COVID-19: Current situation

Madone di Mergoscia (2.051m) ad anello


Published by Simone86 , 16 November 2017, 13h40. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:12 November 2017
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione Piancascia 
Time: 7:00
Height gain: 1450 m 4756 ft.
Height loss: 1450 m 4756 ft.
Route:15,5 Km
Access to start point:MERGOSCIA, raggiungibile per comoda strada asfaltata, presenta alcuni parcheggi gratuiti dietro la chiesa e il cimitero.

Dopo le forti piogge (e nevicate in quota) della scorsa settimana, propongo al gruppo degli Hard Walkers una cima tranquilla anche con eventuale neve, cercando però un anello un po' più variabile rispetto a quando salii qualche anno fa, dove tral'altro, sbagliai la cima vera e propria per nebbia... la promessa di ritorno è stata oggi mantenuta. Con Filo, Martina e Fedez.



Dal grazioso abitato di Mergoscia q731, si sale a Lissoi, poi Fossei e si piega a W verso Bresciadiga q1132, dove si esce dal bosco e si riesce ad asservare la bucolica Valle di Mergoscia. Si prosegue con dislivello minimo verso Faedo e l'Alpe di Bietri q1499, dove iniziamo a pestare la prima neve. Risaliamo al passetto della Costa Bella q1657, dove buttiamo l'occhio sulla Val Maggia.  Aggirata una cimetta, iniziamo una ripida salita (già tracciata da qualcuno) sulla dorsale SSW del Madone. Questi 400m ci tireranno il collo, rimproverandoci la lunga assenza dalla montagna.

Finalmente sbuchiamo sul panettone sommitale, ovvero la Cima Sud del Madone q2039
Puntiamo diretti a N facendo attenzione alla presenza di neve fresca su cresta. Qualche breve passaggio con l'aiuto delle mani e siamo sulla Cima Nord del Madone di Mergoscia q2051.

Purtroppo il sole va e viene, ed il freddo inizia ad essere pungente. Torniamo velocemente sui nostri passi, mentre una fitta nebbia ci avvolge totalmente. Ho qualche piccola difficoltà a disarrampicare, tra neve e scarponi lisci, ma ne vengo fuori con i consigli (e gli insulti!) di Fedez. . Ripresa la cima Sud non resta che scendere per la lunga Cresta Est, percorsa quasi integralmente per evitare la neve instabile di mezzacosta (oltretutto, non si vedeva neppure la traccia bassa).  Inoltre era già stata vattuta la via alta.
Qui il sentiero è sempre marcato bianco/blu ma non vi sono punti tecnici od esposti. Passiamo da Redrisc q1530 e Porchesio q1350, splendidi villaggi adesso deserti. Toccata agli splendidi Monti di Cortoi q1000 e discesa a Mergoscia q731, giusto 10 minuti prima che iniziasse una consistente piovuta.

Personalmente l'ho trovato un bel giro, ben allenante, forse su terreno un po' rognoso e poco simpatico, ma che ci ha permesso di osservare brevi squarci di panorama verso cime che allietano il cuore del camminatore.



Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (3)


Post a comment

Poncione says:
Sent 16 November 2017, 13h56
Bellissimo con la neve il Madone.
Ciao, bravissimi

AndrewG says: Saluti
Sent 16 November 2017, 17h50
Bel giro :) bravi!
L'abbiamo fatto giusto sabato scorso pure noi. Abbiamo avuto la fortuna di beccare la meteo più clemente di voi.

Salutiiii

blepori says:
Sent 17 November 2017, 21h02
belle queste gite con la prima neve, bravi!


Post a comment»