Capanna Buffalora (2'078 m.s.m.) - Lagh de Calvaresc (2'214 m.s.m.)


Publiziert von ale84 , 27. Oktober 2008 um 21:04.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Misox
Tour Datum:19 Oktober 2008
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Arbeola-Molera   CH-GR 
Aufstieg: 1335 m
Strecke:[LUNGHEZZA 14,2km] Alp de Bec (1514 m.s.m.) - Pass de Buffalora (2261 m.s.m.) - Capanna Buffalora (2078 m.s.m.) - Alp de Calvaresc Desora (2131 m.s.m.) - Lagh de Calvaresc (2214 m.s.m.) - quota 2269 m.s.m. - Lagh de Calvaresc (2214 m.s.m.) - Alp de Calvaresc Desora (2131 m.s.m.) - quota 2177 m.s.m. - Pass de Buffalora (2261 m.s.m.) - Alp de Bec (1514 m.s.m.)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:L'Alp de Bec è raggiungibile mediante strada carrozzabile dal paese di Soazza (Mesolcina, GR).

L'autunno ci sta regalando come ogni anno dei colori stupendi e per poterli ammirare da vicino, settimana scorsa abbiamo deciso di recarci nella vicina Val Calanca (GR).

Le due mete principali della nostra gita erano la Capanna Buffalora e il Lagh de Calvaresc (il "famoso" lago a forma di cuore)! 
Per poterli ammirare siamo partiti di mattina presto dall'Alp de Bec 1514m, raggiungibile in automobile dal paese di Soazza (Comune della Mesolcina). 
Il sentiero che si diparte dall'Alp de Bec è ampiamente segnalato, poiché da qui passa pure il Sentiero Alpino Calanca, curato per l'appunto dall'ASAC, Associazione Sentieri Alpini Calanca. 
Per raggiungere la Capanna Buffalora, che è inoltre l'unica capanna custodita della Valle Calanca, si segue il sentiero che alzandosi dolcemente tra boschi di larici e grandi pascoli porta al Pass de Buffalora. 
Il Pass de Buffalora è ben visibile già dall'Alp de Bec, è l'evidente apertura che si situa tra la Cima de Nomnom (a sinistra) e la frastagliata cresta de I Corn de Golin (a destra). 
Raggiunto il passo si apre il panorama sulla Val Calanca e le sue innumerevoli cime, si possono così ammirare il Pizzo di Claro, i Torroni, il Piz Giümela e il Piz di Strega a confine con la Val Pontirone. 
Seguendo il sentiero si arriva dopo qualche minuto al cartello dove sono segnalate diverse deviazioni. 
Abbiamo deciso di recarci dapprima alla Capanna Buffalora, per farlo ci siamo dovuti abbassare di circa 200metri. Il sentiero che abbiamo seguito per raggiungere la capanna ad un certo punto attraversava una pietraia, solitamente questo passaggio non sarebbe di nessuna difficoltà ma di questi periodi i sassi sono coperti dal ghiaccio e di conseguenza molto scivolosi, il sole arriva tardi in questa parte della valle.
Bisogna quindi procedere facendo bene attenzione a dove si mettono i piedi!!!
Insomma..."chi va piano, va sano e va lontano"!
La Capanna Buffalora si trova in mezzo ad un bel bosco di larici che in questo periodo rendono il panorama incantevole, inoltre poco distante si trova il piccolo Laghet del Guald ideale come meta per una breve passeggiata. Siamo arrivati alla capanna in orario d'aperitivo e ne abbiamo approfittato per berci una birretta... 
La struttura è interamente in legno cosa che contribuisce a rendere l'ambiente caldo e accogliente. 
Gli attuali guardiani erano svizzeri-tedeschi e parlavano poco italiano ma siamo comunque riusciti ad intenderci. Leggendo il libro delle visite abbiamo capito che da questa capanna passano ben poche persone di madre lingua italiana, i visitatori principali arrivano dalla Svizzera tedesca e passano in Buffalora quando percorrono il Sentiero Alpino Calanca. 
Dopo aver salutato i guardiani e aver scattato qualche foto alla capanna siamo ripartiti in direzione del Lagh de Calvaresc, tempo stimato 1h30min. Per raggiungere il lago siamo risaliti di circa 100m, in seguito il sentiero proseguiva semi-pianeggiante fino all'Alp de Calvaresc Desora a quota 2131m. 
Dall'alpe al lago il tratto è breve, 80m di dislivello dopo i quali ci si trova davanti una distesa d'acqua verde, finalmente dopo molte ore ecco il piccolo lago famoso per la sua forma di cuore. 
Per godere di questo spettacolo bisogna però salire ancora un pochino sino alla bocchetta senza nome a quota 2269m. Da qui finalmente è ben visibile la sua forma, ecco il Lagh de Calvaresc in tutto il suo splendore raccolto sotto le pendici del Fil de Dragiva.
Dopo aver scattato tante tante foto siamo riscesi sulle sue sponde per una meritata pausa pic-nic e poi un po'di relax...luogo di pace e silenzio. Il lago non è molto profondo e siamo così riusciti a vedere diversi pesci, grazie anche alla trasparenza delle sue acque. Bello il panorama sul Piz de l'Ardion. Purtroppo la strada del rientro era ancora molto lunga e quindi ci è toccato incamminarci nuovamente verso l'Alp de Calvaresc Desora e percorrere il sentiero a ritroso fino a quota 2177m. Da qui ci siamo tenuti sul sentiero "alto" per l'attraversata verso il Pass de Buffalora, poco prima di raggiungere il passo abbiamo incontrato dei passaggi su rocce assicurati da catene.
Raggiunto il Pass de Buffalora si rientra all'Alp de Bec seguendo lo stesso sentiero percorso all'andata. 
La gita non presenta difficoltà tecniche, bisogna comunque tener conto del discreto dislivello e della lunghezza di 14,2 km. Un lungo percorso che vale la pena affrontare, poiché porta ad ammirare dei luoghi stupendi. Bellissima gita! 

NOTA:
La strada che da Soazza sale all'Alp de Bec è attualmente in fase di rifacimento, è quindi probabile che durante i giorni feriali non ne sia consentito il transito.

 

Per ulteriori informazioni sulla gita visitate: Ariafina: Cap. Buffalora - Lagh de Calvaresc
 


Tourengänger: ale84, Mauro78

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 513.xol Tragitto Calvaresc

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»