Piz Terri (3149 m.)


Published by ivanbutti , 25 August 2011, 07h35. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:23 August 2011
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   CH-TI   Gruppo Piz Terri   Gruppo Pizzo Corói   Gruppo Pizzo di Cassimoi 
Time: 3:30
Height gain: 1600 m 5248 ft.
Height loss: 1600 m 5248 ft.
Access to start point:Risalire la Val di Blenio fino ad Olivone; appena superato l'abitato girare a dx. per Campo Blenio. Una volta arrivati qui seguire le indicazioni per Luzzone e poi quelle per Alp Garzott. Si transita sulla corona della diga, si percorre una galleria e si entra poi su strada sterrata in ottimo stato che può essere agevolmente percorsa da tutte le auto. Arrivare sino al termine della strada, dove sono disponibili numerosi parcheggi (gratuiti).

IVAN :
Il profilo affilato ed innevato della cresta W del Piz Terri lo abbiamo ammirato numerose volte recandoci in Val di Blenio lo scorso inverno. Così con Beppe, Francesco e Max decidiamo di salirlo; per me è un bis, mentre per loro è una prima.
Il tragitto è quello classico che parte dall’Alp Garzott, ben descritto in numerose relazioni, per cui non mi dilungo a ripeterlo. Solo alcune note sulla meteo : alla partenza abbastanza caldo umido (considerando l’ora mattutina e il fatto di essere in ombra), e tutti pensiamo che sarà una giornata dura, specie io che ho le spalle arrossate dall’escursione di domenica scorsa. Superata la Capanna Motterascio ed entrando in Valle di Güida inizia ad alzarsi una bella brezzolina; avvicinandoci alla bocchetta di quota 2745, essa diventa sempre più intensa fino a costringerci ad indossare i pile,  e qualcuno anche i guanti.
Arrivati poco prima del “famoso” caminetto di quota 2900 circa, che immette sulla cresta W, sono il primo della fila ed arrivano delle raffiche così violente che quasi mi spostano, e sono un po’ preoccupato per il prosieguo del cammino. Per fortuna il caminetto è bene incassato e riparato, ed una volta superatolo ed entrati sulla cresta la situazione migliora decisamente. Il vento rimane e restiamo coperti, ma ora è accettabile. Così dopo 3 ore e mezza siamo in vetta; la visuale è buona, ma vi è un po’ di foschia. Al rientro eseguiamo la pausa pranzo alla sella 2745 m., trovando una specie di piccolo cratere dove possiamo crogiolarci al sole riparati dall’aria. La brezza, ora decisamente più accettabile, ci ha accompagnato in modo quasi costante sino all’auto, una bella differenza con il clima che abbiamo ritrovato riscendendo verso casa.
Da ultimo un plauso a Max che ha superato senza difficoltà il caminetto, che in ovvia buona fede anche io avevo probabilmente contribuito a rendere più difficoltoso di quanto sia stato in realtà.

BEPPE :
La sua cresta affilata e innevata mi aveva colpito in modo particolare questo inverno durante l'escursione al Pizzo Rossetto , oggi è stato bellissimo essere salito in vetta al Piz Terri in compagnia di Ivan Massimo e Francesco giornata fantastica .

FRANCESCO:::
Il Piz Terri (3.149 m s.l.m.) è una montagna delle Alpi Lepontine (sottosezione Alpi dell'Adula). Si trova sul confine tra il Canton Ticino ed il Canton Grigioni in Svizzera.
Da tempo qs. cima mi perseguitava , con la sua lunga  cresta , la sua sagoma piramidale mi affascinava da qualsiasi parte la si vedeva. Piu' volte l'obiettivo della mia reflex ha catturato la sua imponenza.
Lei, maestosa e molto narcisista,  in ogni stagione si cambiava d'abito e come una gran signora attirava a se la mia attenzione riuscendo ad ammaliare tutti i miei sensori.
Almeno tre  volte è stata il programma della ns. gita ma, le condizioni non erano ottimali, Lei non era pronta, non voleva essere violata: era anche sua intenzione mettere a nudo tutta la sua eleganza e maestosita'. Finalmente al ritorno della vacanza dal mare, la Signore della alpi Lepontine decise di chiamarci a se e con grande eleganza e umilta' ,ci ha accolto in un abbraccio materno.

MAX:
Torno sulle tante amate montagne col gruppo e ne sono molto felice dopo un paio di mesi con problematiche varie che mi hanno parecchio condizionato nelle mie uscite.
La meta prescelta è un 5 stelle il Piz Terri che il gruppo in particolar modo Francesco ha fortemente voluto; io parto convinto che non raggiungerò la vetta causa il camino a quota 2900m. che dubito fortemente riuscirò a risalire causa il mio braccio ancora un po zifolo e le mie non doti alpinistiche.
Per questo motivo arrivato in vetta sono doppiamente felice, fra l’altro si tratta del mio primo 3000 della stagione estiva; onestamente il camino era davvero semplice, secondo il mio modesto parere c’erano un paio di punti più insidiosi da passare che mi hanno creato qualche piccolo problemino.
Panorami eccezionali, compagnia ottima; unica nota stonata di giornata il vento che in alcuni punti sembrava precludere la buona riuscita della nostra uscita, anche se tornati al Breggia già tutti quanti rimpiangevamo i momenti trascorsi con pile/guanti e fasce.
Grazie alla montagna per le emozioni che ogni volta ci fa vivere e grazie di cuore ai miei compagni d’avventura. 


Hike partners: ivanbutti, beppe, Francesco, Massimo


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4- PD- I
T4 F I
15 Sep 18
Anello al Piz Terri (m.3149) · Poncione
T4 F I
22 Aug 13
TERRI:battesimo dei 3000 · froloccone
T4 I
2 Oct 11
Piz Terri · paoloski
T4 F I

Comments (14)


Post a comment

Massimo says: Melius abundare quam deficere
Sent 25 August 2011, 10h25
"che in ovvia buona fede anche io avevo probabilmente contribuito a rendere più difficoltoso di quanto sia stato in realtà."......................
cosi la soddisfazione per aver raggiunto la vetta è stata doppia.

Ciao a tutti
Max

Alberto says: RE:Melius abundare quam deficere
Sent 25 August 2011, 11h13
Uee,ma non dovevi lavorare stà settimana? Hai Barato! Ciao a tutti e complimenti!

Massimo says: RE:Melius abundare quam deficere
Sent 25 August 2011, 23h03
Fa citu...................., un giorno ti spiegherò.
Ciao e buon lavoro....... hi hi hi
Max

Amedeo says: RE:Melius abundare quam deficere
Sent 25 August 2011, 11h56
Caro Max, ma che alimentazione hai tenuto, o meglio che sostanze hai usato o forse più probabile (scherzo ovviamente!!), cosa ti sei fumato dopo aver tolto il gesso......??!! Un mix tra erba cipollina e salvia???
Bravo Max (e anche gli altri)
Ciao

ivanbutti says: RE:Melius abundare quam deficere
Sent 25 August 2011, 11h59
Mi sono dimenticato di scrivere che sei salito con le scarpette leggere, altrimenti vedevi i cazziatoni che ti arrivavano, he he he !!

tapio says: Terri
Sent 25 August 2011, 13h17
Complimenti ragazzi (a tutti e quattro ma menzione particolare per Max, dal gesso al Terri è un bel passo!)!
Il Terri è da anni la mia montagna del cuore, non la sola, ma di sicuro la più elegante!
Bellissima, nera e imponente! Bravi!
Fabio

Pippo76 says:
Sent 25 August 2011, 20h23
Il Terri è una proprio una gran bella montagna. L'ho osservata un sacco di volte e prima o poi mi dovrò decidere anch'io a salirla.
Complimenti a tutti e quattro.

Giancarlo

Francesco says: RE:
Sent 25 August 2011, 20h34
Grazie !!!
Ciao GianCarlo, hai ragione, è proprio una gran bella cima.
Se vai ricorda che la sua esposizione è in prevalenza a nord.
Martedi l'isoterma 0° era a 4500 m di quota, noi a 2750 m. abbiam dovuto coprirci come fosse inverno.

Gabri says: Bravi a tutti!
Sent 25 August 2011, 22h11
Bella vetta ! Bravi a tutti !
Gabri

Massimo says: ..........Bravo Max
Sent 25 August 2011, 23h27
................... calma e gesso, altrimenti mi monto la testa e punto sempre più in alto.
Scherzi a parte, i complimenti vanno divisi equamente per quattro, tutti quanti abbiamo fatto la stessa fatica e chi si imbarca in queste gesta deve essere consapevole di quello che va a fare indipendentemente dai singoli problemi.
Perciò bravo Beppe, bravo Francesco, bravo Ivan e bravo Max

gbal says: Buon ultimo....
Sent 27 August 2011, 15h35
...mi aggiungo al gruppo dei plaudenti per questa bella gita, su questa bella cima, documentata così bene dalle belle foto.
Bravi a tutti, gesso o non gesso, scarpette da runner o scarponi quello che conta sono le p...lle e si vede che le avete.
Ciao
Giulio

roberto59 (Girovagando), says: Ce l'avete fatta
Sent 27 August 2011, 20h00
E bravi complimenti, alla fine ce l'avete fatta a fare il Terri' dopo vari rinvii causa maltempo.........bravi ciao
Roberto

ivanbutti says: RE:Ce l'avete fatta
Sent 29 August 2011, 16h47
Ciao Roberto, ora tocca a voi, allenatevi un pò che in settembre si riesce ancora a salirlo.

roberto59 (Girovagando), says: RE:Ce l'avete fatta
Sent 29 August 2011, 18h56
Grz Ivan ciao, lo so mi piacerebbe se devo essere sincero devo riuscire a convincere Giorgio ...che crede poco nei suoi mezzi e nelle proprie capacità...prova a convincerlo tu magari........ciao
Roberto


Post a comment»