COVID-19: Current situation

Val Bavona | Calnègia (1108 m)


Published by GM , 27 November 2011, 11h51.

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:26 November 2011
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Biela   Gruppo Pizzo Solögna   Gruppo Pizzo Castello 
Time: 1 days
Height gain: 430 m 1410 ft.
Height loss: 430 m 1410 ft.

A Foroglio (684 m), distogliere lo sguardo dalla meravigliosa cascata e attraversare il paese, ricordandosi di avere il piacere di dare uno sguardo a due torbe, a una casa-torre e a tre-quattro costruzioni tradizionali di elevata fattura, dove inizia un bel sentiero che porta, in circa 30 minuti, con belle scalinate e traversi costruiti in pietra, a superare il risalto che da origine alla cascata stessa fino a Puntid (890 m), dove ha inizio la val Calnègia.

Si tralascia inizialmente il sentiero che attraversa il rio e si prosegue lungo la riva sinistra orografica del fiume su discreta traccia di sentiero, per circa 10 minuti, fino a raggiungere la Splüia Bèla ,che pare essere la costruzione sotto roccia piu' nota del Ticino, costruita sotto una lama staccata di circa 30 metri di lunghezza. Il locale inferiore è chiuso a chiave, perchè evidentemente ancora usato, e ci colpisce una scaletta di legno che porta ad un terrazzino esterno molto panoramico. Poco evidente, il secondo locale va cercato contornando lo splüi sulla destra, dove si trova, chiuso da un piccolo recinto di pietra, uno spazio veramente pazzesco, addirittura pavimentato, che puo' tranquillamente riparare almeno un centinaio di capre!

Tornati a Puntid si attraversa il bellissimo, elegante ed essenziale, ponte in sasso e si prosegue su discreto sentiero nel bosco di betulle lungo la riva destra orografica del fiume Calnègia.

Si giunge a Gerra (1045 m) chè è l'insediamento piu grande della valle e nella quale le costruzioni sotto roccia sono piu' numerose delle costruzioni in duro. Aiutati dalla cartina di una piccola brochure dove sono individuate tutte le costruzioni rilevate ci divertiamo a scoprirle una ad una, grandi e piccole, evidenti e nascoste, ognuna con qualche piccola sorpresa o con qualche particolare unico.. in particolare ci hanno colpito un piccolo orto pensile (quando dico piccolo intendo per, forse, cinque-sei cipolle!!!), gli scoli scavati nella roccia (sprèola) per riparare gli ingressi agli splüi dall'acqua piovana e soprattutto le famose Cantine d'la Crasta; non sono evidenti, cercate con pazienza! sono almeno tre cantine (presenti strutture per la stagionatura del formaggio (bältrèr)) sotto il livello del suolo accessibili mediante una fessura-camino larga circa 50 cm (ma non a otto metri sotto il livello del suolo come dicono le guide... al massimo a quattro, otto metri è l'altezza del lama di roccia che forma la suddetta fessura-camino). Da segnalare anche un cospicuo numero di splüi accessibili praticamente strisciando sul terreno!
Che dire, un vero spettacolo... anche se siamo sempre coscienti che il nostro divertimento è in realtà un inno alla fame e alla fatica.

Si riprende il sentiero sulla riva destra e in circa 20 minuti giungiamo in fondo alla valle al nucleo di Calnègia (1108 m). Questo è un abitato prevalentemente di abitazioni tradizionali, molto compatto. Esistono anche qui molti splüi che tuttavia assomigliano piu' a caverne scavate nella roccia che alla semplice delimitazione di massi staccati. I piu belli si trovano a valle del sentiero all'altezza del cartello informativo all'inizio del paese. E' il regno del muschio, segno che l'umidità del terreno e le limitate ore di sole (da noi mai visto in questa soleggiatissima giornata...) caratterizzano notevolmente questa parte della vallata.

Tornati lungo il medesimo tragitto a Foroglio, la gita continua a Fontana, alla ricerca di altre due costruzioni famose: lo Splüi di Chièuri e il vicino Prato Pensile.
Parcheggiato in uno slargo all'ingresso del nucleo si prende il sentiero, segnalato con losanghe gialle, che conduce a nord verso Sabbione; dopo circa 15 minuti su bella mulattiera si giunge allo Splüi di Chièuri dove, finalmente, un cartello informativo fornisce qualche nozione storica e costruttiva. Questo splüi si differenzia dagli altri visitati perchè la notevole parete di roccia retrostante è poco aggettante e quindi i locali di ricovero erano dotati di copertura costruita.
Pochi metri oltre lo splüi si giunge al pubblicitatissimo Prato Pensile, situato circa 15 metri a valle del sentiero. Quando si inizia a ragionare come raggiungerlo senza tribolare troppo un provvidenziale cartello informativo sul sentiero principale permette di vedere che, nello stesso punto in cui è posizionato, parte una piccola mulattiera dedicata che giunge direttamente al prato. La salita sullo stesso è agevolissima, ma in discesa si tentenna!! nel suo piccolo i gradini scavati nella roccia sono ripidi e aerei.. e tutta questa fatica per sfalciare poca, seppur necessaria, bracciata d'erba... giu' il cappello...
Si torna a Fontana per il medesimo sentiero.

Impensabile per noi fare questo tipo di escursione senza l'aiuto delle due brochure informative scaricate dal sito della Fondazione Val Bavona .

Hike partners: GM


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»