COVID-19: Current situation

Verso il Pizzo dei Galli in Val Gerola


Published by Andrea! , 25 February 2015, 20h01. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:22 February 2015
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1700 m 5576 ft.
Route:13,9 km a/r
Access to start point:Poco dopo l'abitato di Sacco, sulla strada che da Morbegno sale a Gerola, si parcheggia ai bordi della strada. Nel caso ci fosse poca neve si può salire ulteriormente in macchina fino alla frazione di Mellarolo.

Ah però ... quanta neve!

Come altri in questa domenica, non abbiamo fatto una traccia, si scavava una trincea.
Auguri a chi vorrebbe andare in giro senza sci o ciaspole (ovviamente ogni riferimento ad A&E è puramente voluta ... :)))))

Scherzi a parte, già percorrendo la strada che porta in Valtellina si intuisce che oggi non è giornata da grandi cime e quindi "al volo" decidiamo per il Pizzo dei Galli.
Visto che c'è neve riusciamo a partire dai pratoni, proprio sulla strada principale della Val Gerola, quota 700 circa.

Qualcuno ci precede, arriviamo quindi al Rifugio della Corte senza problemi, ammirando il bel quadro che la recente nevicata ha dipinto in tutta la valle. Passato il rifugio, ottimo punto di sosta/ristoro, proseguiamo e poco dopo incrociamo un gruppo di ciaspolatori in discesa che ci raccontano di aver passato la notte in un truna nel bosco ... ah però .... che voglia!

Continuiamo e raggiungiamo il gruppetto che sta tracciando e iniziamo a darci il cambio. Loro si fermano poco sopra, nei pressi del Monte Olano (un dosso con croce, non una cima vera e propria) mentre noi decidiamo di proseguire. Continuiamo su dossi quasi pianeggianti e poi inizia il ripido bosco. Anche se ormai siamo sicuri che oggi non si potrà arrivare in vetta (sigh!) andiamo avanti per arrivare ... fin dove si può arrivare ...

Qualche rumore sospetto nel manto nevoso ci aveva già messo in guardia quindi quando ormai siamo quasi fuori dal bosco decidiamo di fermarci ed evitare il ripido (e sicuramente carico) pendio finale.

Si scende senza fare troppe curve, giù dritti, altrimenti la gran quantità di neve impedisce di procedere... non si può proprio dire che abbiamo sciato ...

Poco sotto il rifugio decidiamo di ripellare e fare un'altra salitina fino al Monte Olano, visto che il tempo finalmente sta migliorando. Normalmente quando risalgo sul medesimo percorso non includo questo dislivello nel "totale" della gita ma questa risalita è come se fosse nuova, visto che il cielo è ormai totalmente azzurro e i colori e le visuali sono fantastiche.

Poi la gente passata dopo di noi ha ormai pressato bene la traccia...


Hike partners: Andrea!, RocRaf74


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

Menek says:
Sent 25 February 2015, 20h40
Una roba da mostri... :)

Andrea! says: RE:
Sent 25 February 2015, 20h46
Ma no ... una sana ravanata nella neve .... vuoi partecipare?

Menek says: RE:
Sent 25 February 2015, 21h08
Ma sticazz??? :)

Sent 25 February 2015, 20h51
Va bene ho capito:non lo facciamo più........:))))))) Complimenti!!! Ciao ALE


Post a comment»