Uomini e topi, Val di Mello


Published by mattia , 5 November 2020, 18h37.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 1 November 2020
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: VI (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 

Dopo più di un anno finalmente riesco a tornare ad arrampicare in val di Mello e questa volta sarò in compagnia di Elena che assaporerà per la prima volta la roccia mellica. 
Parcheggiata la macchina a San Martino ci incamminiamo verso la valle costeggiando il fiume e subito ci accorgiamo che il terreno è molto umido. Arrivati alla cascata del ferro ci rendiamo conto che tutte le plache sono bagnate, alcune proprio zuppe..il morale cade a terra ma proseguiamo verso La Rasica e il fondo della valle dove ci aspetta la nostra destinazione. Camminando continuiamo a scrutare le placche dell'oasi dove corre la nostra via e non riusciamo a capire se sarà percorribile o meno, vediamo solo correre acqua ovunque.
Giunti all'attacco, che si trova proprio sul sentiero che porta in val Cameraccio, felicemente vediamo che le prime placconate sono asciutte così ci prepariamo e partiamo. Il primo tiro serve per togliere un po' di ruggine e riprendere confidenza con le placche della valle, faccio sosta su un fittone ed Elena mi raggiunge velocemente. Proseguo poi in placca fino a deviare bruscamente a destra e sostare alla base di un diedrino. La via originale sale ancora verticalmente per poi proseguire con i successivi due tiri verso destra ma le placche sono completamente bagnate e una cascatella anima il diedro del IV tiro, così usciamo a destra nel bosco e poco dopo raggiungiamo la base della variante Baader dove sono visibili dei chiodi. Riparto e con bellissima arrampicata supero le lame della parte verticale del tiro, poi la placca si appoggià un po' e si inizia a nuotare in un mare di granito. Il tiro non è proprio banale e non sono sicuro Elena riuscirà a superarlo con tranquillità ma poco dopo vedo comparire il suo zaino blu, Elena supera il tratto più difficile della via e mi raggiunge in sosta..bravissima!! Il tiro successivo sono 40 metri di bella arrampicata su placca, facile lavorata ma pur sempre sprotetta e improteggibile che ci depositano all'oasi. Che vista su tutta la valle! I due tiri successivi sono quelli più divertenti  in cui i passi in placca si alternano a delle belle lame che rendono varia l'arrampicata e permettono di proteggersi, bisogna però continuamente muoversi verso destra e poi sinistra e so che ad Elena non piace proprio arrampicare in traverso..invece sale molto bene, deve proprio piacergli questa roccia! Manca solo un tiro, ormai siamo con la testa già alla discesa ma ecco la sorpresa, l'ultima fessura è completamente bagnata, provo a superare il muretto sfruttando un pinetto lì vicino ma non si rivela molto robusto, provo allora a forzare il passaggio ma non mi va di abbandonare del materiale ecco allora che intravedo sulla destra nel bosco la possibilità di un passaggio per aggirare l'ostacolo..dopo poco siamo in cima alla via..che bella salita! 
Facciamo un breve spuntino ma iniziamo subito la discesa che dalle relazioni viene descritta come molto impegnativa, ci incamminiamo verso destra aggirando le placconate inizialmente risalendo nel bosco poi traversando lungamente a destra, attraversando un fiumiciattolo e poi scendendo ripidamente (possono essere utili un paio di brevi calate) fino a riprendere il sentiero della val Cameraccio all'altezza del belvedere sulla val di Mello. Ripassiamo dallo zaino e scendiamo a La Rasica dove ci concediamo un pasto più sostanzioso, poi con calma ripercorriamo tutta la val di Mello e torniamo alla macchina. 
Viste le premesse del mattino la giornata è stata sicuramente un successo e il gran feeling che Elena ha mostrato ci apre la strada verso il ritorno in Valle..quale sarà la prossima meta?

Hike partners: mattia


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»