Parco monte Avic: un indigestione di laghi


Published by Massimo , 8 September 2014, 23h13. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike: 6 September 2014
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:30
Height gain: 1650 m 5412 ft.
Height loss: 1650 m 5412 ft.
Route:Frazione Covoney, Veulla, Magazzino, Lac Gelé, Pointe de Medzove, Gran Lac, Plan Pesonet, Lac Cornu, Lac Noir, Lac Blanc,Rifugio Barbustel, Alpe Cousse, Lac de Servaz, Alpe Serva Desot, Magazzino, Fraz. Covoney
Access to start point:Autostrada per Aosta, uscita Verrès, Champdepraz, Parco Mont Avic

ivanbutti Trasferta in Val d'Aosta, dove il meteo viene dato migliore, per un tour piuttosto lungo nel parco del monte Avic. Al via siamo numerosi, ma subito Andrea Poge, Enrico e Raffaele ci salutano per andare a fare il monte Avic, mentre in 7 + Suni risaliamo il vallone che ci porta al Lac Gelè. Cammin facendo io con Beppe, Gabri e Suni allunghiamo il passo per provare ad andare a fare il Mont Iverta per poi ricongiungerci con gli altri al Pointe de Medzove; il piano non riesce, perchè arrivati al Col de Raye Chevrere ci lasciamo un pò confondere da qualche incongruenza tra la descrizione dell'itinerario, la traccia scaricata da Gabri (che era invece perfetta) e soprattutto da un monte con croce di vetta che avevamo identificato erroneamente come la nostra meta, ma che altro non è se non la prosecuzione della cresta che scende dall'Avic. Un pò confusi torniamo sui nostri passi fino al Lac Gelè, e da lì riprendiamo il cammino originario; vediamo i nostri soci sulla cresta del Pointe de Medzove e li raggiungiamo per la pausa pranzo, poco sotto la vetta. Il meteo, eccelente la mattina, si è un pò guastato per l'entrata di qualche cumulo, ed il sole va e viene, ma resta nel complesso più che buono. Dopo il pasto ripartiamo perchè il cammino è ancora molto lungo, con lunghi tratti in piano quando si costeggiano i bellissimi laghi che incontriamo lungo il cammino. Arriviamo finalmente al rif. Barbustel dove abbiamo appuntamento con grandemago salito da Camporcher; qui Lella ci saluta e rientra con Aldo, mentre noi abbiamo ancora 2 ore (pedalando non poco) di cammino per rientrare all'auto; passiamo da un altro bel lago, il Servaz, e poi arriviamo alla carrareccia che, ancora con parecchi tratti in falsopiano, ci porta a chiudere l'escursione alle 18.00. Bilancio di giornata ottimo, davvero una bella escursione su sentieri semplici e curati, allietata dai tanti bei laghi incontrati lungo il percorso, oltre che dalla solita allegra compagnia. 

beppe Molto bella l' escursione di oggi nel Parco Monte Avic passando da parecchi laghi uno più bello dell'altro complimenti a Max per la bella proposta .
Grazie a tutti per la sempre piacevole e allegra compagnia.

numbers
In questa ormai “storica” estate che non c’è, o che ormai non c’è stata,
eccoci ancora una volta costretti ad emigrare per inseguire il bel tempo, una bella trasferta nella magica Val d’Aosta ci regala ancora una volta una giornata ricca di panorami mozzafiato, ambienti selvaggi e incredibili, ed emozioni forti ed intense.
Il parco del Mont Avic è davvero curatissimo, sentieri facili, ben segnati e molto ben tenuti,
vien voglia da subito di tornare ed esplorarne ancora.
Qualcuno definisce queste zone il “Canada” italiano ed ora che le ho viste posso essere d’accordo anch’io.  Ambienti magici, cime rocciose e spettacolari, rocce levigate dal ghiaccio e dal vento, foreste di larici ed abeti vastissime e verdi, un susseguirsi  incredibile di laghi e laghetti di ogni dimensione e forma, dai colori e dai riflessi impagabili…..Oggi le macchine digitali viaggiano a mille, fino a spremere le batterie residue, nel tentativo di fissare anche sui file le emozioni che gli spettacolari scenari visti dai nostri occhi lasceranno nella nostra memoria…
Ci gustiamo ogni secondo della giornata, con ritmi adeguati, la salita nonostante la lunghezza ci passa agevolmente tra chiacchiere, pause e tante foto; sosta pranzo al sole appena sotto il punto più alto dell’escursione, ben condita anche oggi tra rosso, Tarapaca e grappe varie…
Discesa sostenuta ammirando altri laghi, pausa birra ben fresca e dissetante al rif. Barbustel, e poi la lunga tratta fino a valle, gli  ultimi 3  km. su una noiosa sterrata che al solito, come sempre quando sei stanco e non vedi l’ora di arrivare, sembra non finire mai…..
Alla fine saranno una ventina di Kilometri di escursione, 8 ore di cammino  e c.ca 1.600 mt. di dislivello…..ma ne è valsa sicuramente la pena.
Grazie a tutti per la sempre piacevolissima compagnia.
E grazie a Massimo per aver pensato e studiato questa nuova grande avventura.
Soddisfattissimo!
Alla prossima.

massimo  La Vallè non delude mai!!!!....... e anche questa volta ci ha riservato panorami mozzafiato in un ambiente selvaggio e in alcuni tratti incontaminato, peccato che cumuli pomeridiani ci abbiano privato la visuale sui giganti delle Alpi: Bianco, Rosa e Cervino.
Life motive di giornata la presenza di numerosi laghetti alpini coi loro colori meravigliosi e acque linde, direi che la levataccia è stata pienamente giustificata e la lunga cavalcata ci ha regalato emozioni continue permettendo ai nostri occhi di ammirare tanto splendore.
Grazie ai compagni di escursione per questa ennesima bella giornata passata insieme sulle tanto amate montagne.

gabri
Oggi con gli amici bella escursione nel Parco del Monte Avic. 
Suni in perfetta forma in questo bel ambiente alpino con tantissimi laghi
uno più bello dell'altro.
Grazie a tutti per la bella giornata in montagna;
un grazie a Suni come sempre perfetta compagna di escursione.

Hike partners: ivanbutti, beppe, Massimo, Lella, Gabri, angy, numbers


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (3)


Post a comment

danielina says:
Sent 9 September 2014, 12h05
Uff, al solito le escursioni con i paesaggi più belli, o quelle più divertenti (tipo la Cresta della Giumenta) aspettate a farle quando io lavoro! :(
Comunque complimenti per la scelta, davvero una uscita ben riuscita su tutti i fronti.
Però io mi chiedo sempre se nelle escursioni è Grandemago che sceglie sempre il versante più bello della montagna...o non riesco proprio a spiegarmi come sia possibile che le sue foto siano così "diverse" da quelle del resto del gruppo....?? :0)
Un abbraccio a tutti
Dany

grandemago says: RE:
Sent 9 September 2014, 14h37
Dany.......ho già abbastanza nemici......le mie foto fanno schifo, le mie gite fanno ca.......... e la domenica mangio brasato di orso con la polenta!

Alla Giumenta ci torniamo insieme, promesso!
Un saluto a tutti!

danielina says: RE:
Sent 11 September 2014, 15h56
:0)


Post a comment»