Wegen COVID-19 keine Wanderungen, bleib bitte zu Hause!
A causa del Corona Virus nessuna escursione, resta per favore a casa!
A cause du COVID-19 pas de rando, reste s'il te plait à la maison!

https://bag-coronavirus.ch/

Giro dei laghi:Diavolezza+Collinas+Pers quota massima mt 2800


Published by turistalpi , 23 September 2019, 22h08.

Region: World » Switzerland » Grisons » Oberengadin
Date of the hike:18 September 2019
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 
Time: 7:30
Height gain: 1100 m 3608 ft.
Height loss: 1100 m 3608 ft.
Route:come waypoints

Oggi gita solitaria in Engadina approfittando della bella meteo. Sono appena tornato da 16 giorni di mare e quindi dovrei data l'età ricominciare gradualmente… oltretutto ho dormito pochissimo e mi fanno male le spalle ancor prima di camminare. Ma per me l'attrazione dell'Engadina è troppo forte e da solo posso andarci. L'idea è utopisticamente di salire al Diavolezza per poi salire ad almeno una delle 3 cimette oltre 3000 metri….Comunque oggi è così, dove arrivo arrivo e poi sono sempre allietato dal panorama sul piz Alv (e forse era meglio salire qui….).  La giornata è spettacolare. Salgo tranquillo ( e devo salire tranquillo) sino al lago Diavolezza e dopo sosta proseguo sino al primo  bivio e dopo altra sosta sino al secondo bivio per la val d'Arlas e qui mi fermo per mangiare poiché ovviamente sono stato molto lento ed il tempo passa…..Le spalle fanno male e lo zaino sembra quasi un macigno (e  non è oggettivamente pesante). Dopo mangiato la decisione più  ovvia è di tornarmene a casa imparando nonostante l'esperienza che dovrei graduare le uscite…..Però mi spiace tornare e quindi mi balza una piccola idea di fare un giro di consolazione che non ho mai fatto, anche perché sono attratto dal vedere gli altri laghetti intorno al Munt Pers…..Ho visto la segnaletica  e quindi non mi sembra un grande impegno. Errore soprattutto stante il mio odierno stato fisico!!  Ritorno sino al lago Diavolezza e poi lungo la strada sterrata vedo un sentierino che scende verso nord ben marcato anche se non c'è alcuna tabella al bivio….Deve essere questo il percorso per il giro che ho in mente. Dopo alcuni minuti non c'è più sentiero anche se il percorso è ben marcato classicamente in bianco/rosso. Però è un lungo camminare su e giù su macereti e sassi vari e questo non avevo previsto…..ogni tanto qualche breve tratto con traccia su erba. Mi stupisce la marcatura che è abbondante anche in assenza di sentiero. Proseguo in salita e molto più avanti incontro un escursionista di lingua tedesca che scende (e sarà l'unico). Chiedo informazioni su quanto manca ai laghetti di Las Collinas…...mi dice che lui in discesa ci ha impiegato 20 minuti…..e che il percorso è tutto così, poi sino al Lej Pers tratti di sentiero e non e poi dal lago a Bernina Suot sentiero. Va bene procedo sempre piuttosto faticosamente…..arrivo al bivio dove arriva anche il sentiero che parte da molto più in basso lungo la strada del Diavolezza ed anche dove inizia il sentiero bianco/rosso e blù che porta alla Senda dal Diavel….Ma ho voglia ancora per arrivare ai laghetti….Essendoci prima stati diversi tratti di piano e discesa ora la salita si fa più ripida e l'ambiente è molto selvaggio…..da solo sento bene la solitudine (anche perché non è che sto molto in forma….).Arrivo ai lej da las Collina(però sono poca cosa….) e poco sopra c'è la tabella che indica a sinistra la Senda dal Diavel ed a destra  il lej Pers. Il percorso è un poco migliorato ma non tanto e pensavo che il laghetto fosse più vicino….Non è così. In vista del lago devo attraversare l'ennesimo macereto e sono stufo. Allora risalgo su prato alla mia sinistra sino ad una specie di falsa bocchetta e poi scendo a destra in modo di ridurre al minimo la lunghezza del ghiaione da attraversare e sempre guidato dalle marcature visibili anche da lontano. Il lej Pers per me è bellissimo, direi spettacolare così sovrastato dal "mio" Piz Alv e dietro dal Bernina e Morteratsch. Veramente fantastico…..mi fermo a riposare e mangiare tanto poi c'è tutto sentiero…. Riparto in discesa ed in effetti il sentiero c'è e sempre ben segnato. Scende e poi attraversa un ghiaione (ma con sentiero questa volta) e poi scende piuttosto ripidamente sotto una bastionata di rocce ed erba posizionandosi poi sulla specie di crinale che fa da sponda al sottostante canale con torrente. Scendo bene ed ormai sono tranquillo ma.….caspita c'è sempre un ma. Lungo questo crinale  ci sono diversi pini che rendono più stretto il sentiero che  a questo punto è da farsi con attenzione. Ad un certo punto c'è un bivio non segnalato che va ad attraversare il canale ma penso che poi debba salire per poi scendere e quindi lo evito e proseguo dritto. Successivamente c'è un altro bivio che attraversa il canale con un piccolo sentiero non segnalato  e quindi proseguo dritto. Subito poco più avanti il sentiero sparisce e mi è difficile passare poiché gli alberi ne impediscono il passaggio e non c'è traccia visibile. Qui faccio il mio errore. A sinistra c'è il ripido bosco con lussureggiante vegetazione e penso che potrei scendere di li e poi ricollegarmi al sentiero sul crinale…. Scendo e scendo (stanco) ma la mia scelta è utopistica…..potrei proseguire fino in basso ma da come vedo il versante ritengo che ci siano diversi importanti dirupi ed allora???? Stanco per stanco mi è obbligatorio risalire almeno fino al primo bivio. Faticosamente ci arrivo e prendo il famoso sentierino che attraversato il canale e dopo una curva trovo la marcatura bianco/rosso…..!Era qui il passaggio però potevano metterci un segnale al bivio! D'altra parte la cartina mi indicava il sentierino sempre in discesa sino a poco prima di Bernina Suot ed invece qui il percorso effettua lunghi traversi sino al bivio con tabella che indica in discesa Bernina Suot ed in salita Diavolezza. Finalmente tiro un sospiro e proseguo  a questo punto su bel sentiero nel bosco sino a congiungermi sulla stradina che in breve porta a Bernina Diavolezza dove ho l'auto. Penso che se fossi salito al Diavolezza avrei fatto meno fatica…..forse. Ovviamente il mio tempo totale è significativamente da anziano e non in forma (maledetto sto' mare…). Ho fatto forse troppe foto al lej Pers ma è la prima volta che faccio questo giretto….

Hike partners: turistalpi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (9)


Post a comment

Deleted comment

turistalpi says: RE:
Sent 24 September 2019, 22h09
Purtroppo abito in Italia ad Albavilla (co).
Grazie dei complimenti ma sono anziano…..beato te che sei giovane ed ancora puoi vedere e salire tutte le montagne che vuoi…..basta una cartina, scarponi, zaino ecc ed hai il mondo che vuoi.
Ciao

Deleted comment

turistalpi says: RE:
Sent 24 September 2019, 22h45
per circa 15 anni ho fatto le vacanze a Surlej ed ora invece vado e torno in giornata.
Ciao

GIBI says:
Sent 24 September 2019, 08h33
Bentornato Enrico ... complimenti per la bella cavalcata e per le gran belle foto Engadinesi !

ciao Giorgio


turistalpi says: RE:
Sent 24 September 2019, 22h13
Grazie Giorgio e purtroppo vedi come il mare ed altro mi ha conciato…..
Proprio ora ho letto della tua escursione nella zona del Sasso Guida…….e proprio oggi con Pinuccia siamo saliti da Paudo al Sasso Guida e traversata del P.1999 e devo ancora scrivere il report…
Ciao e buona continuazione
Enrico

coro says: Bravo Enrico, sempre in pista.
Sent 24 September 2019, 08h34
Le foto non bastano mai, al massimo poi le cancelli.
La foto 21 e 24, più cielo con le belle nuvole sulla cima.
Attendo la prossima uscita.
Ciao

turistalpi says: RE:Bravo Enrico, sempre in pista.
Sent 24 September 2019, 22h18
Ciao Romeo, stasera appunto volevo scriverti per sapere se allora andavi all'evento bike di domani al piz Nair…...Per le foto cosa vuoi fare….come allievo purtroppo non sono bravo a soddisfare il maestro….
Se partecipi all'evento predetto tanti auguri...ma mi attendo almeno una relazione su hikr.
Ciao Enrico

coro says: RE:Bravo Enrico, sempre in pista.
Sent 25 September 2019, 08h00
No, niente piz Nair.
Serve un pernottamento ed è roba da giovanotti.
Io dovrei fare tutta la discesa con i freni tirati. Forse nel 2020.
Per ora aspetto i colori autunnali per questa uscita (buona anche per Pinuccia?)
Via Engiadina, tappa 1: Maloja - Silvaplana
https://www.maps.engadin.ch/it/tour/sentiero-escursionistico/via-engiadina-tappa-1-maloja-silvaplana/23436118/#dmdtab=oax-tab4
A presto


Post a comment»