Piz Valdraus (3096 m) con cresta al Piz Gaglianera (3121 m)


Published by saimon , 3 June 2018, 22h43. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 2 June 2018
Hiking grading: T5- - Challenging High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Snowshoe grading: WT4 - High-level snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   CH-TI   Gruppo Piz Medel   Gruppo Scopi   Gruppo Pizzo Corói 
Time: 6:00
Height gain: 1783 m 5848 ft.
Height loss: 1762 m 5779 ft.
Route:17.40 km - Dislivello 1556 m
Access to start point:Autostrada A2 uscita Biasca, prendere strada cantonale direzione Passo del Lucomagno, ad Olivone prendere per Campo Blenio, posteggiato alla barriera, oltre non si poteva procedere per la strada non ancora pronta e soprattutto non pulita dalle slavine scese quest'inverno.
Accommodation:Capanna Scaletta

blepori Il mondo incantato della Greina oggi ci attende. Giù al pian Geirett la primavera ormai si fa' largo e i torrenti spumeggiano gonfi della neve di fusione. Più su il Plaun de la Greina ancora dorme sotto un grande manto candido, le prime marmotte fanno capolino risvegliate dal sole ormai caldo; maestosi due stambecchi incedono nei campi di neve anelando la prima erba che appare sui costoni rocciosi.

Man mano che saliamo il silenzio e la pace ci contornano; un immenso circo ci accoglie sormontato da grandi creste e dalle cime; a sinistra il Valdraus, una pigna da sass con l'aspetto un po' dimesso, quasi sottomesso alla piramide nera del Gaglianera, che si staglia ardito nel cielo. Di fronte a noi Coroi, Toroi, Marumo volgono la schiena imbiancata al sole; infinite quinte di montagne si aprono verso sud, facendo sognare i caldi orizzonti dei laghi e delle pianure.

Dopo l'erta salita lo sguardo si tuffa verso nord, giù giù nelle valli in cui nasce il Reno, fra maestosi ghiacciai e pascoli ormai verdi dove possiamo solo immaginare l'alpigiano e le sue bestie. La cresta ci attende incute un po' di timore, così affilata sugli abissi; con prudenza e attenzione la seguiamo come formichine sul dorso di un gigante, poi la calda roccia del turrito Gaglianera ci invita ad accelerare il passo verso la cima. Un filo sottile lo congiunge al Piz Vial: il sentimento ci porterebbe a proseguire la nostra cavalcata per creste, la ragione ci consiglia di scendere a valle prima che il sole troppo ammolli la neve.

E così con varie tecniche e usando diverse parti del corpo divalliamo sotto lo sguardo attonito degli stambecchi che ancora si interrogano sul fugace apparire e il rapido scomparire di questi strani esseri bipedi che non sembrano trovare pace che nel salire e nello scendere, nel risalire e nel riscendere, in un'eterna collana di vette.


saimon
Bello, oggi andiamo in Greina, ho proposto in settimana di salire a fare due cime a blepori e lui, senza troppi pensieri, ha accettato la proposta...

Inizio dell'escursione alle ore 6.00
Tempo dell'escursione al Piz Valdraus 09.30 (con pausa)
Tempo dell'escursione al Piz Gaglianera 10.30 (senza pausa)
Temperatura alla partenza +8.5°
Temperatura in cima al Piz Valdraus e al Piz Gaglianera +5.0º (con leggero vento da sud)
Rientro verso le ore 12.30 (con pause)
Temperatura al rientro +22.5°
Totale km: 17.40
Sforzo km: 41.04
Tempo escursione senza pause: 6h
Tempo escursione con pause: 6.30h

Solito ritrovo a Biasca e saliamo in auto fino alla barriera Alpe di Fontana San Martino, poi al parcheggio ci troviamo davanti  una fresa neve in traverso che blocca la strada, quindi niente da fare, non rischiamo di andar su, altrimenti troveremmo qualche valanga che blocca il cammino. Dopo 30min. che camminiamo sulla strada arrivano due auto di sci escursionisti che tentano di salire il più vicino a Pian Geirett, ma arrivano giusto sotto e posteggiano.

I 50min. di camminata fino al Pian Geirett risultano come un buon riscaldamento.
Da Pian Geirett decidiamo di prendere la direttissima del Brenna per i pendii erbosi/innevati che ci porteranno a quota 2500 m in zona laghetto; da qui la neve è ottima, tiene bene e in alcuni punti é anche bella ghiacciata. Ciò ci permette di salire molto velocemente, con blepori il treno che dà il ritmo ;). Arriviamo alla prima cima di oggi in 3h e 30min. esatti, uno spettacolo, condizioni ottimali. Dopo la foto di rito firmiamo il libro di vetta. Valutiamo la bellissima cresta che ci condurrà alla nostra seconda meta odierna e ripartiamo per quest'ultima.

In un'oretta e con qualche passaggio su fili di cresta ancora innevati e passagini molto carini di grado 1+, arriviamo al Piz Gaglianera. Qui valutiamo la possibilità che mi ha incuriosito grazie a blepori stamattina presto in auto, ovvero percorrere il Piz Vial e il Piz Greina. Alla fine però la cresta verso il Piz Vial é un po' disastrata e ci avremmo impiegato almeno un paio d'ore, saremmo dovuti scendere a nord per il nevaio sotto cresta per poi risalire in cresta per affrontare il bellissimo Piz Vial.

Bè, saranno per la prossima volta, per oggi ne abbiamo abbastanza, dopo aver scattato bellissime foto e firmato ovviamente il libro di vetta, ci rilassiamo in comode rocce che fanno da sdraio, ci godiamo il panorama, mangiamo qualcosina e optiamo per la discesa classica dal versante sud del Piz Gaglianera. Ottima scelta, in poco tempo siamo al nevaio che con qualche slittata di sedere e camminata veloce ci porta velocemente fino in zona Capanna Scaletta, dove svariati e maestosi stambecchi ci salutano, camminando pure loro per i traversi come per dirci "guardate come si fa".

Vabbè, scendiamo per il nevaio la direttissima del Brenna che ci condurrà a Pian Geirett e sul lungo sentiero di ritorno verso l'auto.

È stato un tour pazzesco, bellissimo, condizioni perfette, malgrado facesse tanto caldo, ma la neve ha sempre tenuto sia a salire che a scendere e dei panorami da "WOW" ogni 10min., una vegetazione spettacolare, nonostante sia giugno di neve ce n'é ancora in abbondanza, qualche metro tutto buono dalla Scaletta in su c'è.

blepori Breve nota tecnica. Salita classica che non richiede molte descrizioni. Venendo dal Pian Geirett in condizioni sicure si può evitare di andare alla Scaletta lasciando il sentiero al pianoro (circa 2150 metri) e risalendo il ripido pendio che porta al lago di quota 2495. E' un percorso che si fa' con vantaggio a inizio stagione quando c'è ancora neve, altrimenti si trovano tante pietraie. La cresta di collegamento con il Gaglianera è semplice (a meno ovviamente che ci sia troppa neve), idem per la cresta sud (via normale) che dovrebbe essere percorribile anche in pieno inverno. Esposizione sud-ovest.

A presto e grazie a blepori per avermi accompagnato in quest'uscita.
Ciao, Saimon

Hike partners: saimon, blepori


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 40310.gpx Traccia da Alpe di Fontana a Piz Valdraus e Piz Gaglianera

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4+ F II
T4+ PD- II
T4 F
12 Sep 19
Piz Valdraus - 3096 m · irgi99
T5 F II
22 Sep 18
Piz Gaglianera (3.121 m.) · ivanbutti
T4+ F II

Comments (12)


Post a comment

igor says:
Sent 4 June 2018, 06h20
Bravi ! saimon altri due nel sacco ! Avanti tutta ciao

saimon says: RE:
Sent 4 June 2018, 06h53
Grazie mille! Altri due tolti dal sacco, inizia ad alleggerirsi ;)

m323 says: Alla grande
Sent 4 June 2018, 07h04
Bravo Saimon. Piano piano stanno diminuendo ;)
Complimenti anche per le foto, sempre bellissime e molto particolari.
Benedetto un poeta invece. Si vede che lavora all'UNI, ah ah (una qualche volta avrei piacere di conoscerti). Grande anche a te ovviamente.
Alla prossima.

saimon says: RE:Alla grande
Sent 4 June 2018, 07h41
Grazie mille Fredy, si il sacco effettivamente pesa meno ;).
Si dai speriamo presto di combinare un'uscita assieme a Benedetto.
a presto saimon

Menek says:
Sent 4 June 2018, 10h14
bellissimo giro e gran giornata a livello metereologico, ultimamente non capita spesso.
ciao
Menek

saimon says: RE:
Sent 4 June 2018, 10h41
si devo dire che la meteo è stata a nostro favore, ultimamente è veramente tanto instabile. giornata azzeccata in tutto, la neve una favola. Il panorama ancor più e la soddisfazione alle stelle.

grazie mille saluti saimon

Poncione says:
Sent 4 June 2018, 12h42
Doppietta da favola...

saimon says: RE:
Sent 4 June 2018, 13h25
grazie mille poncione. Proprio una bella doppietta in una giornata perfetta, ci volevamo pure le altre due per completare il tutto. Sarà per la prossima. saluti saimon

danicomo says:
Sent 4 June 2018, 12h56
Bellissima,
ormai siete una coppia da paura...

saimon says: RE:
Sent 4 June 2018, 13h26
Coppia da paura... ahah... si viaggia e con Benedetto è bello, tiene il ritmo che piace a me, anche se in partenza ho bisogno i miei 2-3km per scaldare i muscoli, lui parte già in quinta ;)!
Poi è di compagnia.

grazie saluti saimon

blepori Pro says:
Sent 4 June 2018, 13h05
ciao, con quone condizioni è in realtà una gita fattibilissima, fra 2-3 settimane quando c'è un po' meno di neve da consigliare. Ciao Benedetto

micaela says:
Sent 12 June 2018, 07h02
Saimon,

Ormai stamattina mi è toccato puntare la sveglia...per finalmente godermi lettura e foto delle tue ultime uscite, avendo preso ritardo per vari motivi, ah ah ah!

Roba da matti, ho bevuto un caffè super ristretto (tipo di quelli che rimane dentro il cucchiaio in piedi, e che appena due sorsi...) per reggere lo stress del racconto.

Ciao, matti!, complimenti!
Micaela.


Post a comment»