COVID-19: Current situation

SASS TAVARAC: ...bella e impegnativa ferrata condita da una panoramica camminata.


Published by Angelo & Ele , 13 February 2015, 18h53. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:12 February 2015
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Climbing grading: IV (UIAA Grading System)
Via ferrata grading: D
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:30
Height gain: 820 m 2690 ft.
Route:12,8 km
Access to start point: Da Como percorre la strada direzione Erba. Poco prima di entrare in Erba si svolta a sinistra ad un semaforo, seguendo per Buccinigo e poi per Crevenna, qui parcheggiare l' auto.

…. Per chi vuol sentire anche un po’ di musica…..


Angelo Angelo & Ele dice: Dopo vari proponimenti e con la complicità di una giornata non particolarmente fredda, io e il caro Giulio gbal riusciamo ad organizzare una bella camminata e il mio esordio alle ferrate.Non ho mai fatto una ferrata in vita mia e non tocco realmente la roccia (leggi arrampicata) da almeno 8 anni, cioè da quando in estate in Sardegna, quindi una volta l' anno durante le vacanze estive,  venivo stregato e rapito dal meraviglioso e incomparabile calcare che caratterizza le falesie sarde...
Oggi poi sono in compagnia di una persona dalla grande e polivalente esperienza in montagna, ovvero "Sir Giulio", un vero Signore della Montagna appunto...!
Il mio battesimo passa attraverso i suoi occhi e la sua notevole esperienza e tutto ciò, in me, crea sicurezza e calma.
La ferrata scelta è piuttosto corta (saggia decisione del buon Giulio, visto che non sa come mi comporterò...) ma valutata difficile nei vari siti dedicati alle caratteristiche tecniche delle ferrate.

Parcheggiata l' auto a Crevenna iniziamo a salire per un bel sentiero, oltrepassiamo San Salvatore, e dopo qualche peripezia nel trovare il giusto sentiero arriviamo al cospetto della parete del Sass Tavarac, carina falesia con numerose vie di arrampicata.
Seguiamo a destra quindi il sentierino e perimetrando la falesia dopo circa 20 metri arriviamo finalmente all' attacco della ferrata.
Vestizione rituale (imbrago, set ferrata, guanti, fettuccia con moschettone a ghiera supplementare, caschetto) zaino in spalla e... VIA, SI INIZIA LA DANZA VERTICALE...!!!

Come accennavo prima non è una ferrata facile, anzi è valutata piuttosto difficile, con passaggi che rasentano il IV° grado e forse qualcosa di più... ma a complicare le cose è il fatto che è presente solo il cavo metallico, non rivestito oltretutto. Quindi niente pioli, scalette o appigli artificiali.

Diciamo subito che il mio battesimo alle ferrate è andato bene, nella prima difficoltosa parte ho arrampicato molto in libera sfruttando i tanti appigli naturali...
Che strana... intima... emozionante sensazione ritoccare dopo tanto tempo la roccia... la vera "ossatura" della nostra Terra.

Tacche... maniglioni... fessure... reglettes... svasi... rovesci... ogni mio impacciato movimento iniziale si è poi sciolto e, attraverso l' uso un pò più sapiente dei piedi, ho iniziato a divertirmi alla grande...!

Dopo circa metà ferrata purtroppo si è staccata di netto una bella presa a cui ero attaccato e sono volato... per fortuna mia e del mio nuovo e intonso set, il terrazzino da cui ero partito era solo un metro e mezzo sotto i miei piedi altrimenti avrei fatto un gran bel voletto... e non era il massimo inaugurare subito il mio set in questo modo!
Dopo questa rottura accidentale del maniglione di roccia ho iniziato a fidarmi molto meno della roccia stessa e, anche se appariva solida, nei passaggi difficili o usavo il cavo o bloccavo sempre e solo almeno due prese naturali contemporaneamente.
Diciamo che la necessaria "lezione" di non fidarmi troppo della roccia di questa ferrata mi è ben servita...  :-)

Giulio ha avuto qualche rara difficoltà (sono un pò di anni che non fà più ferrate...) ma non si è abbattuto e con ammirevole grinta ha brillantemente superato i tratti più difficili.
BRAVO Giulio...!!!
Notate bene che questo Signore della Montagna ha ben 70 primavere... io alla sua età sarò già compenetrato nel mio divano con la scacchiera sempre più estrema per le mie sinapsi e i miei neuroni...!!!

Terminata la ferrata mi è rimasto l' amaro in bocca che non fosse lunga almeno il doppio... ormai mi stavo divertendo e anche la mia gestualità arrampicatoria iniziava ad essere decente, mentre all' inizio era rugginosa e, come direbbero i simpatici e saggi napoletani, "..marò, 'na vera schifezza"...!!!  :-))

In cima alla ferrata io e Giulio festeggiamo con un bel brindisi... anzi un bel pò di brindisi direi... con un meditativo e leggerissimo Cannonau...!!!
Questo "nettare" rosso sardo è alla stessa stregua di un blando succo di frutta... e quindi ti prometto, caro Giulio, che la prossima volta porterò qualcosa di più alcolico e più degno del topico e catartico momento.
Morale: bottiglia finita in 4 minuti...!!!   UN RECORD...!!!

Scherzi a parte... la giornata è continuata con una bella e panoramica camminata alla capanna Mara.
Qui abbiamo mangiato i nostri panini e commentato la bella escursione.

Dopodichè abbiamo abbandonato il nostro iniziale progetto di andare anche sul Monte Bollettone (dovevamo partire prima questa mattina, ma percorrere al freddo la ferrata non era certamente un' idea intelligente...), quindi scendiamo e percorriamo un sentiero che, dopo circa un' oretta scarsa, ci porta a lambire il Buco del Piombo.
Altra breve discesa e infine giungiamo al parcheggio, soddisfatti di questo bel trek-ferrata.

Abbiamo parlato molto... ed è molto bello per me che, grazie a HiKr, ho trovato una bella persona come Giulio e... quindi un nuovo amico!

GRAZIE Giulio della bella giornata da te organizzata e... alla prossima!!!  :-)

Angelo


" Se vuoi rimanere giovane, invecchia presto. "

" La gioventù ripone le sue speranze in colui che si esprime sempre a voce troppo alta, l' adulto in colui le cui parole restano sempre indietro rispetto alla sua azione. "

Aforismi filosofici di Friedrich Nietzsche


Giulio gbal dice: Non è questa la stagione delle ferrate, si sa; normalmente ora ci si dedica alla neve con tutti gli strumenti possibili oppure ci si rifugia sui monti più cari e vicini ma anche più bassi. Ma in questi ultimi anni la stagione è piuttosto imprevedibile e allora……la ridda delle idee si fa più concitata e parlando con un “vecchio” climber come Angelo nasce la prospettiva di fare assieme una ferrata…fuori stagione. Per lui è la prima, per me è la seconda volta che faccio il Sass Tavaracc. Purtroppo il ricordo che ne avevo era di una ferrata sì duretta ma, evidentemente piuttosto allenato, tre anni fa me l’ero fatta da solo e senza grandi complicazioni. Questa volta, con l’ultima facile ferrata (Corno W di Canzo) fatta circa un anno fa, la mia resistenza sulle braccia si fa carente e dopo un po’, di fronte ad un tratto impegnativo, decido di farmi superare da Angelo che nel frattempo dimostra grande disinvoltura. In due o tre passaggi ho pagato pegno, nel senso che ho dovuto prendermi delle soste per recuperare; direi che più che l’alibi delle “primavere” offertomi da Angelo (fossero solo le primavere!) forse un po’ di allenamento preventivo avrebbe fatto la differenza.
Che dire d’altro che non sia stato già raccontato dall’ottimo Angelo che cheta finalmente la sua astinenza nell’annusare la roccia? Trovate in fondo qui tutto quel che c’è da dire essendo questo giro la fotocopia di quello mio di tre anni fa. Unica variante è stata la salita anche al Monte Croce purtroppo non documentata dalla traccia poiché preso dalla voglia di andare ho dimenticato di dare inizio alla registrazione (cervello eccitato ma neuroni stanchi!).
Angelo è raggiante per la sua prova, per il suo bell’imbrago scintillante e dispiaciuto solo per la brevità della ferrata ma…..ne faremo ancora, di più lunghe ed ora che ho il badante…..sono a posto.
Grazie per la compagnia e per l’incitamento quando è servito e…..Angelo ti ringrazio per i tuoi numerosi complimenti ma….non ti devo né posso insegnare nulla in tema di arrampicata.
Un’altra ottima giornata questa passata assieme.

 

Note: Questa ferrata, molto verticale, è dura sia per la difficoltà intrinseca di alcuni passaggi sia perché c’è prevalentemente solo cavo non rivestito di difficile trazione e laddove è sostituito dalla catena (mai assieme) questa ha maglie piccole che non consentono di inserire moschettoni per aiutare la progressione.

 

Pillole….di sudore e di fatica:

Dislivello                  820m
Lunghezza totale     12,8 km
Tempo totale lordo  6h30’

 





 

Hike partners: gbal, Angelo & Ele


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 24094.gpx Vecchia traccia percorsa integralmente

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (42)


Post a comment

cai56 says:
Sent 13 February 2015, 19h17
Qualche anno fa, a ferragosto, andammo ad arrampicare in questa piccola falesia e notai - sulla destra - un cavo teso: non ne sapevo nulla e lo interpretai come una via di fuga attrezzata. Collocata la struttura nella sua vera dimensione, dopo un paio d'anni siamo tornati e, muniti di opportune scarpette d'arrampicata, ce la siamo fatta per bene: bellina, ma niente di entusiasmante. Si sa, non sono amante del calcare, ma qui la parete (soprattutto nella seconda parte) è un po' troppo infida... e il tuo ex-appiglio lo dimostra !!
Ciao. Marco

Angelo & Ele says: RE:
Sent 13 February 2015, 19h51
...e si Marco ben detto... il mio ex appiglio maniglione mi ha subdolamente tradito... ma io ho sbagliato a fidarmi troppo... :-)
Con le scarpe di arrampicata sicuramente l' intera salita in libera si può tentare, ma il dubbio amletico sulla tenuta degli appigli è reale...

Ciao e buone arrampicate + trail + trek...

Angelo

Sent 13 February 2015, 20h04
profonda invidia: l' anno scorso praticamente nulle le uscite su roccia. Complimenti per aver tirato fuori dal letargo u Giulio.
ciao
roby

Angelo & Ele says: RE:
Sent 13 February 2015, 20h50
In realtà è stato Giulio a tirare fuori me dalla mia letargia calcarea... :-)

Ciao e buone montagne a Te!

Angelo

Menek says:
Sent 13 February 2015, 20h07
Minchia che coppia cumpà... il tenace Giulio e il mai stanco Angelo... paura!!! Bella avventura ragazzi e... occhio agli appigli! :)))
Buone scarpinate gente...
Il Menek

Angelo & Ele says: RE:
Sent 13 February 2015, 20h53
Grazie Menek...

Riguardo agli appigli... la prossima volta mi metto le ventose alle mani... :-))

Ciaooooo....

Angelo

gbal says: RE:
Sent 13 February 2015, 21h46
Noi volevamo mettere qualche terzina di Eric ma.....hai il copyright!

Menek says: RE:
Sent 14 February 2015, 10h18
La poesia è di tutti/e... :)

gbal says: RE:
Sent 14 February 2015, 10h23
Vero ma c'è chi ha la Musa giusta, caro Eric

Menek says: RE:
Sent 14 February 2015, 17h04
:)))

igor says: power rock on !
Sent 13 February 2015, 20h10
Complimenti bravi climber !

Angelo & Ele says: RE:power rock on !
Sent 13 February 2015, 20h54


Grazie Igor... e quando vorrai unirti...

Ciao e buon weekend...

Angelo

gbal says: RE:power rock on !
Sent 13 February 2015, 21h45
Io gliel'ho buttata là quella dove vai sempre tu Igor!
Chissà!?!
Magari facciamo un tris

igor says: RE:power rock on !
Sent 13 February 2015, 21h49
Perche no ! Magari a fine marzo se ci siete ! Ciao grandi !

Sent 13 February 2015, 21h06
Bravi ragazzi.......e bravo anche Nietzsche!

Ciao
Aldo

Angelo & Ele says: RE:
Sent 13 February 2015, 21h14
Grazie mille Aldo e... riguardo a Nietzsche sappi che ha fatto la classica "fuitina" con una certa Zarathustra....... :-)

Cari saluti...

Angelo

gbal says: RE:
Sent 13 February 2015, 21h45
Da ragazzo a ragazzo: grazie Aldo!

GIBI says:
Sent 14 February 2015, 12h55
Complimenti Angelo per l'impresa e il coraggio ... e anche per la scelta musicale, io se trovo i tratti attrezzati li faccio ma dalle ferrate vere e proprie mi sono sempre purtroppo tenuto abbastanza alla larga !

ciao Giorgio

Angelo & Ele says: RE:
Sent 14 February 2015, 14h06
Grazie mille caro Giorgio...

Riguardo alla scelta musicale l' onore e il merito va al buon Giulio!

Era la mia prima ferrata ed è andata bene, rottura appiglio a parte... ripeteremo sicuramente con altre ferrate e altri interessanti abbinamenti con le camminate...
Ma se ti vuoi unire, fai un fischio...

Ogni tanto ricordo ancora il nostro incontro sulla cima del San Primo e... grazie ancora per aver dato a me e a Ele rassicurazione e ottimi consigli. :-)

gbal says: RE:
Sent 14 February 2015, 19h52
Mica vero Giorgio. Il buon Angelo oltrechè modesto è anche un sacco bravo ad arrampicare e....ne avrebbe da raccontare!
Ciao

patripoli says:
Sent 14 February 2015, 13h41
Una vera coppia d'assi!
Capisco Angelo le tue emozioni nel ritrovare il contatto con la roccia e riguardo alla vecchiaia....proprio qualche giorno fa.....ho ascoltato alcune riflessioni di Marc Augè, autore del libro "Il tempo senza età" proprio sulla differenza tra il tempo e l'età.
Ecco qua: “Conosco la mia età, posso dichiararla, ma non ci credo. Perché sono gli altri a dire che siamo vecchi, a definirci secondo luoghi comuni ma questa etichetta resta superficiale e lontana da quel che avvertiamo dentro di noi. Dunque, la vecchiaia non esiste. Certo, i corpi si logorano ma la soggettività resta, in qualche modo, fuori dal tempo ed è così che, tutti muoiono giovani”.
Un modo di vedere la vecchiaia che.....mi piace!
Ciao ragazzi....

Angelo & Ele says: RE:
Sent 14 February 2015, 14h14
Cara Patrizia concordo con i tuoi pensieri e con le riflessioni di Augè...

La vecchaia e la gioventù sono molto più vicine l' una all' altra che alla media età... può sembrare un paradosso, ma non è così... :-)

...e Bonatti-Giulio è ancora un ragazzino!!!

Ciao e un abbraccio!

Angelo



gbal says: RE:
Sent 14 February 2015, 19h55
Senza avere nssuna pretesa di verità assoluta: credo che se ci si ferma a pensare che è ora di comportarsi in modo consono all'età....si diventa subito vecchi. Fare finta di nulla e lasciare che ogni tanto venga fuori un po' di spiritello aiuta, eccome!
Ciao Patrizia

GAQA says: Complimenti
Sent 14 February 2015, 13h55
Complimenti per la bella uscita di montagna,a quanto pare tecnica,breve e intensa,ma di grande soddisfazione.

Hikr è la conferma che dietro dei semplici username si "mascherano" delle grandi persone e che molto spesso possiede la" magica funzione" di concretizzare e nel tempo consolidare grandi amicizie.

Bravi ad entrambi,belle relazioni.Un caro saluto ad Angelo e Giulio.
A presto.
Ciao da Alessandro.

Angelo & Ele says: RE:Complimenti
Sent 14 February 2015, 14h16
Grazie mille Alessandro per le belle parole che ci dedichi...

Buone montagne e un caro saluto anche a Te!

Angelo


gbal says: RE:Complimenti
Sent 14 February 2015, 19h59
Grazie per le tue belle parole Alessandro e per i complimenti.
Un caro saluto
Giulio

veget says:
Sent 14 February 2015, 16h22
cari Giulio e Angelo,
quando arrivi dopo "molti" , non hai più nulla d'aggiungere ai numerosi commenti accompagnati dagli altrettanti elogi....... Per cui scrivo: i miei Complimenti più che meritati....
Al meno giovane, il quale mostra sempre la sua grande esperienza, mettendola a disposizione, del più giovane.... altrettanto all'altezza nel superare con disinvoltura la sua "prima" , seguita da molte altre(vista la nuova attrezzatura)....
A entrambi buon proseguimento
Ciao
Eugenio

Angelo & Ele says: RE:
Sent 14 February 2015, 16h57
Grazie caro Eugenio, sei sempre molto gentile...

Cari saluti a Te e alla tua Giancarla...

gbal says: RE:
Sent 14 February 2015, 20h02
Grazie Eugenio. Di esperienza non sei secondo a nessuno!
E....primo o ultimo.....senza il tuo commento ci sarebbe mancato qualcosa e qualcuno, di sicuro.
Ciao

Sent 14 February 2015, 16h54
Un grosso complimenti a entrambi!!!!!! Ciao ALE

Angelo & Ele says: RE:
Sent 14 February 2015, 17h07
Grazie mille ALE... e buone montagne a Te... :-)

Angelo

gbal says: RE:
Sent 14 February 2015, 20h03
Grazie Ale.
Tante buone gite, come sempre.

Angelo63 says: Bravissimi!!!
Sent 14 February 2015, 21h20
Mi associo anch'io agli elogi che vi sono già stati rivolti.
Vi siete cimentati, con bravura, su un terreno per me impossibile......ma anche una bottiglia di cannonau in soli quattro minuti, non è da tutti :)) :))
Chissà la prossima volta, per restare sull'isola, potreste festeggiare con un cagnulari :)) :))
ancora Bravi!


gbal says: RE:Bravissimi!!!
Sent 14 February 2015, 21h46
Grazie Angelo.
Quanto alla bottiglia.....ti confesso che in realtà se l'è scolata tutta il tuo omonimo per festeggiare la sua "prima" :):):)
Ciao

Angelo & Ele says: RE:Bravissimi!!!
Sent 14 February 2015, 22h07
Grazie Angelo... e riguardo al Cannonau, diciamo che Giulio è abituato a emozioni etiliche più forti... :-))
... o forse l' ho bevuta tutta io la bottiglia...??!!
Mistero... :-))

Ciao e buone montagne a Te...

Angelo

Simone86 says:
Sent 15 February 2015, 19h43
Beh Giulio... vi ha fatto partire in 4ta!! la prima parte è un vero "battesimo", poi fortunatamente le difficoltà vanno scemando. Complimenti a tutti!!

gbal says: RE:
Sent 15 February 2015, 19h45
....e pensare che è tutta colpa tua se io mi avventurai su questa ferrata la prima volta, anni fa! Mi avevi incuriosito e scoprii che era bella tosta anche se corta.
Grazie, ciao!

Angelo & Ele says: RE:
Sent 15 February 2015, 20h10
Grazie mille Simone... :-)

Amadeus says:
Sent 17 February 2015, 14h34
Comme sa dir : Starsky&Hutch delle ferrate. Bravi!

Angelo & Ele says: RE:
Sent 17 February 2015, 15h39
Ma grazie... ma l' attore famoso è Giulio... io sono solo una controfigura... :-)

Amadeus says:
Sent 17 February 2015, 16h01
Conosco MOLTO bene el vecio GBAL...

Angelo & Ele says: RE:
Sent 17 February 2015, 16h30
Immagino... immagino... talmente diversi da sembrare quasi fratelli...!!! :-))


Post a comment»