COVID-19: Current situation

Sasso Guidà, Cima di Cugn e la nuova Capanna Gesero


Published by GIBI , 24 September 2019, 07h12.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:21 September 2019
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Portola-San Jorio   CH-GR   I   Gruppo San Jorio-Monte Bar   CH-TI 
Time: 6:15
Height gain: 1704 m 5589 ft.
Height loss: 1704 m 5589 ft.
Route:Km.20,5 > Melera, Monti di Melera, Alpe d’Urno, Sasso Guidà, Biscia nuova Capanna Gesero, Bocchetta di Cugn, Sella SW Cima di Cugn Cippo di confine e Casermetta Svizzera , Cima di Cugn, Sella SW Cima di Cugn Rifugio C.A.I. Cermenate ( Capanna delle Aquile ), Passo di San Jorio, Giggione, Giggio, Alla Serra, Monti di Ruscada / Cancello per l’Alpe Giumello, Carena, Melera.
Access to start point:Autostrada Svizzera A2 uscita Bellinzona Sud, procedere in direzione Giubiasco - Bellinzona, arrivati alla rotonda di Giubiasco prendere sulla destra la strada che sale in direzione della Valle Morobbia fino a raggiungere l'abitato di Melera.
Accommodation:Capanna Gesero, Alpe Giumello, Rifugio San Iorio, Rifugio Cima di Cugn
Maps:Strade di pietra n° 3, scala 1 : 30000, Valli di Lugano, Valsolda, Val Morobbia, Val Cavargna, Traversagna

Dopo l’escursione di sabato scorso tra il Bellinzonese e la Valle Morobbia consultando a casa la cartina per vedere se effettivamente avevo raggiunto o meno la Motta d’Urno mi aveva destato una certa curiosità l’alpeggio sottostante dell’Alpe d’Urno a me sconosciuto che si trova giusto a metà strada tra Pian Dolce e l’Alpe Croveggia località queste dove invece nel corso degli anni sono transitato più volte e perciò mi sembrava quasi d’obbligo andarci a dare un occhiata.

Partenza dal centro abitato di Melera alle 12.15 salendo diritto tra le case al termine delle quali inizia un bel sentiero non segnalato ufficialmente ma ben evidente e anche molto ben tenuto ( strano non sia contemplato tra quelli ufficiali bianco-rossi ) che si inoltra ripido nel bosco spuntando ad un gruppo di baite ( Monti di Melera ? ), continuo adesso più dolcemente a salire per tornanti fino a raggiungere l’Alpe d’Urno quando sono le 13, qui lasciando perdere il sentiero principale che va o a Pian Dolce o all’Alpe Croveggia mi inoltre dietro l’alpe in un accenno di sentiero che si inoltra nuovamente nel bosco, a tratti appare ben evidente poi subito dopo ben confuso nella vegetazione e ad un certo punto lo perdo definitivamente decidendo così di sparare su dritto nel bosco che dopo un bel ravano mi porta a spuntare ben la di là della Motta d’Urno e precisamente sulla cresta del sentiero ufficiale principale proveniente dal Sasso Guidà che mi vede in vetta quando sono le 14.

Come sempre mi accade quando arrivo quassù è la foschia a farla da padrone perciò torno subito sui miei passi ripercorro la cresta che passa anche da alcune interessanti fortificazioni  e trincee fino a spuntare all’Alpe di Gesero, da qui anziché passare dall’alpe e dalla Capanna Gesero e seguire la mulattiera militare continuo invece a proseguire su cresta seguendo la linea dei tralicci fino ad arrivare quando sono le 15 in località Biscia dove sono già in corso i lavori per la realizzazione della nuova Capanna Gesero che andrà quindi a sostituire una delle più storiche ma anche oramai vetuste capanne del Ticino e dell’U.T.O.E. che agli albori ( 1922 ) 
si trovava proprio qui in località Biscia in una ex casermetta militare prima di spostarsi più in basso ( 1946 ) in quella attuale che la maggior parte di noi conoscono ( ampliata nel 1951 e ristrutturata nel 1968 ).

http://www.gesero.ch/index.php?option=com_content&view=article&id=47&Itemid=173&lang=it


Dopo una bella visita per vedere anche internamente come procedono i lavori ( la consegna è prevista nel 2020 ) mi rimetto in moto seguendo il sentiero principale che porta al Passo di San Jorio fino ad arrivare alla Bocchetta di Cugn dove lascio la Morobbia e passo nel lato opposto nella Val d’Albionasca per poi risalire e andare a prendere la bella crestina che mi porta sull’anticima o sella SW alla casermetta Svizzera della Cima di Cugn , proseguo quindi in piano fino a raggiungere delle rovine e da lì poco dopo le 16 eccomi in vetta, anche qui c’è parecchia foschia tanto da non vedere neppure la vicina Marmontana e perciò rapida discesa alla Capanna delle Aquile del C.A.I. di Cermenate ( o Rifugio Cima di Cugn ) e mezzoretta dopo sono al Passo di San Jorio, proseguo quindi passando da Giggione e poco prima delle 17 sono anche a Giggio ( a mio parere uno tra gli angoli più meritevoli di visita del Ticino ) dove finalmente faccio la pausa pranzo / merenda, decisamente tardi … anzi tardissimo ma purtroppo ho lasciato a casa sia la bibita che un eventuale borraccia e solo qui dopo quasi 5 ore ho finalmente una bella fresca fontana tutta a mia disposizione.

Dopo una mezzora mi rimetto in cammino verso valle un poco nel bosco e un poco costeggiando le acque del torrente di Cima di Cugn che va nel Morobbia fino a spuntare nei pressi dei Monti di Ruscada al di qua del cancello della strada forestale che porta all’Alpe Giumello, continuo quindi nella direzione opposta un poco su asfalto e un poco su sterrato sino a raggiungere l’abitato di Carena e qualche minuto dopo le 19 anche quello di Melera dove si conclude questo interessante ed appagante giro in Valle Morobbia !

Giorgio



Escursione odierna di Km. 20,5

NB ... Tempi indicati soste escluse :

Melera - Alpe d'Urno - Sasso Guidà - Biscia Capanna Gesero - Cima di Cugn > 3h 40'
Cima di Cugn - Passo San Jorio - Giggione - Giggio - Carena - Melera > 2h 30'


Hike partners: GIBI


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (10)


Post a comment

Menek says:
Sent 24 September 2019, 17h27
Aspetto con curiosità il momento in cui ritroverai gli stimoli che ora ti mancano un po.... :(
Ciao Gio
Menek

GIBI says: RE:
Sent 25 September 2019, 11h40
... noi che facciamo vita anche notturna poi non è che possiamo sempre essere freschi, riposati e quindi di conseguenza anche ben motivati !

gbal says:
Sent 25 September 2019, 18h35
Ma il tempo per le foto è incluso nei conteggi? O le fai "al volo"?
Bravo Giorgio, parti tardi come sempre ma viaggi come un treno.

GIBI says: RE:
Sent 26 September 2019, 08h42
... a parte i reportage come questo della capanna ... le faccio al volo ! ... scherzi a parte le foto sono una buona scusa per tirare un po' il fiato ...

Poncione says:
Sent 25 September 2019, 20h50
Ciao Gio, bel giro e grazie per le belle immagini del nuovo Rifugio Gesero che, una volta tanto, sembra essere costruita all'insegna del buongusto. ;)

GIBI says: RE:
Sent 26 September 2019, 08h45
Grazie Emiliano ... con quello che si era visto ultimamente nonostante sia abbastanza grande non sembra per niente male e poi penso che la si potrà raggiunge ( a meno di permessi speciali ) solo a piedi !

cappef says:
Sent 25 September 2019, 20h53
complimenti per il bel giro ad anello e per la documentazione nuova capanna Gesero...bravo!
Ciao...Flavio

GIBI says: RE:
Sent 26 September 2019, 08h49
Grazie Flavio ... sempre una bella zona e poi con la nuova capanna posta più in alto ( se ne lasceranno aperta una parte ) sarà anche bello salirci d'inverno con la neve !

ciao Giorgio

Deleted comment

GIBI says: RE:
Sent 26 September 2019, 08h59
Grazie ... è decisamente vero, la vecchia capanna oltre che oramai abbastanza vecchia era anche in una posizione imboscata ... decisamente molto meglio adesso !

ciao Giorgio


Post a comment»