Caldera Blanca, il più grande cratere di Lanzarote


Published by grandemago , 24 December 2014, 12h00. Photos by the participants

Region: World » Spanien » Kanarische Inseln
Date of the hike:15 December 2014
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: E 
Height gain: 410 m 1345 ft.
Height loss: 410 m 1345 ft.
Route:Lunghezza km 9,5
Access to start point:Appena fuori Mancha Blanca, in direzione P.N. de Timanfaya

Lanzarote…..paradiso e inferno!

Qui, come in tanti altri posti, esistono entrambi.

Quale sia il paradiso e quale l’inferno?

Ad ognuno la sua scelta!

Io scelgo l’arido, il desolato, vuoto e senza dei, dove nulla si interpone tra me e i colori, gli odori, il battito del mio cuore e il soffio del vento.



La Caldera Blanca, con un diametro di 1200 m, è il più grande cratere di Lanzarote. Questa sarà la prima nostra escursione sull’isola, la prima di una serie di escursioni brevi ma molto intense.
Appena fuori Mancha Blanca, in direzione del Parco Nazionale de Timanfaya, prendiamo una pista sterrata che si stacca sulla destra, entrando nella colata lavica per qualche centinaio di metri. Al termine di questa c’è uno slargo dove si può parcheggiare. Qui inizia il sentiero segnalato che porta non so dove, passando per La Caldereta e lambendo la base del cono della Caldera Blanca. Percorriamo questo fino alla Caldereta, poi, per un evidente sentiero che si stacca sulla sinistra, risaliamo in diagonale il cono della Caldera Blanca fino a sbucare sul ciglio del cratere. Lo spettacolo è superbo, il grandangolo non riesce a contenere tutto, ma l’occhio si, ed è questo che conta!
Proseguiamo per raggiungere la sommità del cratere. Tira un forte vento e in alcuni punti ci si deve fermare per rimanere ancorati a terra e non finire nel pentolone…..tutto normale da queste parti!
Arrivati in cima non ci fermiamo molto, giusto una sosta banana, che qui sono piccole ma gustosissime.
Scendiamo proseguendo lungo il bordo del cratere fino al punto più basso di questo, poi lo abbandoniamo e seguiamo il sentiero che ci riporta alla base. In breve siamo di nuovo alla Caldereta e seguendo il sentiero fatto all’andata torniamo al punto di partenza.

                                                                                                continua........

continua 


Hike partners: grandemago, Lella


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (14)


Post a comment

Sent 24 December 2014, 12h20
Sempre belle vacanze, complimenti...!!!

Camminare sui vulcani, se ancora attivi, è un' esperienza unica e bellissima... come camminare sulla vera e immane energia della Terra... Noi siamo saliti sull' italico Etna e sul sacro Agung ed è stata un' esperienza indimenticabile...

Bella camminata "energetica" e belle foto: BRAVI...!!!

Ciao e BUON NATALE...

Angelo & Eleonora

grandemago says: RE:
Sent 24 December 2014, 14h55
Grazie Angelo ed Eleonora.

Purtroppo mi manca l'esperienza di camminare su vulcani attivi, mentre Lella è stata sull' Erta Ale di notte, veramente indimenticabile per lei!

Buon Natale anche a voi
Ciao

Angelo & Ele says: RE:
Sent 24 December 2014, 15h45
Grazie e buone Feste anche a voi...

L' Etna, non durante l' eruzione ovviamente, è fattibile con almeno tre diversi trek da tre versanti diversi ed è fattibilissimo, sia di giorno che di notte....
Ciaooo....!!! :-)

grandemago says: RE:
Sent 24 December 2014, 15h48
E' nel cassetto l'Etna.....prima o poi.....

Ciao

Amedeo says:
Sent 24 December 2014, 15h01
Posti da...geologi!! Non potreste "adottarmi".......potrei fare da guida scientifica, culturale ed.....enologica!
Ciao
Amedeo

grandemago says: RE:
Sent 24 December 2014, 15h10
Tu non ci crederai, ma quando vado in questi posti penso a te e a quante cose potresti raccontarmi....è una materia che mi affascina!
Per l'adozione penso di essere troppo vecchio.....e anche tu!

Ciao e stammi bene!

Amedeo says: RE:
Sent 24 December 2014, 15h14
hahaha...è l'unica speranza che ho per il futuro......proverò con una anziana signora generosa...non troppo però!!
Ciao

Sent 25 December 2014, 11h31
Che posti incredibili! É come se la montagna fosse viva... bravi!
Ciao Paolo

grandemago says: RE:
Sent 27 December 2014, 11h53
L'impatto iniziale è quasi traumatico: arido e desolato, poi entri in punta di piedi e cominci a vedere i colori e la vita......

Ciao

Menek says:
Sent 25 December 2014, 15h28
Fantastici girondoni!!! Bel viaggetto...
Ciao
Menek

grandemago says: RE:
Sent 27 December 2014, 11h54
Grazie Menek......finchè se pò se fa!

Ciao

MicheleK says:
Sent 27 December 2014, 01h47
il cratere di Caldera Blanca e' vecchio 1 Milione di anni - e in tutto questo tempo la vegetazione e' riuscita a ritornare - ma molto poco... tutt intorno un mare di lava di soli 300 anni che lascia spazio a soli licheni... un ecosistema unico al mondo...

saluts
Michele

grandemago says: RE:
Sent 27 December 2014, 11h49
Che apprezzi l'ambiente vulcanico l'avevo capito subito Michele, visto il tuo avatar. Il diavolo di Manrique noi l'abbiamo appeso fuori dalla porta di casa.
Siamo tornati a Lanzarote a distanza di anni, ma siamo rimasti ancora affascinati come la prima volta.

Ciao
Aldo

MicheleK says: RE:
Sent 27 December 2014, 11h57
Ciao Aldo,
complimenti per la tua introduzione "Io scelgo l’arido, il desolato, vuoto e senza santi, dove nulla si interpone tra me e i colori, gli odori, il battito del mio cuore e il soffio del vento"

- Lanzarote ...

PS: ti invito a postare la vostra relazione nella comunità Volcanoes of the World...

Ciao,
Michele


Post a comment»