Piz di Rüss


Published by Califfo , 27 August 2019, 07h53.

Region: World » Switzerland » Grisons » Misox
Date of the hike: 8 June 2019
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Arbeola-Molera   CH-GR 
Time: 11:15
Height gain: 1845 m 6052 ft.
Height loss: 1845 m 6052 ft.

Ho sempre pensato che la val Molera è inaccessibile dovuto ai ripidi pendi rocciosi e la sua forma ma leggendo dei commenti di altri ho spauto che esiste un vecchissimo sentierino non marcato. Decido dunque di partire da direttamente da casa destinazione Piz di Rüss. A Sorte bisogna salire prima la strada asfaltata poi quella sterrata direttamente lungo il fiumiciattolo (spesso secco) proveniente dalla Val Molera. Quando questa strada sterrata, anche non mantenuta, spiana e gira verso piani di Verdabbio si segue una lievissima traccia in mezzo ai sassi ricoperti di muschio. Il tracciato diventa anche più evidente dopo alcuni decine di metri. Ormai bisogna avere il sentimento e sentire il tracciato sui piedi senza poterlo vedere ma ci sono comunque diversi cespugli e nocciole che sono stati tagliati lungo il tracciato recentemente (o autunno scorso o questa primavera). Più in su della valle ci sono anche alcune (poche) marcature rosse. In ogni caso procedo prima sul versante ortografico destro e solo quando il tracciato va attraverso un campo piendo di rovi, ortiche e altre piante basse dal genere si attraversa il ruscello e si trova il tracciato sull'altro lato. Quando si arriva a quota circa 1000m mi trovo su un incrocio. C'è un tracciato che continua a salire verso non so dove, un altro che va piano probabilmente verso Moton e Arbea, uno che traversa nella direzione opposta verso il fiumiciatolo il quale avevo preso. Ci sono tuttora tronchi si alberi tagliati anche di grossa dimensione e evidentemente qualcuno mantiene questo "sentierino non ufficiale". Adesso si procede verso l'alp de Gimagn prima su ripidi prati in mezzo alle betulle poi attraverso un bosco fitto di abeti. Proprio alla fine in questo bosco spavento uno stambecco che vedo correre via a circa 1.5m di distanza tra me è lui. Purtroppo non faccio in tempo a togliermi il sacco dalle spalle aprirlo tirare fuori la macchina fotografica accenderla e fare una foto. Però va bene lo stesso. Arrivo dunque all'alp Gimagn, una piccola cascina chiusa ma dall'apparenza sembra ben mantenuta. Ora l'escursione cambia faccia perché non ho più trovato nessun tracciato e sono salito in mezzo il bosco selvaggio tra il canale che arriva dal alp cardinel e il canale sotto la parete rocciosa del Piz Molera. Questa salita è molto impegnativa e devo valutare bene il terreno. Infatti devo diverse volte tornare indietro visto che finisco sotto delle rocce impenetrabili o delle rocce marce e instabili. Alla fine salgo direttamente nel canale sotto il piz Molera e nella parte superiore anche sui ripidi prati sul versante ortografico di sinistra. Nella parte in mezzo avevo poi incontrato dei segni bianchi e un tracciato che porta pero verso delle pareti rocciose e la parte superiore della val Molera. Non ho però nessun, idea dove possa portare quel sentiero!
Arrivando sui prati dell'alp Cardinel salgo sul prato in mezzo ai rododendri alpini e tantissimi ontani e alcuni larici. Per fortuna la vegetazione è proprio agli inizi altrimenti avrei messo ancora almeno una mezz'ora in più. Decido di non puntare in mezzo alla valle ma di raggiungere la cresta da destra (guardando da sotto). In 5 ore esatte dalla partenza raggiungo la cresta dove faccio una piccola pausa. Poi procedo su un altro tracciato verso il Piz di Rüss. Purtroppo il tracciato sembra passare sotto la cima per cui quando sono proprio sotto la cima decido di abbandonarlo e salire direttamente sul pendio ovest. Arrivo in vetta dopo altri 20min neanche.
Dopo un ampia pausa dove riprendo un po' di energie procedo sulla cresta scendendo verso il pizzo 2124. Il tracciato diventa sempre più evidente e sempre sulla cresta scendo verso il pian di Renten dove incontro il sentiero ufficiale che arriva dall'alp di Fora. Mi sdraio ancora un attimino sul prato al sole al pian di Renten e scendo poi a Santa Maria passando dalle cascine di Nadi. Da Santa Maria scendo direttamente a Verdabbio e da Verdabbio ai piani di Vedabbio per poi tornare a Sorte.

Questa gita richiede un bel po' di resistenza, non è da ognuno, consiglio solo a chi è veramente allenato.

Hike partners: Califfo


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+
12 Jun 16
Piz di Russ 2247 m · cristina
T3
T4
T3
T4
15 Nov 15
Piz di Rüss · Delta

Post a comment»