Galehorn (2797 m) e anello Sirwoltesattel - Bistinenpass


Publiziert von peter86 , 23. August 2012 um 14:31.

Region: Welt » Schweiz » Wallis » Oberwallis
Tour Datum:22 August 2012
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS 
Zeitbedarf: 5:00
Aufstieg: 1100 m
Abstieg: 1100 m
Strecke:Engeloch - Chusmatte - Wysse Bode - Sirwoltesee - Sirwoltesattel - Galehorn - Sirwoltesattel - Bistinenpass - Bielti - Alter Spittel (vecchio Ospizio) - Engeloch
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano - A26 Gravellona Toce - superstrada del Sempione - oltrepassare dogana di Gondo - parcheggio circa 200 metri dopo il ristorante Engeloch, in uno spiazzo a sinistra della strada
Kartennummer:CNS 274 (Visp)

Gran bel giro ad anello nella zona del Sempione, con la ciliegina sulla torta della facile ma super panoramica cima del Galehorn.

Causa impegni di lavoro nella tarda serata di martedì, la sveglia non suona prestissimo. In più passo a prendere mio fratello, che pur di scappare dal caldo si fa convincere a venire di nuovo in montagna a distanza di pochi giorni.
Iniziamo a camminare alle 10 circa, dal parcheggio a bordo strada pochi metri dopo il ristorante di Engeloch. Non è proprio l'orario migliore, il caldo afoso si fa sentire anche a queste quote facendoci sudare fin dal primo metro.
Per fortuna salendo inizia a tirare un pò d'aria, e il sole viene a tratti coperto da qualche nuvola.
Facciamo una prima sosta al pianoro di Wysse Bode (0 h 45), dove possiamo ammirare già un bel panorama sulla vallata del Sempione.
Poi affrontiamo la ripida salita a sinistra della cascata, dove c'è un brevissimo e facilissimo tratto attrezzato con 6 o 7 pioli metallici e un cavo.
Raggiungiamo quindi l'immensa distesa di pietre sottostante i laghi. la risaliamo sulla sinistra seguendo i sempre frequenti segnavia e giungiamo quindi al primo dei Sirwoltesee (1 h 30).
Qui svoltiamo a destra e in pochi minuti siamo al più grande e più bello dei laghi, un vero gioiello.
Breve sosta per sfamarci e ammirare questo spettacolare specchio d'acqua, quindi riprendiamo a salire tra i prati su pendenze ora piuttosto modeste.
Passiamo per un altro bel laghetto e in breve siamo alla Sirwoltesattel (2 h 00), passo che mette in comunicazione la valle del Sempione con la Nanztal.
Mio fratello decide di fermarsi a prendere il sole, io invece svolto a destra e punto dritto all'anticima del Galehorn. Risalgo i ripidi prati fino a portarmi in cresta, dove trovo un sentierino che in breve mi porta ad aggirare sulla sinistra l'anticima e a raggiungere quindi la piatta vetta del Galehorn(2 h 20), deturpata da una grossa antenna.
Davvero particolare questa cima: un vasto pianoro sassoso, pare di essere sulla luna.
Il panorama su Bietschhorn, Aletschhorn, Aletschgletscher e tutta la zona è davvero spettacolare, pur in una giornata non molto limpida.

Ripercorro quindi il sentierino in cresta, prestando attenzione a non scivolare sul fondo un pò instabile, poi taglio di nuovo per prati scendendo diretto alla Sirwoltesattel (2 h 35).
Si scende ora verso la Nanztal per qualche minuto, fino ad incontrare un bivio (senza cartelli), dove si svolta decisamente a destra e inizia il lungo tratto pianeggiante verso il Bistinenpass.
Il sentiero si fa ancora più largo e comodo e possiamo camminare in tutta tranquillità godendoci il panorama spettacolare. 
Raggiunto il Bistinenpass (3 h 25) torniamo nella valle del Sempione e iniziamo la discesa. Vediamo il nostro parcheggio sulla destra, ma il sentiero, che già avevo percorso di ritrono dallo Spitzhorli l'anno scorso, punta deciso a sinistra, fino a raggiungere le baite di Bielti.
Qui, anzichè percorrere la stradina che ci porterebbe dritti al vecchio ospizio, prendiamo il sentiero che risale verso la strada, fino ad incrociare la Stockalperweg.
Seguendo quindi la bella mulattiera raggiungiamo il vecchio ospizio e quindi, in leggera discesa torniamo alla macchina (5 h 00).

Tourengänger: peter86, Ricc

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (8)


Kommentar hinzufügen

adrimiglio hat gesagt:
Gesendet am 24. August 2012 um 11:28
Ciao Pietro

complimenti gran bella gita in un posto che merita sempre, anche se il massimo è d'inverno con gli sci...certo che quelle antenne bisognerebbe raderle al suolo, e poi ci sono escursionisti che si lamentano delle croci di vetta...

Adry

peter86 hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2012 um 10:01
Grazie Adry. Quelle antenne sono una vera oscenità, spero almeno che effettivamente servano a qualcosa.
Per fortuna basta girarsi ad ammirare il panorama e alle antenne non ci si pensa più!
Ciao, Pietro

veget hat gesagt:
Gesendet am 24. August 2012 um 15:15
Bravo Pietro,é una gita,che effettuata ,in traversata,è scelta da buongustaio, inoltre molto panoramica.........E come dice Adry,è una classica con gli sci ,anche divertente.......(neve permettendo) .Se ti capiterà di provare.........Alla prossima Ciao Eugenio

peter86 hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2012 um 10:07
Ciao Eu, hai ragione fatta così ad anello è una meraviglia, facendo avanti e indietro dalla stessa parte ci saremmo persi il tratto più panoramico.
So che sono zone famose d'inverno, ma io non scio quindi al limite potrei studiarmi qualche ciaspolata.
Ciao, Pietro

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 24. August 2012 um 21:19
Ciao, Pietro. a torto in estate boicotto questi
bei luoghi, per rifarmi d' inverno. Sono contento
così, grazie a Te, li vedo anche d' estate.
roby

peter86 hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2012 um 10:08
Ciao Roby, d'inverno non puoi vedere il colore del lago Sirwolte.
Ti assicuro (ma lo saprai bene) che merita!
Pietro

adrimiglio hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2012 um 11:51
Dopo avere fatto il Mattwaldhorn... ti assicuro che lo sa...lo sa...

Ciao a tutti

Adry.

tignoelino hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2012 um 17:47
mi ricordo ancora la lotta con il terreno
per arrivare al Simelipass (meglio d' inverno)
e la bellezza del Sirwoltesee.
roby


Kommentar hinzufügen»