COVID-19: Current situation

Finalmente...Chiusarella, Punta Rossotti e Chiusarelletta


Published by paoloski Pro , 7 May 2020, 15h56.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 6 May 2020
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:30
Height gain: 650 m 2132 ft.
Height loss: 650 m 2132 ft.

Finalmente si può tornare a camminare !!
Approfitto della mia mezza giornata libera per tornare sulla montagna di casa. La giornata è piuttosto brumosa ma non è proprio il caso di lamentarsi.
Esco, salgo alla chiesa di San Sebastiano con la mia brava mascherina, però quando finalmente arrivo nel bosco posso togliermela, in ogni caso la tengo in tasca nel caso dovessi rimettermela incontrando qualcuno.
Arrivo sulla Strada Militare, la seguo per un tratto poi risalgo per sentiero fin quasi al ripetitore di Pian Valdes, da qui taglio i tornanti della strada ed in breve sono in cima al Chiusarella. Naturalmente lungo il percorso ho fatto numerose soste per fotografare i fiori: è primavera ed i prati magri sono pieni di Vedovelle, Dittamo, ed Uuforbia ma so che è sul versante settentrionale del Chiusarella che troverò la maggior varietà di specie, infatti appena mi abbasso ecco delle Orchidee e vicino Aquilegie, Antille e Biscutelle in quantità.
Raggiungo la Forcella della Martica seguendo il sentierino che passa appena sopra la strada e poi prendo quello che sale all'anticima meridionale, qui il sottobosco è disseminato da decine di migliaia di Mughetti, ve ne sono ovunque.
Raggiungo l'anticima e da qui la Punta Rossotti, la vista come prevedibile non è un granché: tutto è avvolto dalla foschia ed a malapena si intravvede il lago.
Scendo seguendo la strada e quando giungo all'altezza della Chiusarelletta decido che vale la pena salirvi, non è una gran cima ma offre degli scorci sul Chiusarella e sul Poncione di Ganna interressanti.
Ora non mi resta che scendere, ravano fra la vegetazione fino a riprendere la strada e da qui riftorno senza altre deviazioni a casa.

Finalmente quattro passi in salita, che bello rivedere i tanti fiori che sono una peculiarità dei prati magri del Chiusarella.
Ho incontrato diversi camminatori, biker e runners, molti, come me, si sono tenuti a distanza ed hanno indossato la mascherina, alcuni invece proprio non ci hanno minimamente pensato, a questi ultimi rivolgo il mio più sentito vaffan... sperando che la situazione migliori nonostante i comportamenti poco consoni dei pochi.

Hike partners: paoloski


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»