COVID-19: Current situation

Pizzo Ricuca - 2279 m


Published by irgi99 , 23 May 2017, 13h38.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:21 May 2017
Hiking grading: T4+ - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione Rosso 
Time: 6:45
Height gain: 1497 m 4910 ft.
Height loss: 1464 m 4802 ft.
Route:14.40 km
Access to start point:Da Como per A9, proseguire in direzione S. Gottardo, uscita Bellinzona Nord. Proseguire lungo la cantonale fino a Cresciano, dove si prende la deviazione a sinistra per Lodrino. In paese, prima di attraversare il ponte sul Riale di Lodrino, imboccare, sulla destra, la Via Vetrerie. Sulla sinistra (secondo edificio con la scritta CORPO POMPIERI LODRINO), c'è la macchinetta dove si compra il biglietto per raggiungere la località di Pon di Sopra: CHF 10 (accetta monete massimo fino a CHF 2). Ritornati sulla strada principale, continuare verso Iragna. In località Rodaglia, si imbocca la strada agro-silvo-pastorale (divieto di transito per i non autorizzati) per Pon di Sopra e Legri (sulla destra della strada c'è una chiesetta, sulla sinistra un edificio industriale). Ad un certo punto, si incontra un bivio: rimanere sulla destra (dritti si va a Legri), quindi proseguire sino a Pon di Sopra, dove si parcheggia nello spiazzo al termine della strada (posti auto limitati).
Maps:CARTA NAZIONALE DELLA SVIZZERA N. 1293 Osogna

Cima selvaggia e davvero poco frequentata del Ticino, con un panorama incredibile sul gruppo dell'Adula, del Pizzo Claro e tanto altro!!!
Di grande aiuto ci sono state le relazioni di giorgio59m e varoza, anche se, dalla q.1800 m circa del sentiero che conduce all'Alpe Matro, abbiamo dovuto ravanare un bel po' nel bosco per raggiungere la conca detritica sottostante la vetta
.

Dal parcheggio, tralasciare il sentiero segnato per la Capanna Alva, quindi imboccare la traccia che si addentra nel bosco Coscèra in direzione del fiume. Il sentiero, molto esposto, prosegue pianeggiante prima e in leggera discesa poi, fino a raggiungere un bivio, dove si segue il tracciato che scende verso il ponte sul Riale d'Iragna (q. 894 m). Oltrepassato anche un secondo ponte in legno, il sentiero inizia a salire deciso, guadagnando quota molto velocemente. A (q. 1400 m circa), le pendenze si affievoliscono un poco e il sentiero, ora più largo ed evidente, conduce ad una bella radura dove sorge l'Alpe Rogliei (q. 1454 m).
Poco dopo l'alpeggio sopracitato, abbandonare il sentiero che prosegue piuttosto pianeggiante, quindi svoltare decisamente a destra, addentrandosi in un bel bosco di conifere. In breve, si raggiunge un fantastico punto panoramico (q. 1670 m circa), attrezzato con tanto di panchina, sulla valle che sale al Gottardo e al Lucomagno. Proseguire lungo la traccia di sentiero (sinistra) che porta ai prati superiori dell'Alpe Pianazzora (non è necessario raggiungerla). Da qui, imboccare la traccia che conduce all'Alpe Matro. Guadagnando lentamente quota, con un traverso verso sinistra, si arriva nei pressi di un grosso omone in sassi (q. 1810 m circa). A questo punto, occorre abbandonare definitivamente il sentiero, per addentrarsi nel soprastante bosco di conifere. Cercando di mantenere una traiettoria piuttosto dritta (direzione nord), con non poca fatica, si raggiunge una conca detritica, dalla quale la vetta è ben visibile.  Superando i grossi massi (ogni tanto compare qualche rado ometto e bollo rosso sbiadito), puntare direttamente alla cresta NE e alla (q. 2140 m). Una volta raggiunto questo punto quotato (ometto), rimanendo sempre sul facile, anche se aereo, filo  di cresta, si guadagna la vetta del Pizzo Ricuca (q. 2279 m e 4,00 h dalla partenza).

Dalla vetta scendere lungo la ripida, larga ed erbosa cresta SW del Ricuca, fino a raggiungere la Bocchetta della Riva (q. 2179 m). Dal Passo, imboccare l'evidente traccia sulla sinistra che, in breve, conduce all'Alpe Stubiell (q. 1983 m). Dall'alpeggio proseguire lungo il sentiero che porta verso il fondovalle. Ad un certo punto, il tracciato si divide in due (q. 1950 m circa): prestare attenzione al sentiero che scende ripido a sinistra, evitando quello che tende a salire.
Con ripidi tornanti ci si porta verso il fondovalle e, dopo aver attraversato il Riale di val Camana, si raggiunge il Rifugio Camana Vecchia (q. 1618 m). Da qui, proseguire fino alla macchina.

con papà e Giuseppe.


Hike partners: irgi99


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T4+ PD- I
T4 PD- I
T4+
T5
T3+
24 Apr 16
Iragna Selvaggia · giorgio59m (Girovagando)

Comments (17)


Post a comment

Menek says:
Sent 23 May 2017, 14h18
Assolutamente un bel giro in ambiente super... bravi tutti.

irgi99 says: RE:
Sent 23 May 2017, 17h07
Grazie! Ambiente selvaggio al massimo!

Sent 23 May 2017, 14h57
Sempre bello il Ricuca, è di grande soddisfazione!
Interessante anche la discesa all'Alpe Stubiell, questo pezzo ci mancava ... dalla Camana Vecchia a valle l'avevamo percorso in altra occasione.
Bravi ed ancora Bravi !

irgi99 says: RE:
Sent 23 May 2017, 17h08
Sì soddisfazione davvero grande!
La vostra relazione ci è stata davvero davvero molto utile... quindi GRAZIE!!! :))

Sent 23 May 2017, 20h39
La vostra gita capita proprio a pennello!!!!:))) Ci chiedevamo quando potessimo salire il Ricuca e la risposta è arrivata......grazie!!!!!

Complimenti per tutte le belle Cime scalate!!! Ciao.

ALE

irgi99 says: RE:
Sent 23 May 2017, 22h25
Perfetto!!! Son contenta!!! :))
Grazie!
Irene

ivanbutti says:
Sent 24 May 2017, 07h48
Bravissima, non solo x questa ma x tutte le belle escursioni sempre ben documentate. Ciao, Ivan

irgi99 says: RE:
Sent 24 May 2017, 07h56
Grazie mille.. :-) !!!!
Ciao
Irene

Simone86 says:
Sent 24 May 2017, 12h48
Bravi, bella cima del famoso "quartetto" locale con magnifica vista sull'altra sponda, a quanto leggo non semplicissimo accesso alla cupola sommitale

irgi99 says: RE:
Sent 24 May 2017, 16h42
Grazie!!! Sì panorami davvero magnifici!
La cresta non era difficile ma in alcuni punti un po' esposta... l'unica difficoltà era la neve, che tra l'altro siam stati fortunati a trovare bella portante!
Ciao
Irene

Angelo & Ele says: COMPLIMENTI...
Sent 24 May 2017, 19h45
Una montagna selvaggia per un autentico TRIS D' ASSI...!!!

Angelo

irgi99 says: RE:COMPLIMENTI...
Sent 24 May 2017, 20h05
ahahah grazie!! sempre troppo gentile! :D
Irene

blepori says:
Sent 25 May 2017, 20h22
Bello, ambiente suggestivo! Poseguendo in cresta (con qualche aggiramente) si può raggiungere in fondo in fondo la Cima Lunga (di frotne al Poncione Rosso) e magari scendere in Bri. Bravi Benedetto

irgi99 says: RE:
Sent 26 May 2017, 07h01
Beh, questa traversata dev'essere proprio bella lunghetta!!! :)
Grazie
Irene

blepori says:
Sent 26 May 2017, 08h43
appena un pochino...a vedere dalle gite che fai la troveresti anche un po' corta Benedetto

Uffiern says: Ricuca
Sent 1 June 2017, 16h12
E' da un bel po' di tempo che ho il Ricuca sulla mia lista, avevo poi optato per la Cima di Negrös, sentiero vecchio. Ma non sono sicuro di riuscire a fare il giro che hai fatto tu :O, con il caldo. La cima mi sembrava avente fianchi più ripidi dalla carta, ma forse è solo un'impressione. Brava, bel giretto davvero.

irgi99 says: RE:Ricuca
Sent 2 June 2017, 07h20
Grazie mille! Sì, forse adesso comincia a fare un po' caldino... più che altro magari adesso sarà spuntata un sacco di vegetazione lungo il tracciato...
Comunque se ce l'hai in lista, te lo consiglio!!!
Irene


Post a comment»