Capanna d'Efra (2'039 m.s.m.) - Passo del Gagnone (2'217 m.s.m.)


Publiziert von ale84 , 3. November 2008 um 20:15.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:26 Oktober 2008
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Cima di Gagnone   Gruppo Madöm Gross   CH-TI 
Aufstieg: 1520 m
Strecke:[LUNGHEZZA 14,2km] Frasco (885 m.s.m.) - Val d'Efra - Alpe dell'Efra (1686 m.s.m.) - Capanna d'Efra (2039 m.s.m.) - Passo del Gagnone (2217 m.s.m.) - Capanna d'Efra (2039 m.s.m.) - Lago d'Efra (1836 m.s.m.) - Alpe dell'Efra (1686 m.s.m.) - Val d'Efra - Frasco (885 m.s.m.)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Gordola si sale in Valle Verzasca e arrivati a Frasco si può lasciare l'auto nel parcheggio di fianco alla Chiesa.

Per la seconda volta abbiamo deciso di percorrere la lunga Val d'Efra per ammirare il suo laghetto e l'omonima capanna. Eravamo già stati da queste parti il 21 aprile 2007, con scarso successo direi. Vedi il rapporto della gita: Lago d'Efra

Questa volta siamo partiti con un tempo bellissimo e tutto lasciava intendere che avremmo finalmente ammirato il Lago d'Efra e le sue verdi e trasparenti acque in una calda giornata autunnale.  
Ma andiamo con ordine. Partenza da Frasco, piccolo paese della Val Verzasca, dal paese si segue il sentiero segnalato che conduce nella lunghissima e selvaggia Val d'Efra. Il sentiero si insinua nella valle, costeggiando il Riale d'Efra ed offrendo begli scorci panoramici su pozze di acqua verde smeraldo. Il percorso è semi-pianeggiante per diversi chilometri e a quota 1062m si passa accanto al Mont Val d'Efra.
Arrivati nei pressi di Montada il sentiero inizia a salire piuttosto ripidamente in un susseguirsi di tornanti che facendo qua e là portano a passare da Chignolo fino a raggiungere i cascinali all'Alpe dell'Efra 1686m, attraversando prima un bel bosco di larici che in questo periodo regalano colori magnifici.
Arrivati all'Alpe abbiamo appreso che nella zona del Lago d'Efra non era ancora arrivato il sole e così abbiamo deciso di recarci prima in capanna e scendere al lago in un secondo momento.
Così abbiamo ripreso a salire seguendo il sentiero diretto che porta alla Capanna d'Efra. Questo sentiero non è ben segnalato ed è difficile trovare la biforcazione, dopo aver attraversato il secondo riale c'era una traccia tra i cespugli e l'abbiamo seguita, in segutio il sentiero diventa più evidente e marcato. Il tratto finale è ben curato con diversi scalini di pietre che portano a pochi passi dalla capanna.
Arrivati alla Capanna d'Efra siamo stati ripagati delle nostre fatiche, luogo stupendo con eccezionale panorama sulla vallata sottostante e verso le cime della Val Verzasca, in lontananza appare anche il Basodino con l'omonimo ghiacciaio. 
La Capanna d'Efra è di proprietà della SEV Società Escursionistica Verzaschese e assieme alle altre capanne poste su questo versante della Verzasca, fa da punto d'appoggio ai molti alpinisti che decidono di percorrere la VAV e cioè la Via Alta della Verzasca.
Parlando con le persone presenti in capanna abbiamo appreso con immensa tristezza che al Lago d'Efra di questi periodi non arriva più nemmeno un raggio di sole. Niente sole, niente foto, niente acqua verde cristallina...niente di niente!! Che delusione...un'altra volta!
Non sapendo come occupare il tempo abbiamo quindi deciso di superare i quasi 200m di dislivello che ci separavano dal Passo di Gagnone e salire per ammirare il panorama verso la Val d'Ambra. L'ascesa è durata circa 30 minuti. Dal passo stupenda vista panoramica sulle cime della Val Verzasca (in particolare sulla Corona di Redorta) e verso la Val d'Ambra e le cime della Leventina e della Val Pontirone a noi ben note. In primo piano il nostro sguardo incontrava il Pizzo Ricuca.
Dopo aver scattato le immancabili foto siamo partiti ripercorrendo lo stesso sentiero fino in capanna.
In seguito abbiamo involontariamente preso il sentiero che passa per il Lago d'Efra e quindi ci siamo ritrovati sulle sue buie sponde, vedere il lago nell'oscurità non è stato molto appagante. Una foto e via di nuovo verso l'Alpe dell'Efra e poi giù fino a Frasco percorrendo lo stesso sentiero di salita.
Ad ogni modo anche se non siamo riusciti a vedere il lago in tutto il suo splendore, la gita è stata veramente magnifica, grazie anche al bel tempo. La giornata è stata molto calda, quasi estiva direi...e ad una settimana di distanza ci ritroviamo le montagne coperte di neve e temperature invernali...effetto strano!
L'escursione non presenta difficoltà tecniche, ma come per quella al Lagh de Calvaresc, direi che bisogna tener conto del dislivello e dei circa 14km da percorrere.


Per ulteriori informazioni sulla gita visitate: Ariafina: Cap. d'Efra - Lago d'Efra

Tourengänger: ale84, Mauro78

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 512.xol Tragitto Efra

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»