capanna Pesciola/punta Pesciola m.2344


Publiziert von Alberto , 15. Januar 2009 um 11:48. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:10 Januar 2009
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Schneeshuhtouren Schwierigkeit: WT3 - Anspruchsvolle Schneeschuhwanderung
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage 3:00
Aufstieg: 980 m
Abstieg: 980 m
Strecke:parcheggio centrale Armisa m.1050 - baite Masone di sotto m.1140 - località Foppe m.1400 - Baite Moretti m.1460 - Alpe Campèi m.1647 - bivio di quota 2030 - Baita Pesciola m.2004 DESCRIZIONE: Parcheggiata l'auto nel parcheggio a monte della centrale dell'Armisa m.1050,si prosegue lungo la sterrata con alcuni tornanti,che permette di salire all'assolata conca dei prati della Foppa (1400 m),dove si apre un imponente panorama sulla cerchia di montagne che la circonda. Senza inoltrarsi nella valle,si sale verso sinistra (cartello indicatore per la baita Pesciola) sfruttando il tracciato di una sterrata (visibile anche se coperta dalla neve) si perviene alle baite Moretti m.1459. Più in alto,raggiunte le baite Campèi m.1647 al termine dei prati, si piega gradatamente verso destra entrando nel bellissimo pianoro boscoso sovrastante. Senza percorso obbligato ci si muove in direzione Sud-Est traversando la zona boscosa ed uscendo nei pressi del pendio successivo. Con una diagonale da destra verso sinistra si guadagna quota entrando in una piccola valletta che sbuca presso un pianoro: a sinistra,in lieve discesa,si può raggiungere la vicina baita Pesciola m.2005. Per salire alla vetta si deve invece compiere un giro a semicerchio nuovamente verso Sud-Est (destra) imboccando una valletta piuttosto ripida (prestare attenzione al lato sinistro: possibili scariche di neve). Si risale la valletta sino al suo termine,sbucando in una specie di piccola conca racchiusa tra due creste che scendono dalla sovrastante cima del Druet. La vetta della punta Pesciola,comunque poco definita,si raggiunge salendo leggermente a destra individuando il punto più alto della cresta.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Strada S.S. 36 dello Spluga: da Milano seguire per Lecco,Sondrio. Passato Sondrio,sulla sp 38 dello Stelvio,dopo aver superato la segnaletica di Piateda,s'incontrano i cartelli con segnaletica per Briotti-Arigna. Si scende ad attraversare il ponte per poi risalire,si supera la località Sazzo (ottimo ristorante con cucina aperta a tutte le ore) si prosegue lasciando perdere le varie biforcazioni. Giunti al tornante con cartello Briotti,proseguire diritto su sterrata (in caso di neve viene pulita dagli addetti della centrale: in ogni caso le catene da neve è meglio averle) fino al parcheggio a monte della centrale idroelettrica dell'Armisa
Unterkunftmöglichkeiten:Baita Pesciola: richiedere le chiavi
Kartennummer:carta 1.50.000 compass regione orobie - carta Kompass 1:50.000 Bernina - Sondriovaltellinesi

Questa è una delle zone più belle delle orobie valtellinesi,frequentata in inverno da molti sci alpinisti e ciaspolatori.Non vi sono pericoli primari,ma come tutte le montagne bisogna avere un occhio di riguardo all'attenzione di ciò che ci circonda: il pericolo è sempre in agguato.Con questo non voglio spaventare nessuno,ma la prudenza non è mai troppa.Ad ogni modo l'escursione è adatta a tutti coloro che hanno allenamento nelle gambe,la zona della capanna è paesaggisticamente bella sul versante retico: si vedono i corni Bruciati,il Disgrazia,il Corno Mara e il rif.Gugiatti,la vetta di Rhon e il nuovo rifugio omonimo.Salendo alla Punta Pesciola m.2344 il panorama si amplia notevolmente fino all'alta valtellina e mostrando la grandiosità del panorama circostante.La struttura,è molto accogliente,io vi ho pernottato più volte anche in inverno. Foto di Giuseppe R.

Tourengänger: Alberto, beppe

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3 WS- WT3
11 Jan 09
Punta di Larescia · Alberto

Kommentar hinzufügen»