Torrione Val Solda + Fojorina + Alpe Fiorina = Giornata perfetta


Published by giorgio59m (Girovagando) , 2 April 2019, 10h05. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:31 March 2019
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo San Lucio-Monte Boglia 
Time: 5:00
Height gain: 950 m 3116 ft.
Access to start point:Bisogna raggiungere Porlezza, e ci sono varie alternative: dalla Svizzera passando da Lugano, dal lago di Como salendo da Menaggio, o dalla Val d'Intelvi scendendo da Laino. Da Porlezza si segue per la Val Rezzo, e si risale fino a Buggiolo, qui ad un bivio si tiene la sinistra (a destra su ripida rampa si sale al Passo della Cava ed al parcheggio classico per salire al S.Lucio). Preso a sinistra in piano si segue la strada che porta a Seghebbia. Si può parcheggiare al cimitero, che si trova poco prima del paese, o nella piazzetta dove finisce la strada.

   
 

Alla fine, ciò che conta non sono gli anni della tua vita, ma la vita che metti in quegli anni

           Vista da Giorgio     -    (giorgio59m)     


E' una bella citazione di Abramo Lincoln, e non è caso, visto che proprio ieri sera ci siamo ritrovati a festeggiare (con 4 giorni di anticipo) il compleanno di Roberto, E NON un numero qualsiasi ...

Oggi ci tocca programmare un'escursione con vincoli di tempo, ritorno a casa entro le 17:30, e peggio ancora il cambio orario, improponobile la sveglia anticipata.
Quando il viaggio in auto deve essere corto, il percorso anche, ma si vuol godere di panorami e perchè no anche di qualche soddisfazione, la Val Solda è sempre una certezza.
Torno volentieri a rifare la Fojorina ed il Torrione, ma con un anello diverso, anche se il punto di partenza è Seghebbia, in Val Rezzo, laterale E della Val Solda.
Parcheggiamo nella piazzetta silenziosa di Seghebbia 1110mt, e alle 07:50 siamo in cammino sul sentiero 3-barrato che porta verso il S.Lucio.
Seghebbia è un paesino che con Buggiolo si trova nella testata della Val Rezzo, poco sotto il Passo della Cava che scavalla in Val Cavargna.
Risaliamo il costone che dall' Alpe Colmine, sotto il Monte Cucco, scende fino a Seghebbia, il sentiero è bello largo, e nella parte alta scopriamo che stanno realizzando una strada che scende dall' Alpe Colmine fino all' acquedotto.
Imboccata la strada la seguiamo anche se fa qualche tornante in più del sentiero. Arriviamo all' Alpe Colmine, da dove vediamo con chiarezza la brillante nuova croce della Fojorina, del percorso per raggiungerla, invaso dalla neve su tutto il versante svizzero verso N.
Seguiamo il largo sentiero che passa poco sotto il Monte Cucco, e raggiungiamo la bocchetta di S.Bernardo, dove iniziamo a pestare neve.
La via è ben battuta ma su neve pressata e ghiaccio nei punti più in ombra, in ogni caso si sale abbastanza bene anche senza i ramponcini che restano nello zaino.
A 1650mt troviamo la palina che non indica la bocchetta di Regagno, da dove si scende in Val Solda, ma Alpe Fiorina e Passo Stretto, ma rimandiamo questa storia a più tardi.
Proseguiamo e alle 09:55 metto i piedi sulla Cima di Fojorina Q1809/1810, con una bella croce metallica che ha sostituito una vecchia e piccola croce in legno.
Non c'e' vento, il sole spende il panorama è infinito, ci fermiamo una mezzora abbondante a godercela.
Prossima tappa il Torrione, la via per arrivarci sotto è evidente anche se piena di neve, meno evidente e preoccupante come salirci.
Io, Roberto e Luciano ci siamo stati, ma salendo dal lato opposto e scendendo da questo, sappiamo che il passaggio c'e', non sappiamo se la neve ed il ghiaccio lo permetteranno.
C'e' un secondo aspetto, c'e' una paretina di roccia da risalire, piuttosto verticale, ma assicurata con qualche metro di provvidenziale corda, speriamo non sia sotto la neve, ma questo lo scopriremo solo in loco.
Calziamo i ramponcini, scendiamo pochi metri dalla Fojorina e ci dirigiamo seguendo il costone.
Il lato N/O è sempre innevato e spesso ghiacciato, il lato S/E è in pieno sole e pulito.
Arriviamo sotto la torre principale, la corda è pulita e finalmente assicurata alla roccia, in passato era legata alla base di un pino mugo che onestamente non sembrava poter reggere a lungo.
Uno alla volta risaliamo quei pochi metri di roccia, niente di che ma la corda serve, non ci sono sempre gli appigli.
Arrivati sopra ricalziamo i ramponcini per aggirare a O la torre rocciosa e risalirla più o meno al centro, si trovano bolli bianco-rossi sulle pietre.
Anche il tratto che adduce alla cima è ghiacciato, bene avere i ramponcini, ma attenzione al massimo, scivolare non sarebbe simpatico.
In cima grandi panorami, sotto di noi a picco (ma veramente a picco) la Val Solda che scende appoggiandosi al Ceresio.
Anche qui 15min di sosta e foto a trecentosessanta gradi.
Scendiamo con il doppio dell'attenzione aggirando il ghiaccio spesso e vivo, anche la calata con la corda non presenta difficoltà, ma sempre meglio non scivolare ...
Torniamo sotto la Fojorina, Q1800, e scendiamo fino alla palina Q1650.
Il sentiero è segnato e bollato, ma completamente invaso dalla neve, ma non c'e' alcun segno di passaggio, saremo i primi per il Passo del Regagno.
E' un traverso che tiene quota, non ci sono problemi anche se ripido, sotto c'e' parecchio pino mugo.
Alle 11:55 siamo al Passo del Regagno Q1656, sotto di noi si sviluppa la Valle di Fojorina, e la discesa si presenta molto ripida ma completamente libera e pulita, siamo in pieno sole ed esposti a S.
Il sentiero è ben marcato e serpeggia, poi si porta sotto il Regagno, si potrebbe salirci, ma preferiamo gustarci la giornata ed il pranzo all' Alpe Fiorina come da programma.
Alle 12:30 puntualissimi siamo all' Alpe Fiorina, due baite in legno in una radura prativa a 1350mt, fondamentali panche e tavoli e soprattutto una magnifica fontana.
Ci accampiamo per pranzare in totale relax, stupendo il luogo, non ci sono i grandi panorami verso il lago, ma siamo incassati in una gola circondati da torrioni rocciosi calcarei, siamo in pieno sole e ce la godiamo alla grande.
Tempo di permanenza previsto 1:30
Dopo i panini e la frutta, PRE-festeggiamo in anticipo di 3gg il compleanno di Roberto, una scusa per festaggiare la troviamo sempre, e questa volta sono l'ennesimo giro-di-boa del nostro Roby/Eze/Alp.



Panettone (degli alpini però) e prosecco, infine caffè e le nostre classiche correzioni.
Un pò di foto, anche all' ambiente, e ci prepariamo per tornare, mancano circa 4Km, che stimiamo in 1:30
Anche l'ambiente del ritorno devo dire che soddisfa tutti, faggete enormi, sentiero bollato bene di vernice, unica rottura tantissime foglie di faggio che in alcuni tratti superano il mezzo-metro.
Altra cosa da segnalare, ovunque fioriscono primule gialle e una quantità esagerata di ellebore in fioritura, nei vari colori verde, bianca e viola, spettacolare veramente.
Seguiamo i sentiero 3-barrato verso Seghebbia, ignorando le indicazioni per Dasio, e l' Alpe Riccola ed il Passo Stretto.
Si tiene quota, poi si risale alla larga bocchetta prativa di Pralungo, dove si abbandona la Val Solda per tornare in Val Rezzo.
Scendiamo tenenedo la sinistra alla Alpe Pramarzio, attraversiamo il prato in direzione Seghebbia, proprio di fronte a noi, ma più in alto. Nel prato il sentiero si perde, ma con logica si arriva a ritrovarlo che scende verso il torrente, lo attraversa su un ponticello di legno a Q1040, da qui si risale, e devo confessare faticosamente, fino ai 1100 metri del cimitero di Seghebbia, e su strada in 5minuti alla piazzetta dove abbiamo parcheggiato.
Nonostanete le due cime mi erano note, anche a Roberto e Barba, il giro ci è piaciuto, la salita al Torrione con neve e ghiaccio ha deto quel "peperoncino" alla giornata, coronata dalla bella sosta all' Alpe.
Tutto ben riuscito, e per me anche un positivo risultato dopo la defaiance dell'ultima ciaspolata.


Informazioni Utili:
Sito ERSAF Lombardia Val Solda
Cartina con sentieri escursionistici della Val Solda e Val Rezzo


 

Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi
(Cesare Pavese)

La vita è così breve che non c’è tempo per litigi, per il rancore e per la guerra. C’è solamente il tempo per amare e dura solamente un istante.
(Mark Twain)


 

 

 
 
   
 

           Vista da Roberto   -    (roberto59)         

Bella giornata, tempo magnifico, giro ad anello perfetto, una bella escursione.
Per quanto riguarda i festeggiamenti, grazie a tutti per la citazione e i ringraziamenti, anche se con 3 giorni d’anticipo, per far sì che la sorpresa riuscisse bene, mia moglie ha organizzato sabato sera una festa a sorpresa, grazie mille è stata fantastica e bravissima, molto ben riuscita, complimenti a lei.
Il compleanno in montagna con gli amici del gruppo lo festeggeremo dopo il 3 aprile, giorno esatto del compleanno, abbiamo solo leggermente proseguito con un post apericena della sera precedente.





Grazie a tutti come sempre per l’armonia e l’amicizia che ci porta sulle nostre montagne e come diceva il saggio:

Quando sei giovane sei in generale anche un po' pirla, ma se rimani pirla questo non significa che rimani anche giovane…

        

 

 
 
   
 

           Vista da Paolo   -    (brown)                        

 

Grande giornata !

Sole , giro ad anello per me tutto da scoprire e pre-festa di compleanno in stile carnevale di Rio ( inizia prima e non si sa quando finira').

La cima di Fojorina e' proprio una bella cima.
Raggiungibile da diverse localita' e lascia spazio per poi raggiungere il Torrione di val Solda .
La neve ancora presente sul versante nord ci ha costretto ad utilizzare i ramponcini per camminare in sicurezza soprattutto in discesa.
Grande location l'alpe di Fiorina dove abbiamo allestito un pranzo in allegria, e dove  Roberto ha messo le basi per la vera festa dei suoi 60 anni.
Ha fatto la prova costume , prova discorso e ha  scelto la location dove imbandire la tavola.
Grazie a tutti per la piacevole giornata e alla fine una grande escursione che restera' nel nostro paniere di esperienze di vita.
A presto

Paolo
 

 

 
 
   
 

            Vista da Luciano   -    (barba43)


E' quì la festa ???

SIII ed è iniziata Sabato sera, il nostro Grande Alpino Roberto alias Eze, ha raggiunto la fatidica cifra del 6.

Per l'occasione la moglie ha organizzato una festa a sorpre invitando parenti stretti ed amici per un grandissimo apericena.

I Girovagando, hanno proseguito i festeggiamenti (e non è finita) andando ad esplorare la Val Solda, salendo alla Fojorina, poi il Torrione.

L'anfitrione Giorgio, ci diceva di portare i ramponcini, ed aveva proprio ragione, sul versante Nord di neve ne troviamo parecchia. Conquistate le vetta, poi siamo scesi all'Alpe Fiorina per completare la festa del ns. caro Alpino, pranzando e proseguendo ancora con le delizie. 
Terminato il tutto, ma prorio tutto e fino all'ultima goccia, siamo tornati all'auto per un rientro affrettato causa impegni familiari di uno di noi.

 

Un infinito grazie All'alpino Roby per tutto l'ambaradan offerto
 

                  ciao a tutti belli e brutti                        


 

 
 
   
 

              Vista da Gimmy-    (gimmy)

 

Una giornata veramente ben riuscita, tutti gli ingredienti si sono mischiati, come in un piatto fatto a regola d'arte, da  uno chef stellato.
il clima perfetto: caldo ma non troppo, senza vento, veramente gradevole.
Molto ok il giro ad anello dove, ciliegina sulla torta, a rendere il tutto non banale ci si è messa la neve ed il ghiaccio vivo , che comportava una certa attenzione nei punti di passaggio, e la piccola parete di arrampicata, che ha dato un pò di verve alla salita al Torrione.
Per finire come sempre il nostro super gruppo, molto affiatato che rende sempre  piacevole stare  in compagnia.
Come postilla finale non potevano mancare gli auguri ad alp roby ,alias eze, anche se mancano ancora 3 giorni al momento fatidico dei 60 anni,   i festeggiamenti però sono già partiti, cominciando con una bella festa a sorpresa organizzata da sua moglie sabato sera, in un locale alla moda nel canturino con parenti e amici , e chiuderemo sicuramente con una bella festa in rifugio fra di noi

CIAO ALLA PROSSIMA

  

 
 
     
 
RIASSUNTO del PERCORSO
Percorso Totale : 10,9 Km totali, 7h:30m totali, 4:55m di cammino
Andata : 7,0 Km, 4:20 lorde, 50m soste
Ritorno : 3,9 Km, 1:30 lorde, 05m soste
Dislivello : 700 mt di assoluto , 950mt di relativo
Libro di vetta: SI sulla Fojorina e sul Torrione
Copertura cellulare: Buona sul percorso, all' Alpe Foiorina prendeva solo Wind (?)
Partecipanti :

Giorgio, Paolo, Roberto, Gimmy, Barba

 
 
   
   

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito     

www.girovagando.net        escursione # 333

  

 
 



Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (21)


Post a comment

Francesco says:
Sent 2 April 2019, 11h14
...Mattakkioni !!!!

Sent 3 April 2019, 12h10
Ciao Franc...

beppe says: Bravi
Sent 2 April 2019, 14h16
Sempre un bel giro
Ciao ragazzi

Sent 3 April 2019, 12h08
Beppe...ciao

ivanbutti says:
Sent 2 April 2019, 22h48
Auguri all'Alpino e un saluto a tutti.
Ciao Ivan

Sent 3 April 2019, 12h08
Grazie Ivan...ciao

Daniele66 says:
Sent 3 April 2019, 06h53
Auguri a Roberto. ...un saluto a tutti gli altri.....Daniele66

Sent 3 April 2019, 12h09
Ciao Daniele...grazie buona montagna

blepori says:
Sent 3 April 2019, 07h47
auguri a roberto, un bellissimo modo di festeggiare in posti fantastici. Ciao Benedetto

Sent 3 April 2019, 12h09
Ciao Benedetto...grazie buona montagna

Sent 3 April 2019, 08h03
Sempre bella la Valsolda e sempre bella la vera amicizia in montagna...

Angelo

Deleted comment

Sent 3 April 2019, 12h10
Ciao ...grazie x la giovinezza eterna.. buona montagna

cappef says:
Sent 3 April 2019, 10h26
Gran bel giro...Bravi!
Tantissimi AUGURI Roberto!!!
Ciao...Flavio

Sent 3 April 2019, 12h10
Ciao Flavio... grazie e buona montagna

Menek says:
Sent 3 April 2019, 15h51
Auguri Rob!

Sent 3 April 2019, 16h44
Grazie Domenico...

imerio says:
Sent 3 April 2019, 18h55
Complimenti per il bel giro, questa volta dall'Iatlia; la selvaggia Val Solda non delude mai. Auguri a Roberto, che ora può cominciare a vedere la luce della pensione in fondo al tunnel, o sbaglio ??? Ciao. Imerio.

Sent 4 April 2019, 10h01
Ciao Imerio...grazie, se non cambia nulla la luce sarà fra tre anni...buona montagna

GIBI says:
Sent 4 April 2019, 19h20
Complimenti a tutti per il gran bel giro e Tanti Tanti Auguri all'Alpino ... e per completare la zona mi sembra giunta l'ora di attaccare anche il Sasso Grande !

ciao Giorgio

Sent 5 April 2019, 09h03
Ciao Giorgio grazie mille per gli auguri...buona montagna


Post a comment»