CRESTA DEI LENZ_OLI


Published by froloccone , 4 June 2019, 17h26. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike: 1 June 2019
Hiking grading: T5+ - Challenging High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Gridone 
Time: 9:30
Height gain: 1500 m 4920 ft.
Route:15.1 km

Questo attraente itinerario panoramico inizia a Mergugno (1080 m) tradizionale punto di partenza per il Rifugio Al Legn o per il Gridone. Dal parcheggio si prende il sentiero segnalato per Alba Nova che compie un ampio traverso a mezzacosta, con contenuta perdita di quota, della valle del Sacro Monte fino alla località Comasca; prima di raggiungere la baita, il sentiero inizia a salire decisamente il versante boscoso fino all'Alpe di Naccio ove si prende il sentiero alto che, attraverso il dosso quotato denominato Urione, conduce al Pizzo Leone (1659 m).
Dal Pizzo si scende alla selletta Canva dove, ignorando a destra il sentiero segnalato per Rasa, si prende un buon sentiero che si inoltra nel bosco e che segue sul lato destro il Costone del Pizzo Ometto. Dopo qualche centinaio di metri, appena prima che il sentiero esca dal bosco, bisogna abbandonarlo e risalire sul dorso del costone, dove si ritrova una buona traccia tra i rododendri. Il Costone diventa man mano che si sale roccioso con tratti anche aerei; si abbandona la cresta con un breve ma esposto passaggio per raggiungere un canaletto un poco ripido (I) che va abbandonato nel suo terzo superiore con uscita verso destra su un ripido dosso con roccette (I); in questo tratto aiuta all'orientamento una vecchia "cordina" in fil di ferro (assolutamente non portante); usciti dal canale la cresta non presenta ulteriori difficoltà fino alla vetta del Pizzo Ometto (1846 m).
Dall'Ometto si segue la cresta erbosa con rocce abbastanza facilmente fino alla Cima 1878; da qui si prende una evidente traccia che sul lato NO scende il ripido pendio erboso fino a raggiungere una esile ed esposta cengia rocciosa; si percorre la cengia in leggera discesa fino alla sommità di una placca (presente un chiodo con maillot rapide arruginito) che in realtà si scende abbastanza agevolmente (II / II+) in quanto ben appigliata, sempre che non si insista nel farla faccia a valle ...
Alla base della placca (che come è noto è il punto chiave dell'escursione) seguiamo una breve cengia con nevai residui per evitare un ardita sequenza di spuntoni rocciosi; equivocando la lettura del terreno con le informazioni in nostro possesso, non riconosciamo in tali spuntoni la cresta esposta con passaggi di difficoltà piu sostenuta (III+ / IV) che riteniamo debbano essere invece quella che in realtà è la cresta NE del Pizzo Fedora; tale abbaglio ci porta a cercare un aggiramento sul lato nord della montagna risolto abbassandoci fino a ritrovare un discreto sentiero con un tubo dell'acquedotto(quota 1750 circa), che ci porta diritti nella conca dei "Laghetti": il danno è fatto, e quindi bye bye Pizzo Fedora ...
Dalla conca dell'alpe ritroviamo un primo segnavia bianco-verde e con una ripida salita sulla verticale della conca su nevai residui ci riportiamo sulla cresta (dalla conca dei Laghetti tutto il tragitto è ben segnalato fino alla vetta del Fumadiga) e quindi con facile percorso alla vetta del Mottone (1968 m).
Dal Mottone la traccia scende il ripido versante orientale su pendio erboso (esposto) fino ad una selletta con catene. Si scende un canale sdrucciolo fino a ritrovare la traccia segnalata che con un continuo saliscendi superando diverse vallette e un ultimo dosso non quotato porta alla vetta del Fumadiga (2010 m).
Dal Fumadiga si ritorna a Mergugno sul sentiero turistico completando l'anello.



https://sites.google.com/site/itineralp/relazioni/cresta-dei-lenzuoli

Hike partners: GM, Poncione, froloccone


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (14)


Post a comment

danicomo says:
Sent 4 June 2019, 17h34
Refuso nel titolo?
Bellissimo! Stagione e meteo perfette.
Belle foto, bravi!

Arbutus says: RE:
Sent 4 June 2019, 19h06
Non è un refuso, o una reginafusa, ma un omaggio alla Toscana: si dice lenzoli, maremma maiala :)))

froloccone says: RE:
Sent 5 June 2019, 13h26
:))))))

froloccone says: RE:
Sent 5 June 2019, 13h24
Grazie Doc!

Angelo & Ele says: BRAVI... BRAVI...
Sent 4 June 2019, 19h37
BELLISSIMA questa...

Se ho compreso bene i passaggi di III°+ / IV° che avete aggirato fanno parte del tracciato integrale di questa stupenda cresta...?

Ciao e complimenti a Tutti...

Angelo

froloccone says: RE:BRAVI... BRAVI...
Sent 5 June 2019, 13h26
Ciao Angelo !!! Grazie e a presto.

Deleted comment

froloccone says: RE:
Sent 5 June 2019, 13h27
Molto bella e selvaggia !!! Il Fedora da lì non si muove!

itineralp says:
Sent 5 June 2019, 10h50
Bravi, che idea balzana fare questa cresta...
Peccato aver mancato la Fedora, ma il terreno come avrete visto offre varie soluzioni e non è facile indovinare dove passare, credo che chiunque passi da questa cresta finisca per fare qualche variante qui e là. Spero non sia stata la relazione a portarvi fuori rotta.

froloccone says: RE:
Sent 5 June 2019, 13h37
Ciao C! Grazie a te per la tua relazione! In realtà come ben sai e hai scritto, è una cresta complessa e articolata e il nostro errore è stato dettato dal fatto che non avevamo tutti e tre l'attrezzatura per la calata in doppia, con conseguente aggiramento, aggiunta alla complessità dell'ambiente ha fatto sì che ci siamo resi conto del "danno" troppo tardi, giunti ai bolli biancoverdi e successivamente al Mottone .
Un buon motivo per tornarci, magari in senso contrario.
Ciao e buone montagne e grazie ancora.

ALE

Menek says:
Sent 5 June 2019, 10h52
Complimenti, super bel giro.
Menek

froloccone says: RE:
Sent 5 June 2019, 13h38
Ciao Dom! Sì proprio bello!
Ciao
ALE

veget says:
Sent 6 June 2019, 09h26
Grande Trio e, bello rivedervi all'opera.
Cresta vista ,da sempre ammirata e altrettanto attratto dal suo fascino,nel sapere che tra quelle "guglie "esiste un tracciato.....
Alcune foto testimoniano e riconoscono quanto sopra!
Bravissimi!
Ciao Carissimi
Eugenio

froloccone says: RE:
Sent 6 June 2019, 11h06
Grazie Eugenio......eh sì! Esiste un tracciato davvero tortuoso e selvaggio!
A presto.
ALE


Post a comment»