COVID-19: Current situation

Anello della Val Varrone


Published by cristina , 25 October 2016, 15h54. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:22 October 2016
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Route:Premana-Alpeggi vari-Pizzo Alben-Corngiera-Laghitt-Rif. Santa Rita-Bocchetta di Trona-Rifugio Varrone-Alpe Casarsa- Premana
Access to start point:Milano-Lecco. Noi abbiamo preferito passare per la Valsassina piuttosto che uscire a Bellano. Questa strada è forse più lunga ma le strade sono più larghe. A Taceno proseguire a sx. La zona industriale, venendo da questa parte è prima e sotto il paese di Premana.

Le premesse dovevano essere di una bella giornata, invece il sole e il suo tepore soprattutto, si sono fatti desiderare, forse la prima giornata veramente fredda o forse l’ho sentita io in particolar modo.

Avevo appreso dell’esistenza di un meno conosciuto, di quello bergamasco, Pizzo Alben, Dalben o D’Alben ancora non ho capito, parecchi anni fa. Guardando la cartina però non avevo notato nessun anello o giro che potesse rendere più interessante l’escursione e il viaggio fino a Premana! Settimana scorsa però appare il report di ser59 e quindi oggi quale migliore occasione per ripeterla!

Si potrebbe stare ancora un poco più alti è vero ma il giro è lungo e settimana prossima ahimè ci toglieranno almeno un’ora di luce per cui…

Posteggiato nella zona industriale di Premana ci dirigiamo verso la Val Varrone deviando però subito a dx per il Pizzo Albenn (chiamiamolo così). Passiamo un primo alpeggio e tra chiacchiere e castagne invece di rimanere sul sentiero prendiamo la strada allungando un poco il giro. A un successivo alpeggio ritroviamo il sentiero che, passando prima nei pressi dell’Alpe Chiarino, prosegue fino in cima al Pizzo Alben. Negli ultimi metri prima della cima troviamo una brinata eccezionale, veramente è da parecchio che i prati hanno l’aspetto ammuffito ma gli ultimi metri sono spettacolari. Purtroppo stiamo godendoci gli ultimi minuti di sole perché appena ripartiamo, siamo avvolti dalle nebbie, abbiamo appena il tempo di dare uno sguardo alla cresta e poi più nulla. A prima vista sembra lunghissima invece i sali scendi saranno meno importanti di quanto sembrava. La traccia rimane quasi sempre sul filo di cresta. A differenza di ser59 io le mani le uso, più che altro per aggrapparmi a rododendri e ciuffi d’erba sia nelle ripide salite sia in una breve discesa su erba infida dovuta soprattutto alla brina. Comunque la cresta è semplice, qualche tratto sì esposto ma tutta camminabile, più che altro fare attenzione all’erba scivolosa.

Raggiunta la Cornagiera proseguiamo per raggiungere il sentiero proveniente dall’Alpe Paglio. Non ci accorgiamo, causa nebbia, che stiamo scendendo troppo, fortunatamente ricordiamo di aver visto la cappella dei Laghit sulla cresta, non vedendola ci rendiamo conto che stiamo sbagliando qualcosa. Torniamo sui nostri passi tagliando in diagonale e ritorniamo sulla cresta giusta. Cresta che seguiremo fedelmente fino al rifugio Santa Rita. Intanto invece del sole promesso scende qualche piccolo fiocco di neve!

Mentre meditiamo sullo scendere direttamente in Val Varrone, visto il freddo e la giornata che non pensavamo di trovare, una breve schiarita ci sprona invece a continuare. Proseguiamo quindi per la Bocchetta di Trona dove facciamo una brevissima sosta. La schiarita è già terminata da tempo…poi discesa al piccolo rifugio Varrone, grazie al cielo vuoto. Possiamo quindi fare una sosta al caldo per mangiare qualcosa.

Lasciato il rifugio scendiamo la lunghissima Val Varrone. C’eravamo stati secoli fa con la neve, ci era sembrata parecchio lunga, altrettanto lo è stato questa volta…interminabile!

Un bel giro in parte conosciuto. Anche oggi nebbia....e freddo!!!


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (11)


Post a comment

Menek says:
Sent 25 October 2016, 17h06
Nonostante il tempo... i posti sono sempre belli.

cristina says: RE:
Sent 26 October 2016, 08h25
Lo sai no, basta che non piova!

ser59 says:
Sent 25 October 2016, 22h56
Complimenti per il giro purtroppo non siete stati fortunati come noi con il meteo

cristina says: RE:
Sent 26 October 2016, 08h26
Il tuo report è caduto a fagiolo, sapere di poter proseguire per la Cornagiera è stato un bel suggerimento.

Il tempo....basta che non piova è tutto va bene!

GIBI says:
Sent 26 October 2016, 14h03
... a parte il tempo che sabato ci ha un po' fregati tutti e a tutte le latitudini ... come è andato l'acclimatamento alle " basse " quote ?

ciao Giorgio

PS ... facendo tutti gli scongiuri del caso meteo favorevole per il ponte !

cristina says: RE:
Sent 26 October 2016, 15h10
Prima o poi si doveva fare, sigh! Rimarrà il ricordo di una bella estate! Poi basta stare fuori :-))))

cristina says: RE:
Sent 26 October 2016, 15h10
Prima o poi si doveva fare, sigh! Rimarrà il ricordo di una bella estate! Poi basta stare fuori :-))))

cristina says: RE:
Sent 26 October 2016, 15h10
Prima o poi si doveva fare, sigh! Rimarrà il ricordo di una bella estate! Poi basta stare fuori :-))))

gbal says:
Sent 31 October 2016, 17h18
Mettersi sulle peste di ser59 è sempre un rischio però anche voi non vi fate intimorire da nulla e difatti....ecco il risultato.
Bravi

cristina says: RE:
Sent 4 November 2016, 06h13
È stato un bel suggerimento per salire al Pizzo Alben che era una vita che volevo salire.

Ciao ciao

Andrea! says:
Sent 5 November 2016, 11h00
Anche io ho in programma un giro da quelle parti.
Già pronto nelle "cose da fare" ... quando arriverà la giornata giusta.
A presto.
Andrea


Post a comment»