COVID-19: Current situation

Pizzo Castello (1.607m)


Published by Simone86 , 8 May 2019, 13h44. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 4 May 2019
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:00
Height gain: 1300 m 4264 ft.
Height loss: 1300 m 4264 ft.
Route:10 Km
Access to start point:Castiglione d'Ossola: parcheggio con pochi posti in centro davanti al Bar, oppure in zona pic-nic (scendere alla fraz. Colombetti, un paio di curve su stradina stretta prima dell'inizio del paese)

Con un meteo molto incerto e instabile optiamo per l'esplorazione di una zona a noi nuova, la bassa Valle Anzasca. Modificheremo il giro durante lo svolgimento a seconda delle possibilità e di ciò che troveremo.



Con Martina e Federico partiamo da centro di Castiglione d'Ossola q486 (comune di Calasca-Castiglione) portandoci in direzione Selvavecchia, per cui è necessario fare a ritroso un po di strada asfaltata e poi risalire le evidenti indicazioni (segnaletica molto buona). Per salire a Selvavecchia q662 si incontra quasi subito un bivio ed un sentiero che, parallelamente alla strada, ci porterà in breve al paesino. Paese in bellissima posizione esposta a sud, un tempo ricco di coltivazioni di segale e alberi da frutto (anche la vite), oggi segue l'andamento di tutti i piccoli centri montani, pur avendo la fortuna di una carrozzabile presente.

La zona è ricca di enormi terrazzamenti, ora invasi alla vegetazione selvatica. Per salire agli alti pascoli di Camugher vi sono dei cartelli: noi abbiamo preso il sentiero bianco-blu che presenta tanti divertenti passaggi dovo spesso è rischiesto passo sicuro. Si aggirano alcune vallette per portarsi più ad est. Il sentiero è ridotto al minimo, in molti punti si fa stretto su un ripido pendio, ma sempre segnalato dai bolli. Raggiunto Camugher di Sotto q1005 (dzot) notiamo tre rulotte e un'altalena, segno che qui vi sia un utilizzo del posto, magari dai pastori. Proseguendo con dei bollini bianco-rossi o bianco-blu (qui molto più sbiaditi) si arriva dopo 10' a Camugher di Sopra q1099 (dzura) in posizione dominante sulla vallata e sulla dorsale. Qui purtroppo tutto è in rovina, anche il pascolo è ormai poco utilizzabile.

Si prosegue verso W dietro le case abbandonate, superando il bastione roccioso ben evidente. Sopra di esso il sentiero prosegue tra faggi e betulle quasi in piano fino ad attaccare la base vera e propria del PIzzo Castello. Dovrebbe esserci un bivio (ma i segnali iniziano a scarseggiare e ad essere usurati): verso Est si dovrebbe arrivare, passando a mezzacosta la valle, fino all'alpe Castello\alpe Propiano,posto su una sella erbosa spettacolare.   Invece seguiamo qualche bollino diretto verso la vetta, superando brevi passaggi dove usare le mani (facili) e in seguito un po' di ravanage su ripido pendio. Qualche bollino qua e là si vede ancora, senza difficoltà eccessive a q1500 circa si raggiunge il sentiero ufficiale che dall'Alpe Castello arriva alla vetta. Da qui senza problemi si arriva in vetta al Pizzo Castello q1607, panoramico a 360 gradi sia sull'Ossola che su Anzasca e Antrona. 

Dopo una breve pausa pranzo ripartiamo con il meteo che gira in peggio. Dopo poco inizia qualche chicco di grandine e per 20' una pioggia leggera comincerà a destar preoccupazioni. L'idea iniziale era proseguire sulla lunga dorsale magari fino alla Croce del Cavallo o alla Colma ma, appena raggiunto l'Alpe Colma  q1524 scegliamo la direttissima che scende a Drocala q940. Sentiero veloce e in buono stato, in breve siamo al grazioso paesino, dove intratteniamo un dialogo con due locals. Qui non c'è strada carrozzabile, solo sentieri e una teleferica per il materiale. Diverse abitazioni sono ristrutturate e abitate, altre in vendita o in decadimento. Fino al 1600 era il paese più popoloso del circondario, superando anche Castiglione.
A queste quote passava la "Via del Pane" anzaschese: l'antica mulattiera collegava Villasco,Olino e Ielmala. Scendendo da Drocala e Castiglionesi si coglie un sentiero passante tra decine di storici terrazzamenti, grandi segni di un duro e vivo passato.

Hike partners: Simone86, botticchio, martynred


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»