Pizzo di Corgella e dintorni


Publiziert von giorgio59m , 14. März 2017 um 13:50. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Sottoceneri
Tour Datum:12 März 2017
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Camoghè   CH-TI 
Zeitbedarf: 4:30
Aufstieg: 800 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada per il Gottardo, uscire a Rivera, poco prima della galleria del Monte Ceneri. Allo stop prendere a sinistra e proseguire per un paio di km di rettilineo, alla prima leggera curva verso destra, indicazioni a sinistra per Isone. Seguire la strada fino ad Isone, poco dopo la chiesa c'e' una stretta strada che sale a sinistra, con indicazioni per Monti di Tiglio. Salire fino alle prime indicazioni di area militare e di divieto di accesso. Con la sbarra aperta "pare" sia tollerato proseguire fino all' ampio parcheggio nella zona del piazzale.

   
 

Quanti giorni? due? VENGO!
 

           Vista da Giorgio     -    (giorgio59m)     

Doveva essere un’altra domenica sulla neve, con le racchette, ma i ripetuti allarmi su pericolo valanghe a livello 3 e 4 ci hanno fatto cambiare idea.

Decidiamo per una cosa tranquilla, un giretto attorno al Pizzo di Corgella, già visitato molti anni fa, ma nel 2009 eravamo solo in tre.

Partiamo dal parcheggio dei Monti del Tiglio, proprio dove ci sono le caserme, pare che con la sbarra aperta sia tollerato il passaggio.

Sono da poco passate le otto, quando ci incamminiamo lungo la strada asfaltata, il nostro gruppo è al completo, con la piacevole compagnia di Francesco e Chiara.

Si sale con qualche tornante e poi un lungo traverso che si inoltra nella Valle di Caneggio, chiusa tra il Pizzo di Corgella e la cresta N del Camoghè.

L’asfalto termina poco prima di un piazzale di giro a Q1330, dove sulla sinistra si stacca il sentiero diretto per l’Alpe di Corgella ed il Pizzo sulla dorsale SO (circa 2,4Km dalla partenza).

Non ci sono segnali o indicazioni, ma la traccia del sentiero si vede bene.

Il percorso diventa ripido, in pochi minuti si giunge all’Alpe di Corgella, evidente luogo gestito dai cacciatori locali, e si prosegue alle sue spalle tenendo la via più ripida e diretta. Alle 09:30 siamo sulla dorsale, i più veloci, mentre mi attendono, visitano il Cucchetto Q1571, l’ultima elavazione della cresta SO, io prendo direttamente verso destra (NE) passando a fianco della Q1617, per giungere in vista della cima.

Ci sono vari residui di neve, anche parecchia, ma si cammina bene, e dove libero si cammina sull’erba secca.

Pochi minuti prima della 10, raggiungo gli amici in vetta, anche se il tempo è velato, si sta bene e non fa freddo, ci fermiamo una mezzora tra chiacchere e fotografie.

Ripartiamo scendendo dal lato opposto, l’obiettivo è l’Alpe Corte di Mezzo.

Si percorre la cresta, bella ed innevata, con alcuni passaggi tra la roccia, ma tutto facile.

Raggiungiamo una conca prativa con molti larici secchi e morti, ricordo bene il posto.

Da qui proseguiamo in piano, ed alle 11 siamo all’alpeggio di Corte di Mezzo.

Visto l’orario, e come previsto, proseguiamo risalendo la vallata, l’idea è quella di puntare a due laghetti a Q1681, ma la quantità di neve e il continuo sprofondare ci fa subito capire che qui servono le ciaspole.

Proseguiamo comunque fino a Q1540, qui un gruppetto di irriducibili tre prova a proseguire, mentre gli altri decidono di prendersela molto comoda e tornare all’alpeggio, “ci troviamo lì”.

A  mezzogiorno siamo alla Corte di Mezzo, tempo magnifico anche se non sole pieno ma velato, sopra delle rocce ci prepariamo per pranzare, e soprattutto per goderci la pace ed il panorama.

Gli amici ci raggiungono dopo circa una mezzora, sono saliti ancora un centinaio di metri ma era dura proseguire. Pranzo al sacco, ma non manca un eccellente panettone (residuo di Natale) ed il prosecco, ovviamente grappa, caffè e sviluppin.

Alle 14:30 dopo una splendida siesta mettiamo li zaini in spalla e prendiamo il sentiero classico che scende verso la Corte inferiore, con una bella baita, e poi fino alla piazza di giro dove ritroviamo la strada asfaltata del mattino, dove percorriamo quel paio di noiosi chilometri fino al parcheggio.

Mentre ci cambiamo due aquile volteggiano sopra di noi, è sempre uno spettacolo vederle volare, fermarsi, planare e restare immobili, degna conclusione di una splendida giornata, semplice certo ma “gustosa”.

Ciao

Giorgio




 

 
 
   
 

           Vista da Roberto   -    (roberto59)                        


Rientro oggi, impegni di lavoro mi hanno tenuto lontano dal pc e dalla scrivania, oggi 16 marzo 2017 giovedì, ciao a tutti.

La vita è un’enorme tela: rovescia su di essa tutti i colori che puoi.
(Danny Kaye)

 
 
   
 

           Vista da Paolo   -    (brown)                        


Pausa ciaspole per questa domenica. Si decide per una vecchia conoscenza vista l'ultima volta nel 2009 solo con Giorgio e Roberto.
Nessuna difficolta' per raggiungere la cima ormai senza neve anzi la possibilita' di visitare una anticima del Corgella.
Arrivati in vetta vedo un camoscio che scappa ancora con il manto invernale . Foto panoramiche , foto di gruppo , foto album , foto azzardate da vicino e da lontano, ma soprattutto con gli occhiali e senza.
Scendiamo verso il versante nord passando per la Corte di mezzo dove decideremo di pranzare dopo un allungo verso la fine della val Caneggio ai piedi del Camoghe'.
Grazie a tutti per la bella giornata . Chiara e Francesco sempre frizzanti pieni di iniziative e con tanta voglia di FARE MONTAGNA. E' sempre bello ascoltare i loro racconti e i loro progetti futuri.
A presto

Paolo

 

 
 
   
 

            Vista da Luciano   -    (barba43)
 

Oggi causa pericoli di valanghe marcati 3 , Giorgio ci inventa una bella meta, più sicura e non tanto impegnativa, ci porta in una valle dove non ci sono mai stato, molto bella scelta azzeccata, ci incamminiamo arrampicandoci, la prima parte molto in verticale, per poi un pò di saliscendi fino al Pizzo Corgella, lì ci siam fermati per ammirare il panorama delle cime attorno.

Poi siamo ripartiti, sul lato opposto alla salita, dopo l'alpe abbiamo proseguito cercando i laghetti, ma la neve aumentava e si sprofondava, arrivati ad una bocchetta, abbiamo desistito, si sprofondava troppo senza le ciaspole.

Non credevamo che ci fosse stata ancora parecchia neve in quei posti, così che siam ritornati al'alpeggio Corte di Mezzo a pranzare, in grande compagnia di Francesco e Chiara che si sono aggregati alla bella escursione.

Dopo aver pranzato  e qualche foto di rito, ci siamo incamminati scendendo con un giro quasi ad anello

ciao a tutti belli e brutti


 
 
 
   
 

              Vista da Gimmy-    (gimmy)

 

Questa domenica niente ciaspole ai piedi ,si fa una bella camminata al pizzo di Corgella e dintorni
quando veniamo da queste parti si parcheggia nel piazzale d' armi  località monti di tiglio .
dopo un tratto lungo la strada ci siamo inerpicati in un sentiero bello ripido,che prima ci ha portato all' alpe di corgella e poi su fino al pizzo. dopo una mezzoretta in cima, siamo discesi lungo la cresta, dove alcuni tratti erano coperti di neve. quando siamo arrivati all'alpe corte di mezzo erano le 11, per cui siamo ripartiti ripromettendoci di ritornare a pranzare, cosi è stato, dopo aver pranzato abbiamo fatto una bella siesta sdraiati sulle rocce  con un bel sole di inizio primavera, come dice un amico ogni tanto è bello fare un ca.....
grazie agli amici per la bella giornata, condivisa anche con francesco e chiara che oggi erano con noi

ciao alla prossima

  

 
 
   
 

              Vista da Francesco   -    (francesco)


Gita defaticante oggi con i Girovagando, di quelle che anche il relax, un lungo relax al sole ha fatto da padrona: dapprima quasi 2:30 a crociolarsi nell'accogliente area antistante l'alpeggio Corte di Mezzo, e dopo,raggiunta l'auto e salutato i compagni di gita, con Chiara , altri 45 minuti stravaccati nei pratoni dei Monti del Tiglio-
La loro compagnia, oltre a essere sempre gustosa è anche piacevole.
....Il tormentone del giorno :........VENGO.......!!!
Ciao a tutti, alla prox-

 

 
 
   
 

              Vista da Chiara     -    (Chiara)

 

Già di per se una giornata a camminare in montagna per me significa una giornata piacevole..... Se poi ci si aggiungono una compagnia simpatica e serena e quel tanto di sole che non guasta.....bhè, la giornata allora diventa piacevolissima...... E a pestar neve ci penseremo un'altra volta.... Grazie a tutti. Ciao
 

 

  

 
 
     
 
RIASSUNTO del PERCORSO
Percorso Totale : 12,0 Km totali, 7h:40m totali, 4:20m di cammino
Andata : 7,3 Km, 3:55 lorde, 40m soste
Ritorno : 4,7 Km, 1:10 lorde, 10m soste
Dislivello : 650 mt di assoluto , 800 mt di relativo
Libro di vetta: NO
Copertura cellulare: Buona sul percorso
Partecipanti :

Giorgio, Paolo, Roberto, Gimmy, Barba, Angelo, Francesco, Chiara

 
 
   
   

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito     

www.girovagando.net        escursione # 274

  

 

 
 


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (9)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2017 um 14:41
Mi dispiace Jimmy, per stavolta sto con Roby! :)))

Amedeo hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2017 um 15:25
Ma siete sempre più scatenati!
Ciao
Amedeo

numbers hat gesagt: Bravi!
Gesendet am 14. März 2017 um 15:33
Bella gita goliardica...

Mario

giorgio59m hat gesagt: RE:Bravi!
Gesendet am 14. März 2017 um 15:35
Ciao Mario, ormai lo sai ... lo SPIRITO non ci manca proprio :-)

Daniele66 hat gesagt:
Gesendet am 14. März 2017 um 21:46
Wela ma voi siete """""fuori"""""""Grandi Daniele66

zar hat gesagt:
Gesendet am 15. März 2017 um 07:53
...un saluto anche da parte mia...
Inimitabili!!!
ciao
Luca

cappef hat gesagt:
Gesendet am 15. März 2017 um 19:11
Bravi!!! ...è sempre un bel giro!
Ciao a tutti...Flavio

gbal hat gesagt:
Gesendet am 17. März 2017 um 16:58
Penso che come gita di ripiego l'avete scelta proprio bella!
E vi siete portati avanti in tema di calendari.
Bravissimi tutti

Barba43 hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. März 2017 um 17:34
Ciao Giulio, è la banda dei matti mà matti d'allegria.
grazie Luciano


Kommentar hinzufügen»