Campo dei Fiori, Punta Paradiso (m.1226).


Publiziert von Poncione , 13. März 2019 um 14:48.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 9 März 2019
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 9:00
Aufstieg: 1150 m
Abstieg: 950 m

Poca voglia di allontanarmi dalle "mie" valli, oggi Campo dei Fiori, che non stanca mai.

Parto dalla Valganna e tramite i Valicci raggiungo Brinzio, da cui osservo attentamente una lunghissima dorsale - mai notata - che sembra giungere proprio sotto la Punta Paradiso... affare fatto. ;)
Entro nel bosco senza calcolare nessun sentiero, passo dal "Parco Wild Land", solco una prima valletta, poi una seconda, avvicinandomi a detta dorsale e giungendo senza troppi problemi alla strada tra Brinzio e Castel Cabiaglio, proprio al confine tra i due comuni.
Qui incontro un sentiero di tagliaboschi, che presto abbandono seguendo il logico e naturale scorrimento ascensionale della dorsale: s'incontrano muri a secco e di confine, altre strade di taglio che aggirano rimanendo basse, in boschi gradevoli, complessivamente puliti, privi di difficoltà ed orientamento pur mancando riferimenti visivi... basta salire.
La pendenza diventa forte solo nel punto in cui il bosco - prevalentemente di faggio - inizia gradualmente a sfoltirsi per raggiungere finalmente una zona leggermente più aperta con qualche prato, betulle, prime presenze rocciose e un'evidente traccia di animali, di cui è sempre piacevole ed istruttivo seguire le orme. Gradualmente la situazione inizia a delinearsi e percepisco d'essere proprio dove volevo, vedendo la Punta di Mezzo più a destra e la Punta Paradiso quasi frontale rispetto alla mia posizione. Con un piacevole saliscendi raggiungo il sentiero n.3, proprio all'altezza dei segnavia che indicano la località Ör du la Bianca.
Realizzo che "la Bianca" non possa che essere l'evidente parete calcarea poco sopra di me (già notata a Brinzio), pertanto la punto seguendo sempre tracce di animali nella bella faggeta giungendo abbastanza in breve ai suoi piedi. Saggezza direbbe d'aggirarla a destra, dove già intravvedo le strutture che deturpano Punta Paradiso, ma ovviamente vado verso le rocce - tutt'altro che sane - per vedere se c'è qualche altro passaggio. Ma giunto ai loro piedi mi rendo conto a quale impresa ostica andrei incontro, valutando cenge esposte, canali ripidissimi e ravanosi, da cui francamente mi faccio respingere volentieri. Aggiro pertanto, su pendenze diventate importanti e con fondo infido, "la Bianca" sulla destra accontentandomi di salirla al suo culmine, dove prevedibilmente incontro il sentiero n.7. "La Bianca" rappresenta dunque il bel punto panoramico che s'incontra - grossomodo - a metà di questo sentiero, proprio sotto Punta Paradiso, che risalgo infine nell'ultimo tratto di bosco puntando l'antenna RAI tra massi e fogliame. Trattandosi però di zona recintata si deve aggirare un pò a destra, dove trovo però un saltino di roccia: individuo un bel caminetto (II°) di 3-4 metri, che ripulisco cautelativamente da detriti e fogliame prima di affrontare, giungendo proprio su una radura tra le antenne e l'Osservatorio Astronomico.
Chiusa la bella ed elaborata salita proseguo quindi per la Punta di Mezzo seguendo un sentiero, neanche così scontato, bollato in giallo mai fatto prima d'ora. Pranzo rapido sulla vetta, quindi ancora cresta - che dalla sella (m.1081) è invece bollata biancorossa o rossa - toccando l'anonima Punta Merigetto (m.1151) e infine il Forte d'Orino (m.1139), dove tutto d'un botto - dopo aver incontrato solo un capriolo - trovo il mondo.
Me ne scappo quasi subito, ma anche sulla militare è tutto un viavai di persone che probabilmente son salite quassù per sfuggire al prevedibile caos del "Carnevale Bosino" nell'ex-Città Giardino. Giunto alla Pensione Irma per un caffè proseguo per il sempre piacevole Piazzale della Batteria, dove scelgo di scendere dal "sentiero storico", spettacolare camminamento calcareo nel cuore della palestra di roccia del Campo dei Fiori. All'ormai dismessa stazione di monte della funicolare scendo qualche gradino verso il Valico Pizzelle, ma presto mi stacco per seguire interamente la ripidissima massicciata della funicolare - con bellissimo passaggio in galleria - che mi catapulta alla funzionante stazione di valle e al Bus per una Varese oggi "in maschera".

Avanti così.

Tourengänger: Poncione


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (21)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 13. März 2019 um 18:20
Ricorda che dovete portarmici...!!

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. März 2019 um 21:38
Quando vuoi Dani... possibilmente non dalla via che mi sono "inventato". ;)
Ciao

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2019 um 07:29
eh, il paradiso bisogna proprio guadargnarselo! Ciao Benedetto

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:36
É così Benedetto...

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2019 um 07:35
In un modo o nell'altro, c'è sempre qualcosa di bello da fare quando esci di casa.
Alla prossima.
Un saluto.
Alessandro

Camoscio hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 09:21
Parole sante, Alessandro! ;)

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:37
Ciao Ale, basta - a volte - guardarsi attorno, e tutto vien da sè.

Camoscio hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2019 um 09:21
Vedo che ti impegni su vari fronti, facendo anche lo spazzacamino! Meno male che ci sei tu! :) Non sono ancora riuscito ad andarci al Campo dei Fiori pensando che da Varese è lontano. Solo in questo momento mi viene in mente che magari potrei provare da Induno Olona dato che c'è la fermata del treno...

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:40
Ciao Camoscio, ti conviene allora scendere direttamente a Varese e portarti coi Bus a Velate (linea P) o al Viale delle Cappelle del Sacro Monte (linea C).

Camoscio hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:50
Grazie, ma non essendo per nulla pratico in Italia e non conoscendo gli orari nei weekend preferisco evitare i bus... Da Induno Olona non è fattibile salire in un qualche modo? Altrimenti magari mi aggregherò a qualcuno se riuscirò a combinare.

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:58
Invece il Sacro Monte e il Campo dei Fiori da Varese è una delle poche "certezze", perchè servitissima dai bus anche nel weekend. Puoi andare tranquillo. Induno viene comoda per altri posti (Chiusarella, Martica, Monarco...).

Camoscio hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 11:01
Ottimo! Allora nei prossimi weekend forse ci andrò! Grazie ancora! :)

Simone86 hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2019 um 09:35
bella e interessante esplorazione del selvaggio nord del campo dei fiori!

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:43
Ciao Simo, il bello del Campo dei Fiori è che offre davvero mille scenari e permette di disegnare giri lunghi, a piacimento e a libera improvvisazione. Come si fà a non volergli bene? ;)

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:15
Fortunello tu Emiliano che non devi allontanarti troppo da casa per trovare il Paradiso !

ciao Giorgio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. März 2019 um 10:44
Ma già ci abito al Paradiso. :)
Però quello del Campo dei Fiori è un'altra cosa. ;)

veget hat gesagt:
Gesendet am 15. März 2019 um 20:44
Prima o poi, spero di salire al Campo dei Fiori, seppur dalla via "normale". I tuoi tracciati vista la valutazione sicuramente "più...." non sono alla mia portata.Tu continua, nella (ri)scoperta dei luoghi a te tanto cari....dei quali io vedo e ammiro le foto....
Buona Continuazione Emy
Ciao
Eugenio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. März 2019 um 21:04
Ciao Eugenio,
spero che si riesca presto ad organizzare qualcosa. Il Campo dei Fiori si merita assolutamente la tua presenza.
A presto

veget hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. März 2019 um 21:17
Grazie Emy!

Menek hat gesagt:
Gesendet am 15. März 2019 um 21:36
Bello,giro alla tua maniera...

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. März 2019 um 21:49
Grazie Dome, anche una meta all'apparenza stranota come il Campo dei Fiori sa offrire qualche lato sconosciuto ed avventuroso.
Ciao


Kommentar hinzufügen»