Monte Limidario da Gurrone


Published by coral54 , 14 June 2014, 19h05.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:13 June 2014
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Gridone 
Time: 7:00
Height gain: 1491 m 4890 ft.
Height loss: 1491 m 4890 ft.
Route:Gurrone m. 697 – Olzeno m. 1061 – Le Biuse m. 1274 – Tre Confini m. 1334 – Alpe di Spoccia m. 1555 – Catta Mergugna m. 1570 – Alpe Quadra m. 1604 – Testa Fontai m. 1879 – Sorgente del Fornale m. 1953 – Vetta Limidario m. 2188
Access to start point:Locarno – Cannobio – sp 75 della Valle Cannobina fino al bivio per Cavaglio San Donnino/Gurrone e prosecuzione fino a Gurrone.(Termine della strada ripidissima e molto stretta)

Per salire al Limidario stavolta scelgo la variante da Gurrone,molto meno gettonata.Salendo non si avranno le spettacolari vedute sul lago sottostante ma il fascino della Val Cannobina per me è sempre attraente.Da Gurrone,seguendo l’evidente segnaletica,salgo nel bosco su buon sentiero,supero un primo gruppetto di baite ben risistemate,fino ad immettermi nella mulattiera che sale da Cavaglio. Poco oltre attraverso la la strada consorziale riservata ai residenti,ed uscito dal bosco passo per i terrazzamenti,un tempo coltivati,che precedono gli ampi pascoli di Olzeno (m. 1061) in stupenda posizione soliva.Breve sosta per alcune foto e riparto risalendo i prati superiori dell’alpeggio fino ad immettermi sulla strada consorziale,che dirigendosi verso l’interno della valle rientra nuovamente nella faggeta per uscirne in prossimità delle prime baite delle Biuse (m. 1274). Superati gli ultimi casolari delle Biuse ora la strada si impenna decisamente entrando ancora nel bosco.Superata la depressione detta “Tre Confini” (m. 1334),dove giunge anche il sentiero proveniente da Spoccia passando per Bronte,ci si alza ancora un centinaio di metri uscendo poi definitivamente su terreno aperto.Proseguendo ora con percorso più dolce,in direzione nord/est  giungo quindi all’Alpe di Spoccia (m. 1555).Proseguendo ora verso la vicina Alpe Quadra lascio per un attimo il tracciato principale per salire brevemente alla Catta Mergugna (m. 1570) superbo punto panoramico verso l’alta Cannobina e la Val Vigezzo,Ritorno quindi sul sentiero che in una decina di minuti conduce ai pochi resti dell’Alpe Quadra (m. 1604) con il bivacco in magnifica posizione panoramica,con vista anche su uno spicchio di lago.Oltre i ruderi delle baite diroccate la traccia di sentiero,sempre ben evidente,continua con maggiore pendenza tra i prati e raggiunge la dorsale, toccando la Testa Fontai (m1879). La cresta prosegue deviando leggermente a destra (Nord-Ovest) fino ad una depressione da cui si può raggiungere,con una breve deviazione,la sorgente del Fornale (m. 1953) scendendo a sinistra per tracce di sentiero.Dalla depressione continuo a salire in diagonale sul versante sotto la cima del Madòn fino ad arrivare  alla cresta principale che  seguo,superando alcuni brevi tratti attrezzati con catene,fino alla vetta del Limidario (m 2188), segnalata da una grossa croce in ferro rossa. 

Hike partners: coral54


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

tapio says:
Sent 15 June 2014, 13h55
Nel tempo ho percorso tutte le varianti, più e più volte (salvo una, ma non c'è fretta), ma di tutte le vie che portano al Gridone questa è senz'altro la mia preferita. Ci si accorge del dislivello solo dopo l'Alpe Quadra. Sempre stupenda!
Ciao, Fabio

coral54 says: RE:
Sent 15 June 2014, 17h48
Concordo pienamente con te,poi la Val Cannobina ha sempre qualcosa di magico!
Ciao Alfredo


Post a comment»