbandonando l’idea iniziale di discendere il canalone parzialmente innevato per via di qualche problemino alle ginocchia di rochi. Il resto è, come accade in questi casi, un lungo ritorno allietato dall’allegria per la riuscita dell’impresa, dai racconti delle passate gite e dai progetti per le future.

Grazie ad entrambi i miei compagni di gita; in particolare a rochi col quale abbiamo partorito e realizzato il progetto. Un saluto a Matteo, forte come un torello, che procedendo svelto davanti a me mi ricordava…..”come eravamo”!

 

 

Nota: Le difficoltà esposte (F, T5, II UIAA) si applicano al tratto propriamente detto Via di Lumino. Per il resto è applicabile T4.

 

 

 

I tempi:

 

Località

Tempo parziale

Progressivo

Parcheggio

0

0

Alp de Palazi

0:19

0:19

Alp de Mem

1:25

1:44

Cresta q.2380

1:21

3:05

Attacco q.2508

0:32

3:37

Vetta Sud

0:50

4:27

Vetta Nord

0:09

4:36

Sosta

0:38

5:14

Alp de Mem

1:39

6:53

Alp de Palazi

1:10

8:03

Parcheggio

0:17

8:20

 

 

 

Pillole….del giretto:

 

Dislivello               1367 m

Lunghezza totale   13,9 km

Tempo totale lordo     8h20’

Soste totali                      38’

Tempo totale netto  7h42’


Hike partners: gbal, rochi, POLI89


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 16727.gpx Il percorso

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (35)


Post a comment

peter86 says:
Sent 12 July 2013, 21h05
Grandi!! Dopo il precedente report di Giulio immaginavo che sarebbe stata questione di pochi giorni!!
Complimenti e tutti e tre per la bellissima salita!
Pietro

rochi says: RE:
Sent 12 July 2013, 21h22
Grazie Pietro, di questa gita conserverò davvero un ricordo lieto per la generale perfezione con cui si è svolta e per gli splendidi compagni d'avventura.
Ciao.
Rocco.

gbal says: RE:
Sent 13 July 2013, 14h09
Grazie Pietro.
Buone gite anche a te (e vedo che ne fai!)

ivanbutti says:
Sent 12 July 2013, 21h32
Bravi a tutti, e a tante belle altre escursioni.

Ciao, Ivan

rochi says: RE:
Sent 12 July 2013, 21h41
Grazie Ivan, buona montagna anche a te.
Ciao.
Rocco.

gbal says: RE:
Sent 13 July 2013, 14h10
Parte del merito va a te che come precursore mi hai aiutato nella pianificazione.
Ciao

Pippo76 says:
Sent 12 July 2013, 21h49
Dopo aver letto la ricognizione di Giulio anch'io ero in attesa... Complimenti a tutti e tre! Sembra proprio una via interessante, ma non per tutti!

Ciao
Giancarlo

gbal says: RE:
Sent 12 July 2013, 22h15
Grazie Giancarlo.
Come ha detto Rocco è stata una di quelle rare ocasioni in cui tutto fila giusto e pur in tre siamo entrati in grande sintonia.
Ciao

Poncione says:
Sent 12 July 2013, 21h57
Un sogno realizzato... una bella impresa. Cosa chiedere di più?
Complimenti vivissimi a tutti e tre!

gbal says: RE:
Sent 12 July 2013, 22h16
Grazie Emiliano.
Non chiediamo altro....per ora; domani magari.....ci si dirigerà verso gli altri "palloncini" che abbiamo messo lì attorno :):):)
Ciao

Poncione says: RE:
Sent 12 July 2013, 22h25
Caro Giulio, ammetto che alcuni di quei "palloncini" ingolosiscono anche me. ;)

gbal says: RE:
Sent 12 July 2013, 23h02
Caratterizzati tutti da lunghi avvicinamenti che non ti spaventano certo e poi....ce n'è per tutti!
Ciao Emi

patripoli says:
Sent 12 July 2013, 22h01
Un lungo avvicinamento premiato dalla salita dell'invitante, anche se non banale, via Lumino....
Viene voglia di imitarvi!
E poi non c'è dubbio, con Giulio come guida.....si va sul sicuro.
Complimenti a tutto il terzetto!

gbal says: RE:
Sent 12 July 2013, 22h13
Grazie Patrizia, grazie della fiducia. Quando una cosa la vuoi col cuore alla fine ti convinci che ce la fai.
Ti avevo detto che era "pepatina" e ti sarebbe piaciuta, vero?
Per imitare.....perchè no? Noi, del resto, abbiamo imitato Ivan, Chaeppi e altri di cui non comprendiamo la lingua ma ammiriamo le gesta.
Un caro saluto

Sent 12 July 2013, 23h12
eh, beh, la preparazione alla gita è stata
ottima!! complimenti a Voi!!
roby

gbal says: RE:
Sent 12 July 2013, 23h16
Non si può dire proprio di no, stavolta; più
che ragionata Roby, da spaccare il capello in quattro....anzi in tre!
Ciao

Sent 13 July 2013, 09h24
Bravissimi a tutti voi,grande scelta mirata,è bello leggervi
ciao a tutti

gbal says: RE:
Sent 13 July 2013, 14h11
Grazie Luciano.
Un complimento da un forte come te è un gran regalo.

rochi says: RE:
Sent 14 July 2013, 21h22
Grazie Luciano!

bigblue says:
Sent 13 July 2013, 11h17
Complimenti Giulio......chi la dura la vince......le ricognizioni servono sempre.....non si butta mai niente. Evvai di placca.......a "spiaccicare" scarponi e scarpette un vero divertimento....doppio comply a te e ai soci Rochy e al giovane Matteo....ti avrà tirato il collo.....li conoscono bene, hanno batterie inasauribili.
E allora alla vostra prossima avventura.
Ciao
Pia

gbal says: RE:
Sent 13 July 2013, 14h14
Grazie Pia. Tu sei una persona che sa leggere con attenzione tra le righe e comprende tante cose.
Naturalmente Matteo e Rochi mi hanno tirato il collo ma credo di non essere stato di peso.
Ciao BiBi

veget says:
Sent 13 July 2013, 17h47
Caro Giulio,
Come vedi non bisogna avere fretta, prima o poi l'occasione giusta arriva. e spronato dai giovani...(leoni) ecco il sogno realizzarsi.
Bravi e Complimenti a Voi Tutti, Grande e bella soddisfazione, meritatatissima...
Buona continuazione
Ciao
Eugenio

gbal says: RE:
Sent 13 July 2013, 21h46
Grazie Eugenio. E' così; è un anno circa che stavamo progettando la cosa con Rochi e l'occasione si è concretizzata.
Ciao

rochi says: RE:
Sent 14 July 2013, 21h24
Sentirmi dare del giovane, caro Eugenio, è sempre una bella notizia. Grazie ma, purtroppo, quelli giovani sono fatti in un'altra maniera.
Ciao.
Rocco

Amedeo says:
Sent 13 July 2013, 20h18
Chi la dura la vince!! Bella e complimenti!!
Ciao a tutti
Amedeo

gbal says: RE:
Sent 13 July 2013, 21h47
E' vero Amedeo, come dicono Veget e il proverbio cinese, bisogna saper aspettare poi arriva il nostro momento.
Ciao

igor says: Giulio testa dura
Sent 13 July 2013, 22h02
Lo sapevo che la facevi quando ti fissi!
No sapevo chi sarebbe venuto quando ho visto rochi non mi sono sorpreso mi sa che vi siete trovati!
Ciao

gbal says: RE:Giulio testa dura
Sent 14 July 2013, 19h54
Ciao Igor. Mi sa che in fatto di teste dure siamo in parecchi quassù, Ma è positivo!

rochi says: RE:Giulio testa dura
Sent 15 July 2013, 21h34
Ciao Igor, grazie.

Sent 15 July 2013, 09h24
Con una preparazione così ... non poteva che essere un successo !
Bravi veramente a tutti quanti !

gbal says: RE:
Sent 15 July 2013, 09h51
Grazie Giorgio. Non si può certamente fare sempre cosìma il Pizzo di Claro se lo merita!
Ciao

giorgio59m (Girovagando) says: Prima o poi ...
Sent 15 July 2013, 10h00
Spero bene che non si DEVE fare così ...
Il Claro ci manca .. e ci manca tanto che tutte le volte che passiamo sotto ... gli parliamo "quest' anno ci vediamo" !
Mi conosci ... per la via NORMALE e da dove ho meno dislivello.
ciao

gbal says: RE:Prima o poi ...
Sent 15 July 2013, 16h59
Volevo dire che al Pizzo, in due settimane, tra ricognizione e salita propriamente detta gli ho dedicato 2748m di salita e 28,6km (roba da cristina)! Però ne vale proprio la pena e, se posso permettermi spaziando tra tutte le vie attraverso le quali l'ho raggiunto, ti consiglio vivamente questa che è sbrigativa, divertente e di grande soddisfazione. Inoltre la puoi prendere da Maruso, dalla Brogoldone, da Prepiantòo; libertà completa.
Provala, ti piacerà.
P.S.: La "normale" dall'Alpe Stabveder.....non è un granchè.
Ciao

Simone86 says: RE:Prima o poi ...
Sent 15 July 2013, 22h23
Grande Giulio, mancava per l'appunto una relazione precisa e dettagliata su questa via, di cui ho sentito parlare ma, ahimè, trovato pochi dettagli. Ora anch'essa è tra le uova da schiudere!
bravi!

gbal says: RE:Prima o poi ...
Sent 16 July 2013, 09h09
Grazie Simone. Non appena l'uovo si schiuderà ..... la consiglio anche a te!


Post a comment»