COVID-19: Current situation

Peilstein 2542 m -Rontschor 2711 m -Muttegrub 2736 m e Hoher Dieb 2730 m


Published by cristina , 16 October 2018, 15h37. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Trentino-South Tirol
Date of the hike:13 October 2018
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Access to start point:Val d'Ultimo. Accesso da Lana oppure dalla strada che dalla Val di Non, passando per Lauregno arriva direttamente a pochi km da Santa Valburga.

Santa Valburga (Val d’Ultimo). Lasciamo l’auto nell’ampio posteggio all’entrata del paese. Incredibilmente le indicazioni per il Peilstein sono già presenti, 4,40 h…gulp! Speriamo siano sovrastimati…

Il sentiero è sempre ottimamente segnato, soprattutto i bivi nella parte bassa del percorso. Sia in salita sia in discesa non avremo alcun problema nel districarci tra le molteplici strade e sterrate che il sentiero interseca, un eccellente lavoro dell’AVS.

Il sentiero sale sempre in maniera piuttosto sostenuta in un bellissimo bosco. Al termine del bosco usciamo poco sotto la dorsale, dove passa il sentiero proveniente dalla chiesetta di St. Helen. Con un traverso raggiungiamo la dorsale e riprendiamo a salire passando prima la croce dell’Hochspitz e dopo una breve discesa e un’ulteriore ripida salita raggiungiamo il Peilstein. Panorama super. Proseguiamo ora per il Rontschor scendendo al colletto sottostante e procedendo poi con un lungo traverso su pietraia, una ripida risalita e siamo all’ometto. Un’occhiata alla cresta alle nostre spalle e sembra sia facilmente percorribile…la prossima volta!

Proseguiamo ora sulla facile e ampia cresta in direzione delle Muttegrub. Bisogna prestare moltissima attenzione quando ci si sposta in zone d’ombra, sassi e terreno sono delle vere saponette a causa della brina che le ricopre.

Rimandiamo la sosta prevista sulla Muttegrub, si è alzato un vento gelido che poco invoglia alla sosta. Continuiamo ora in discesa, un lungo tratto in ombra da fare con tantissima attenzione. Giungiamo quindi a un colletto e scendiamo al magnifico Kofelrastseen, dove facciamo sosta prima di riprendere a salire, ultima cima della giornata l’Hoher Dieb o Il Grande Ladro. Raggiunta prima l’enorme croce ci spostiamo lungo la cresta per portarci alla vera cima dove su una pietra è stata scolpita una faccia sorridente.

Ritorniamo quindi al Kofelrastseen, passiamo anche il più piccolo Langer See per andarci ad accomodare davanti alla Kofelrastalm in prossimità del bivio per tornare a Santa Valburga Mentre mangiucchiamo qualcosa, prendiamo la decisione di proseguire per la Marshnellalm. Sembra sia il percorso che arriva più vicino al posteggio, l’altro ci porterebbe un po’ fuori e non vogliamo rischiare di dover fare troppo asfalto.

Riprendiamo quindi con una leggera risalita e quindi discesa alla malga. Pur essendo ormai chiusa, sono rimasti tavoli e panche e la fontana aperta, ne approfittiamo quindi per mangiare gli ultimi panini.

Scendiamo poi alla malghetta sottostante per poi infilarci in un bel vallone fino ad incontrare le prime sterrate. Il sentiero prosegue sempre in discesa tagliandole, ogni bivio sempre ben segnalato, mai avuto la necessità di controllare né cartina né GPS.

Arriviamo così giusti giusti al posteggio…giro fantastico.


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (8)


Post a comment

Menek says:
Sent 16 October 2018, 18h35
molto bello. bravi.

cristina says: RE:
Sent 16 October 2018, 19h46
Se sei da Amadeus fatevi un giro in Maddalene te ne innamorerai

Menek says: RE:
Sent 17 October 2018, 18h34
Le Maddalene Alex le conosce bene, la sua mamma è della Val di Non e penso che lui ci sia nato.

cristina says: RE:
Sent 17 October 2018, 19h41
Si ricordo che me lo aveva detto Gbal, Ronzone mi sembra il paese natio, mi sembra fosse vicino a Romeno comunque, dove abbiamo noi la casa in affitto

blepori says:
Sent 17 October 2018, 07h17
posti stupendi, che magia il paion coor oro di questa sagione. Fortunelli :))) Benedetto

cristina says: RE:
Sent 17 October 2018, 09h12
Grazie Benedetto.

GIBI says:
Sent 18 October 2018, 22h09
... eppure io insisto che prima o poi una bella e interessante guida la potreste anche pubblicare, pochi conoscono i segreti di tante belle zone anche poco battute come voi due !

comunque complimenti

ciao GIorgio

cristina says: RE:
Sent 19 October 2018, 10h06
Sull'Alto Adige effettivamente si trova poco in linqua italiana...su Hikr c'è l'amico di Domenico che fa cose molto interessanti, purtroppo però scrive in tedesco e con il traduttore automatico è incomprensibile capire cosa abbia fatto e purtroppo non mette nemmeno le tracce :-(


Post a comment»