Piz Nurschalas mt 2740


Publiziert von turistalpi Pro , 22. August 2012 um 16:20.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum:21 August 2012
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR   CH-UR 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 750 m
Abstieg: 750 m
Strecke:Oberalppass-Pazolastock-piz Nurchalas-Badushutte-lai da Tuma-Oberlppass

Altra gita con gli amici Piera ed Alberto con  Jack e Willi. Dato il poco loro allenamento decido insieme anche a Pinuccia e Billie di salire il piz Nurchalas sopra l'Oberalppass e di scendere via Lai de Tuma. E' un panoramico giro tranquillo e piacevole e dal moderato dislivello. Nella zona ero stato solo due volte: la prima 19 anni fa con Pinuccia ed avevamo salito il piz Badus e due anni fa con l'amico Alessandro ci eravamo fermati a circa mezz'ora dalla vetta per fitta nebbia e poi scendendo avevamo fatto un giro di consolazione alla capanna Maighels. Oggi la giornata è spettacolare  e calda (a quota 2000 14° all'Oberalppass!!). Seguiamo il plurisegnato sentiero che parte a fianco del caratteristico faro e  con già numerose persone davanti. La salita pur ripida è piacevole. Ad un certo punto forse lo scarso allenamento oppure qualche passo sbagliato giocano un tiro mancino ad Alberto che accusa forti dolori appena sopra il ginocchio destro. Con fatica prosegue ma è tentato di fermarsi e poi tornare. Che si fa? Nel mio zaino ho una confezione di grasso di marmotta per un eventuale uso sulle zampette di Billie. Dico al mio amico di provare con un massaggio al grasso di marmotta. Scetticismo generale ed anche mio. Non ho altro e non voglio far soffrire Alberto. Proviamo. Dopo l'intervento seppur con fatica ma un poco meglio Alberto prosegue. D'altra parte è un ligure-comasco dalla scorza dura! Sempre piacevolmente e panoramicamente (!) arriviamo in cima al Pazolastock (sosta). L'ultimo tratto di sentiero a zigzag su terriccio è stato superato sia da Piera(!) che da Alberto con passo abbastanza celere. Proseguiamo lungo la cresta del piz Nurchalas dove devo richiamare i miei amici perchè stavano seguendo una coppia di tedeschi che andavano dalla parte sbagliata e poi andiamo giù seguendo il Fil da Tuma pervenendo così alla Badushutte: sosta pranzo. La capanna pur piccola (22 posti) è carina e posta in un bel sito montano. Jack con Alberto poi approfitta di una pozza d'acqua sottostante alla capanna per assaggiare il suo ambiente: l'acqua. Miracolo: il grasso di marmotta sembra avere fatto effetto ed Alberto non ha più dolore alla gamba e sono più contento io che lui. Dopo il pranzo ripartiamo e scendiamo al lai de Tuma: eccezionale da non poter non fermarsi per una sosta piacevole per tutti. Piera ed Alberto approfittano per un pediluvio nel lago ma il vero mattatore è Jack a suo agio in questo ambiente. Sembra quasi il padron di casa e più volte va in acqua per prendere il legno gettato da Alberto. E così è la situazione: Piera ed Alberto dopo il pediluvio riposano, Pinuccia cerca di fare foto e di ripararsi dal sole come può, Jack fuori e dentro dall'acqua, Willi sempre in giro e Billie si riposa accanto a me. Bella la vita ma dobbiamo ripartire. Prendiamo il sentiero che sopra il lago gira a sinistra e che con un lunghissimo traverso diagonale porta all'Oberalppass. Bel sentierone panoramico e tranquillo tranne per le numerosissime persone provenienti dalla capanna Maighels che con passo oltremodo lento ci ponevano problemi di andatura e di sorpasso ma comunque felicemente arrivavamo al parcheggio. Gita tranquilla, panoramica, diciamo di mantenimento od allenamento.Tutti sono stati contenti ( io un poco meno per la brevità  del giro).

Tourengänger: turistalpi

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (1)


Kommentar hinzufügen

Amedeo hat gesagt: bravi
Gesendet am 23. August 2012 um 08:52
Repetita iuvant........talvolta si rinuncia a cose più impegnative per una bella compagnia!!
Ciao
Amedeo


Kommentar hinzufügen»