COVID-19: Current situation

Rifugio Allievi - Cima di Castello


Published by gabri83 , 16 July 2018, 20h31.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:15 July 2018
Mountaineering grading: PD-
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   I 
Time: 2 days
Height gain: 2626 m 8613 ft.
Height loss: 2610 m 8561 ft.
Route:Gps ( 30.7 km )
Access to start point:In auto da Piazza Brembana - Morbegno - San Martino
Accommodation:Rifugio Allievi Bonacossa

Quando scopro che sul calenderio gite del gruppo GAMASS c’è in programma la Cima di Castello non perdo tempo e vado subito a iscrivermi . Siamo in quindici , partiamo a mezzogiorno dal parcheggio a pagamento di San Martino e un per mulattiera entriamo nella lunghissima Val di Mello fino alla deviazione per la Valle di Zocca dove finalmente si inizia a salire sul serio . Fa caldo e alla prima sosta vedo in giro un po' di stanchezza , decido di prendere in consegna una delle tre corde a disposizione , non lascerà più il mio zaino . Usciti dal bosco davanti a noi si apre il Pianone di Zocca e la testata della omonima valle , mi ritornano alla mente i ricordi di una fantastica tre giorni sul Sentiero Roma , in circa quattro ore dal parcheggio siamo al Rifugio Allievi Bonacossa dove pernottiamo . Passata la mia solita notte insonne e dopo la colazione partiamo all’ attacco , intanto quattro partecipanti per stanchezza e acciacchi vari ci salutano e scendono a valle . Direzione Rifugio Ponti seguiamo per circa cento metri il Sentiero Roma poi un sentierino ben segnato con ometti  si stacca sulla sinistra e inizia risalire il vallone di sfasciumi che porta alla Sella del Castel , non ci sono particolari difficoltà ma la roccia umida e scivolosa e un breve passaggio richiedono attenzione . Arrivati al valico con la Svizzera ecco la nostra montagna , ancora lontana , con quel che resta del suo ghiacciaio , dalla sella si decide di continuare a seguire la cresta sempre ben segnata con ometti che sale e poi scende  sulla vedretta , messi i ramponi ripartiamo e come ultima fatica attacchiamo il ripido pendio finale , per toccare la madonnina nera della vetta bisogna superare una divertente cengia un pochino esposta . Siamo in cima , la soddisfazione e la gioia si possono leggere negli occhi di tutti , il panorama è grandioso su montagne fuorilegge e selvagge affogate nella loro solitudine . Per la discesa e il ritorno alla sella si decide di rimanere il più a lungo possibile sul ghiacciaio e evitare la risalita della cresta con tutto il suo sfasciume , il resto è una discesa veramente infinita , prima al rifugio e poi a valle . Saluto e ringrazio tutti gli amici compagni di questo viaggio , un altro bellissimo ricordo  . 

Hike partners: gabri83


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

Daniele66 says:
Sent 16 July 2018, 21h00
Bella salita Complimenti a tutti......Daniele66

gabri83 says: RE:
Sent 16 July 2018, 21h53
Grazie Daniele !!

Poncione says:
Sent 17 July 2018, 13h30
Stupenda, e ambienti super. Scelta di prim'ordine.

gabri83 says: RE:
Sent 17 July 2018, 16h49
Grazie Poncione , buona montagna !!


Post a comment»