COVID-19: Current situation

Presolana 2521 m e Monte Visolo


Published by cristina , 29 May 2020, 11h41. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:26 May 2020
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: PD-
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Access to start point:Milano-Bergamo-Clusone-P.so della Presolana

Non l’avrei mai detto che, in questo anno bisesto, uno dei peggiori di quelli passati, mi portasse in dono una delle cime che per più tempo ho inseguito.
 
Per anni ho rotto le scatole a Andrea! perché mi accompagnasse, e una volta ci eravamo andati vicinissimi ma, una precoce nevicata aveva mandato tutto a gambe all’aria. In contemporanea avevo cominciato anche con Angelo & Ele…con lui il lavoro era iniziato da poco…
 
La mia situazione lavorativa in fase di cambiamento mi ha regalato qualche giorno di ferie
infrasettimanale, per cui...

Le previsioni per la prima parte della giornata sono ottime e quindi eccomi qui e con chi? Alla fine è toccato a Marco27 accompagnarmi…non ha mai avuto il pallino per questa cima ma, sapendo del mio desiderio ha ceduto e salirla insieme è stato un gran regalo, una gioia maggiore…vedere la cima insieme…beh una grande emozione. Come lo era stata la Marmolada o il nostro primo ghiacciaio in solitaria e la lunga salita alla Presanella…un po’ meno il Monviso dove c’era troppa gente…
 
Comunque eccoci qui al P.so della Presolana con una temperatura freschina. L’unica cosa negativa della giornata. Avrei preferito qualche grado in più poiché la salita è tutta all’ombra.
 
Senza sosta arriviamo alla Grotta dei Pagani dove giusto il tempo di svuotare gli zaini di quanto sicuramente non ci servirà, chiudere i bastoncini, mangiare qualcosina e ripartiamo.
 
I primi passi sono facili, ben appigliati e…mi piace…mi diverte…la roccia è buona, anche se c’è parecchia ghiaia e sassi cui prestare attenzione ma, grazie al cielo sotto non abbiamo nessuno…per questo motivo non verrei mai nel week end, mi è bastato il Monviso…
 
Poi un primo canalino, facile ma già pensiamo come sarà al ritorno…meglio che in salita! Catena e poi non vediamo la freccia che indica di salire e proseguiamo su cengia, per poco, poiché non vedendo più bolli ci accorgiamo di aver sbagliato e sì che la freccia è ben visibile…
 
Raggiungiamo quello che in discesa è il punto topico, il famoso saltino. Già in salita, causa neve, dobbiamo deviare dal tracciato, la cosa non risulta particolarmente difficile ma anche qui… in discesa? Altra neve, altra deviazione…più semplice però…

Uno sguardo in su e vedo la croce…da qui nessun’altra difficoltà è fatta!

Finalmente siamo al sole e con grandissima felicità percorro gli ultimi metri che mi porteranno sotto la croce!
 
Lunga sosta, oltre a goderci la cima facciamo il pieno di sole perché la discesa sarà ancora in buona parte all’ombra e mo’ si aggiunta pure una bella arietta fresca fresca…
 
Dolcetto di vetta, foto…visita all’altra crocetta e quindi indossati gli imbraghi cominciamo a scendere. Chi fa queste cose abitualmente il saltino incriminato lo farebbe senza alcuna sicura ma noi…proviamo a vedere se possiamo evitare la corda più che altro perché essendo lenti in queste manovre prenderemmo parecchio freddo ma alla fine preferiamo infreddolirci ma scendere più tranquilli. Passati da qui scendiamo con tranquillità fino alla Grotta dei Pagani dove dopo aver recuperato ciò che avevamo lasciato e aver mangiato qualcosa, ci rendiamo conto che è ancora presto.
 
Il tempo come previsto sta cambiando ma non dovrebbe piovere per cui dopo la Cappella Savina imbocchiamo il sentiero EE per il Monte Visolo. Le difficoltà stanno nella presenza di alcune catene e qualche roccetta. Al momento si attraversano anche dei brevi nevaietti.
 
Giunti in cima, nonostante quella che doveva essere solo velatura è diventata nebbia, facciamo sosta pranzo.
 
Veloce discesa per tornare in temperatura e al bivio, indicazione su un sasso, invece di scendere alla Malga Cassinelli, proseguiamo lungo la dorsale per il Monte Gulter. Si allunga un poco il percorso ma ne vale la pena!
 
E’ così questo mio desiderio nel cassetto da lunghissimo tempo si è realizzato grazie a Marco…un valore aggiunto a questa bella salita e bella montagna!

Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3
1 Jan 17
Monte Visolo und Monte Gülter · grandemago
T3
T4 F
11 Aug 16
Periplo della Presolana · daniered
T3 I
PD III

Comments (6)


Post a comment

Menek says:
Sent 29 May 2020, 17h34
Strabello! Prima o poi toccherà anche a me...

cristina says:
Sent 29 May 2020, 18h36
Aspetta la giornata giusta...

Alpingio says:
Sent 2 June 2020, 18h57
Bravissimi! La Presolana è proprio bella...
Giovanni

cristina says:
Sent 3 June 2020, 07h16
Erano almeno una decina d'anni che volevo salirla...bellissima :-)))

GIBI says: Erano almeno una decina d'anni che volevo salirla...
Sent 3 June 2020, 19h15
Erano almeno una decina d'anni che volevo salirla ...

infatti Cri ti svevo sentito più volte parlarne e alla fine vedi che è arrivata anche per te la giornata giusta ... complimenti !

ciao Giorgio

cristina says:
Sent 3 June 2020, 21h24
Dopo la Marmolada per il Trentino, il Monviso per il Piemonte in attesa del Bianco per la Val d'Aosta, anche se non è nel cassetto, non so perché ma non mi attira....non poteva mancare la Regina delle Orobie:-D

Bellissima


Post a comment»