COVID-19: Current situation

San Martino - Rifugio Allievi - Passo del Torrone - Passo del Cameraccio - San Martino


Published by irgi99 , 19 August 2019, 20h46.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:18 August 2019
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 9:30
Height gain: 2365 m 7757 ft.
Height loss: 2365 m 7757 ft.
Route:28.50 km
Access to start point:Da Morbegno, oltrepassare Talamona e, poco prima di raggiungere Ardenno, svoltare a sinistra in direzione della Val Masino. Lasciata sulla destra la deviazione per la Valle di Predarossa, continuare fino al paese di S. Martino. Portarsi alle spalle del paese e proseguire lungo la strada che sale ai Bagni di Masino fino alla località Bregolana (un parcheggio a pagamento e, poco più avanti, numerosi spiazzi liberi prima del campeggio "Lo Scoiattolo")
Accommodation:Rifugio Allievi (q. 2395 m), Bivacco Manzi (q. 2538 m)
Maps:KOMPASS N. 93 - Bernina-Sondrio 1:50000

Primissima volta tra queste valli così famose e selvagge allo stesso tempo... Risultato? Me ne sono completamente innamorata!Il susseguirsi infinito di questi "giganti di granito" che spuntano come dei fiori di roccia di rara bellezza dai pascoli verdi delle vallate dell'alta Val Masino hanno catturato il mio sguardo (e cuore) durante l'intero giro (... e che "giretto"...)...Non vedo l'ora di tornarci, e chissà... magari con un paio di scarpette al posto degli scarpantibus e un caschetto al posto del cappellino... Sognare non guasta mai!

Dalla località Bregolana (q. 990 m), scendere per una ventina di metri lungo la strada asfaltata in direzione di San Martino, per poi imboccare sulla sinistra la strada pedonale per la Val di Mello (grande cartello giallo).
Seguire la sterrata che, pianeggiante, permette l'accesso alla bella Val di Mello, che va percorsa fino a q. 1150 m circa, ove si incontra il bivio per il Rifugio Allievi-Bonacossa.
A questo punto, abbandonare il sentiero del fondovalle per imboccare la ripida traccia nel bosco di conifere che sale verso l'alta Val di Zocca. Poco dopo la Baita Zocca (q. 1745 m), il bosco finalmente si apre, lasciando spazio ad ampi pascoli costellati da belle placche di granito, il tutto sovrastato e controllato da ammalianti giganti di granito.
Oltrepassata la caratteristica Croce Parravicini (q. 2000 m), le pendenze si affievoliscono e, quasi in piano, si entra nel suggestivo Pianone di Zocca (q. 2015 m) posto ai piedi dell'altipiano che ospita il Rifugio Allievi.
Attraversare la piana tenendosi sulla destra, quindi proseguire lungo il sentiero che diviene ora via via più ripido e a tratti leggermente sdrucciolevole e che, con continui tornantelli, conduce al Rifugio Allievi-Bonacossa (q. 2395 m).

Dal Rifugio Allievi, ignorare il sentiero che va verso la Gianetti, quindi proseguire verso destra (faccia a monte) seguendo le indicazioni per il Rifugio Ponti
Su terreno prevalentemente pianeggiante, attraversare l'intero anfiteatro passando in mezzo a suggestivi blocchi di roccia fino al Passo Torrone (q. 2508 m), posto ai piedi dell'affascinante Picco Luigi Amedeo.
Aiutandosi con la catena e qualche staffa scendere per circa 200 metri lungo il canale di erba e rocce mettendo piede nella suggestiva e selvaggia Val Torrone.
Risalire la Val Torrone, inizialmente su terreno erboso, fino allo sgargiante Bivacco Manzi-Piotta (q. 2538 m). Senza necessariamente raggiungere il piccolo bivacco, si entra in una zona di enormi massi. Seguire i numerosi segnavia bianco-rossi fino a guadagnare la conca (qui abbiamo trovato neve) posta alla base del canale che conduce al Passo del Cameraccio. Attraversare la conca, quindi risalire il ripido e sfasciumoso canale attrezzato con catene e qualche staffa (max I/I+ UIAA) fino all'ampia e panoramicissima depressione del Passo del Cameraccio (q. 2950 m).

Dal Passo del Cameraccio, proseguire lungo il Sentiero Roma poi, appena possibile, abbandonare i segnavia che portano al Bivacco Kima per scendere tra placche appoggiate e detriti e su percorso non obbligato in direzione della testata della Val Cameraccio, presso cui si incrociano sbiaditi segnavia e tracce provenienti dal Kima. 
Anche se la traccia si perde tra i pascoli a causa dei pochissimi passaggi, il percorso da seguire rimane sempre intuitivo ed evidente. Tenendosi sempre piuttosto sulla destra della vallata, si raggiunge una piccola baita diroccata, nei pressi della quale la traccia si sposta verso sinistra (faccia a valle) per poi diventare sempre più evidente e marcata mano a mano che si entra nel bosco.
Il sentiero, abbastanza ripido, passa di fianco al Rifugio/Casera Alpe Pioda (q. 1560 m), per poi scendere definitivamente in Val di Mello e tornare al bivio per il Rifugio Allievi.
Da qui come per la salita.

TEMPI DI PERCORRENZA: 

BREGOLANA - BIVIO PER RIFUGIO ALLIEVI: 50 minuti
BIVIO PER RIFUGIO ALLIEVI - RIFUGIO ALLIEVI: 2,20 ore
RIFUGIO ALLIEVI - PASSO TORRONE:  40 minuti
PASSO TORRONE - BIVACCO MANZI: 1,10 ora
BIVACCO MANZI - PASSO CAMERACCIO: 1,10 ora
PASSO CAMERACCIO - RIFUGIO ALPE PIODA: 1,50 ora
RIFUGIO ALPE PIODA - BREGOLANA: 1,20 ora

con Emil

Hike partners: irgi99


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (13)


Post a comment

Deleted comment

irgi99 says: RE:
Sent 19 August 2019, 21h39
Ho visto il suo mega girone con Angelo!!!
Fidati che la lingua a terra ce l ho avuta anche io... Soprattutto durante l interminabile discesaaa!
Grazie
Irene

Daniele66 says:
Sent 19 August 2019, 22h23
E avete avuto anche il tempo x le foto........missili.....Daniele66

irgi99 says: RE:
Sent 20 August 2019, 08h34
In un posto così bello tornare a casa senza foto sarebbe stato un peccato ahahah!
Tra l'altro arrivata a casa, quando ho scaricato le foto mi son messa le mani tra i capelli... 200 foto da scegliere e selezionare... ma come si fa scegliere se i posti erano uno più bello dell'altro??? :)
Grazie,
Irene

Sent 19 August 2019, 22h54
'STICAZZI...!!!
Dislivello e sviluppo terrificante in una zona talmente bella e con così tante pareti impressionanti da essere quasi unica...!!!
Oltretutto qui regna la roccia veramente FANTASTIQUE...!!!

QUALIDO
Non ci sono mai stato anche se ho sempre sentito parlare, dai climber forti o fortissimi che conoscevo, di questa incredibile parete, ma o non l' hai fotografata o non so...
Un fuoriclasse talentuoso e modestissimo (Simone Pedeferri) e uno molto bravo (Marco Vago) che arrampicavano nella palestra dove mi allenavo liberarono, in questa incredibile parete, una via dei fortissimi Fazzini e che nel tempo è diventata una vera leggenda tra i climber, cioè:
LA SPADA NELLA ROCCIA

COMPLIMENTI per le belle foto e... per la super-camminata in un ambiente da favola che fa "solo" e sempre sognare!!!

Angelo

irgi99 says: RE:
Sent 20 August 2019, 08h40
beh... in quanto a sviluppo e dislivello siamo lì... son uguali a quelli del vostro super gironeeee!

Il Qualido non l'ho fotografato perchè non ci siam passati... La Val Qualido infatti è spostata verso la Gianetti... Però anche a me piacerebbe molto vedere il paretone anche solo dal basso (tutte le vie sono dei tabù per me ahahah).
Beh Pedeferri... anche se è un bel personaggio è veramente un alieno in arrampicata!

Grazie di cuore...
Irene

Angelo & Ele says: RE:
Sent 20 August 2019, 08h57
Ho capito...
Allora per la foto al QUALIDO sarà per la prossima occasione... :-)

Alpingio says:
Sent 20 August 2019, 12h09
Che megagiro! Complimenti, tra l'altro anche io ero in zona... :)
Giovanni

irgi99 says: RE:
Sent 20 August 2019, 12h28
Appena visto la tua splendida salita... altro che questo giretto a piedi!!! Chissà che bello!
Grazie
Irene

Menek says:
Sent 20 August 2019, 17h25
Anche tu sempre nella categoria: Esagerata! Ciao

irgi99 says: RE:
Sent 20 August 2019, 20h45
ahahahah manno daaaiiii!!! :)

ciaoooo
Irene

numbers says: Wow
Sent 21 August 2019, 13h28
Girone impressionante !!!
Solo adesso mi son reso conto dei panorami che ci son mancati nella nostra escursione...
Da tornare.

Mario

irgi99 says: RE:Wow
Sent 21 August 2019, 20h31
Anche se è stato lunghissimo e massacrante per le gambe i panorami spettacolari hanno ripagato di tutto! :)
Irene


Post a comment»