Landarenca (1'254 m.s.m.)


Published by ale84 , 6 May 2017, 10h08.

Region: World » Switzerland » Grisons » Misox
Date of the hike:25 March 2017
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   Gruppo Pizzo di Claro 
Height gain: 604 m 1981 ft.
Route:[LUNGHEZZA 7.2km] San Rocco (916 m) - Landarenca (1254 m) - quota 1278 m - Pian (1426 m) - Boliv (1478 m) - Monterisc (1485 m) - Lego (1485 m) - Lego (1446 m) - quota 1280 m - Landarenca (1254 m) - San Rocco (916 m)
Access to start point:A13 del S. Bernardino, uscita Roveredo, poi seguire le indicazioni e salire in Val Calanca. Parcheggio gratuito a S. Rocco/Selma presso la stazione della funivia per Landarenca.
Accommodation:Osteria Landarenca

Altre foto e info su: www.ariafina.ch



Fino a giovedì sera ero convinta che nel week-end non avremmo combinato nulla, causa brutto tempo. Venerdì mattina però, mentre vado al lavoro, sento alla radio il meteorologo di Locarno Monti che annuncia un cambiamento di tendenza ed il prospettarsi per sabato di una giornata abbastanza soleggiata.
Così io e Mauro decidiamo di fare una passeggiata in Val Calanca (GR) salendo a Landarenca e ai monti soprastanti senza ovviamente utilizzare la funivia. Da un recente servizio andanto in onda sulla Televisione Svizzera sappiamo che a Landarenca vi è un'Osteria, da golosoni quali siamo ci facciamo subito un pensierino e lasciamo a casa i soliti panini portandoci solo qualche barretta nel caso il posto fosse chiuso. Romano Venziani ha inoltre inserito Landarenca e la sua funivia nel documentario "Storie appese a un filo" andato in onda sempre alla RSI nel programma Svizzera e dintorni.
L'escursione prende avvio dalla località di San Rocco a Selma, in pratica dal percheggio gratuito presso la funivia di Landarenca dove lasciamo la nostra auto.

Questo l'itinerario effettuato su comodi e segnalati sentieri:

San Rocco (916 m) - Landarenca (1254 m) - quota 1278 m - Pian (1426 m) - Boliv (1478 m) - Monterisc (1485 m) - Lego (1485 m) - Lego (1446 m) - quota 1280 m - Landarenca (1254 m) - San Rocco (916 m)

Grazie alla comoda, larga e mai troppo ripida mulattiera (ideale anche per le MTB) che parte da San Rocco, raggiungiamo facilmente Landarenca in quaranta minuti di cammino.
Landarenca è un piccolo e grazioso villaggio di montagna, frazione di Arvigo, sorge a 1'254m di quota sul fianco orografico destro della Valle Calanca.
È un luogo d'altri tempi ed emana un certo fascino con le case raccolte attorno alla chiesetta e il campanile che spunta sopra ogni cosa. Grazie alla funivia automatica rimodernata nel 2004 e sempre in funzione, a Landarenca vivono stabilmente una decina di persone.
Percorriamo i vicoli acciottolati tra i rustici osservando dei bellissimi tetti in piode.
Dopo un quarto d'ora di reportage fotografico riprendiamo l'escursione e seguiamo una comoda strada sterrata in direzione di Pian, la vista migliore sul villaggio la si ha proprio da questa strada (vedi foto) con il paesino dominato dalla chiesetta e le montagne della valle sullo sfondo. Superata una grande stalla dove all'esterno pascolano delle mucche, arriviamo in breve ai monti di Pian dove osserviamo numerose cascine sparse su questo bel terrazzo pianeggiante affacciato sulla Calanca. Proseguendo in leggera salita arriviamo una decina di minuti più tardi ai monti di Boliv dove purtroppo dobbiamo constatare un elevato grado di abbandono con stalle e rustici parzialmente o completamente crollati. Da Boliv il sentiero prosegue quasi pianeggiante verso Monterisc e Lego, lungo il percorso si godono belle vedute dall'alto del nucleo di Landarenca, motivo principale che ci ha spinti ad effettuare questo giro. Il sole gioca un po'a nascondino ma riusciamo comunque a portare a casa qualche scatto soddisfacente. Alle cascine superiori di Lego, purtroppo anch'esse semi crollate, facciamo dietro front e torniamo a Landarenca, durante la discesa possiamo osservare anche Selma sul fondovalle calanchino.
Il sentiero segnalato ci fa sbucare di fronte alla stazione a monte della funivia, a fianco vi è un minuscolo cimitero ancora in uso. Il vialetto porta direttamente alla piazzetta di fronte alla Chiesa dei SS. Bernardo e Nicolao che non manchiamo di visitare.
Lì accanto c'è l'Osteria Landarenca e visto che sono da poco passate le 12.00 e sembra aperta...entriamo! Subito veniamo accolti da Valentino che insieme a Noemi è proprietario e gestore dell'osteria. Nella graziosa sala vi sono due persone che stanno già pranzando, Valentino ci informa che normalmente qui si può mangiare solo su prenotazione (il posto è piccolino e giustamente si vogliono evitare gli sprechi), cosa che purtroppo non abbiamo fatto, ma comunque ci invita ad accomodarci che qualcosa s'inventerà! Noi non siamo difficili e gli diciamo che un pezzo di pane e formaggio sarebbero più che sufficienti ma lui in men che non si dica porta in tavola del cicorino in insalata, un tagliere di salami e formaggi nostrani e un paté di fegato appena fatto, una vera delizia!
Nel contempo ci comunica che a breve sarà pronto il risotto ai funghi che già stava preparando per i due altri signori, ne ha fatto un po'di più e pensa basterà anche per sfamare noi...gentilissimo! Scopriremo in seguito che l'insalata e il risotto che ci ha servito dovevano essere il suo pranzo! Al suo posto non so se sarei stata altrettanto altruista!
Valentino non ci fa mancare nulla e porta anche il dessert, una squisita torta di castagne appena fatta e ancora tiepidina! Buonissima come tutto il resto! Ci viene proposto anche il bis, ma siamo così pieni che a malincure alziamo bandiera bianca e dichiariamo sconfitta!
Tra un boccone e l'altro il padrone di casa ci spiega che la bella sala da pranzo in cui ci troviamo, un tempo ufficio postale del paese, è conservata allo stato originale ed è molto caratteristica, tutta in legno da cima a fondo. Parliamo dei prodotti locali a chilometro zero che propone ai suoi ospiti, dello zafferano che coltiva personalmente e delle specialità che prepara su riservazione. Terminato il caffé (offerto!) paghiamo il conto e ci congediamo dal simpatico Valentino con la promessa di tornare!
Il rientro a San Rocco avviene seguendo la mulattiera e in trenta minuti siamo alla macchina super soddisfatti della bella giornata, dello squisito pranzo e della piacevole scoperta.
Gita fattibile anche in mezza giornata.

Tempo impiegato:
Per il giro ca. 2h 45 minuti (fino a Landarenca 40 minuti)
(soste comprese)

Hike partners: ale84, Mauro78


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 34729.gpx Tragitto Landarenca

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+
23 Jul 17
Camin de Biancalan · paoloski
T3
10 Aug 16
Pizzo di Claro da Selma · GIBI
T3 WT3
12 Mar 17
Pizzo Bidi in inverno. · paoloski
T5 F II
T5 II
8 Jul 17
Torent Alto m. 2950 (Cima 7) · Andrea!

Comments (1)


Post a comment

GIBI says:
Sent 10 May 2017, 15h50
Hai ragione la mulattiera che sale a Landarenca era molto piaciuta anche a me che l'ho salita al caldo di agosto ... molto meno in discesa ma per la stanchezza visto che tornavo dal Claro !!!

ciao e buone camminate

Giorgio


Post a comment»