Pizzo Stella (2688)- Valle di Bosco Gurin


Published by morgan , 2 October 2014, 22h43.

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:28 September 2014
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Pizzo Quadro   Gruppo Pizzo Biela 
Time: 8:00
Height gain: 1250 m 4100 ft.
Height loss: 1250 m 4100 ft.
Route: Bosco Gurin (1503)- Bivacco di Bann (2104)- Bivio quota 2185m- Bivio quota 2232m- Bivio Hendar Furggu (2352)- Hendar Furggu (2419)- cresta nord- punta quota 2528- Pizzo Stella (2688)- ritorno stessa via
Access to start point:Da Locarno prendere per Ponte Brolla e la Valle Maggia. A Cevio svoltare per la Val Rovana e a Cerentino tenere la destra per Bosco Gurin. Ampio posteggio all'entrata in paese.

Ascensione al Pizzo Stella, cima che sovrasta il borgo valser di Bosco Gurin. Cima di confine presenta il versante formazzino molto dirupato mentre è più accessibile dal versante elvetico. Tre sono le principali vie di salita: dal passo di Bosco lungo la cresta SO, da Hendar Furggu (bocchetta Foglia) sulla cresta N o sulla via normale da est. Si è optato per la salita dalla cresta nord, meno difficile di quella sudovest ed, eventuale discesa sulla via normale. 
Organizzata dal CAI di Laveno, conduco questa gita che vede la presenza di 10 escursionisti. 
Lasciamo le auto nell'ampio parcheggio all'entrata di Bosco Gurin (1503) ed iniziamo il cammino sotto un cielo nuvoloso. Percorriamo una stradina asfaltata che esce dal borgo e seguendo le indicazioni per Hendar Furggu deviamo a sinistra su un sentiero che sale nei pascoli. Proseguiamo salendo nel bosco e superando alcuni valloncelli. Salendo le nebbie si aprono e ci appare un cielo limpido. Sopra i 2000 metri di quota si vedono tutte le cime più alte con un mare di nuvole che coprono le valli. Usciti dal bosco arriviamo al bivacco di Bann (2104), ricavato da un cascinino dell'alpeggio. Seguendo le indicazioni per il passo saliamo tra conche erbose. Incontriamo il bivio (2185) col sentiero proveniente dai laghi di Pero e di Poma e, successivamente, un secondo bivio (2232) col sentiero per Grossalp. Arriviamo alla conca alla base del passo e dividiamo il gruppo. Giulia, che è stanca, e Alex, a cui si sono scollate le suole delle scarpe, si femano qui in attesa del nostro ritorno. Su pietraia troviamo il bivio (2352) con il sentiero alpino per la Bocchetta di Formazzoo e proseguiamo diritto raggiungendo Hendar Furggu o Bocchetta Foglia (2419), passo di comunicazione con la Val Formazza. Iniziamo il percorso della cresta nord. Aggiriamo una serie di gendarmi rocciosi abbassandoci leggermente sul versante formazzino poi, ripresa la cresta ci spostiamo fra grossi massi squadrati raggiungendo l'ometto su una cima senza nome (2528) lungo la via di cresta. Seguendo la direzione per la cima ci abbassiamo tra sfasciumi in una sella per risalire su una liscia placconata inclinata verso Bosco Gurin e a precipizio sulla Formazza. Nei punti più ripidi utilizziamo la corda per aiutare i meno esperti. La cresta prosegue verso una bastionata rocciosa e giunti ad una cengia di viva roccia valutiamo la situazione. Risalire la bastionata è fuori dai nostri mezzi. Un delicato passaggio di disarrampicata su gradini porta in una conca detritica su massi instabili. Altra possibilità è tornare brevemente indietro e abbassarsi per attraversare la conca in un punto meno pericoloso. Non ci sono ometti che indichino la via migliore per cui, Io e Roberto decidiamo di andare avanti in perlustrazione. Scendiamo i gradini ed attraversiamo con prudenza la conca instabile. Consigliamo ai meno esperti di evitare di seguire i nostri passi. Attraversata la conca saliamo, sempre su terreno instabile, verso la cima. Troviamo finalmente gli ometti segnavia di quella che potrebbe essere la via normale. Seguendo questo percorso raggiungiamo il castello sommitale del Pizzo Stella (2688) con la croce di vetta ed il palo con la strumentazione meteorologica. Nessuno dei nostri compagni ci ha seguito per cui, subito dopo le foto, iniziamo la discesa. Seguendo gli ometti ci portiamo ad una quota più bassa di quella fatta in salita ed attraversiamo la conca in un tratto pianeggiante. Risaliamo sulla cresta ritrovando il percorso di salita. Raggiunti i nostri amici torniamo sui nostri passi scendendo al passo Hendar Furggu e quindi ai pascoli della conca di Bann ritrovando Giulia e Alex. Avevo in programma di scendere a Bosco Gurin passando da Grossalp ma, visti anche i problemi alle scarpe di Alex, optiamo per la via più breve. Sullo stesso percorso di salita torniamo al bivacco di Bann e scendiamo a Bosco Gurin.
Partecipanti 10: Dario (capogita), Roberto, Beppe, Emilio, Luigi, Fabio, Bea, Giulia, Marius, Alessandru.
Tempi di percorrenza: 1h38' a Bann, 2h44' a Hendar Furggu, 4h23' al Pizzo Stella. Discesa 3h35'. Tempo totale impiegato: 7h57' ( 5h23' di cammino, 2h34' di pause).
Lunghezza del percorso: 10,2km.
Meteo: Coperto e nebbie durante la salita, poi sopra i 2000m bello e limpido. Nebbie in continua evoluzione con dissolvenza nel pomeriggio

Hike partners: morgan


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+ I
10 Jun 18
Martschenspitz · Giaco
T5 PD II
T3+
T5-
T3

Post a comment»