COVID-19: Current situation

Corno dei Tre Signori m3360


Published by danicomo , 4 March 2014, 20h45.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:21 August 2010
Mountaineering grading: PD
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 900 m 2952 ft.
Route:Via Normale dal Passo Gavia
Access to start point:Posteggio del Passo Gavia, raggiungibile da Ponte di Legno o da Santa Caterina in Valfurva

Riprovo a postare una relazione differita, complice il tempo inclemente.
Spero di non riurtare la suscettibilità di qualcuno ma spero di ritrovare la simpatia di tanti.
Bellissima cima che domina il Passo Gavia con la sua mole triangolare.
La salita è tutt'altro che banale, anche a causa di alcune frane  che, circa dieci anni fa,  hanno reso molto più difficoltoso l'accesso alla Bocchetta del Corno dei Tre Signori. Ora sono presenti catene nuove, anche in eccedenza alle necessità, che fanno una lunga deviazione a dx, arrivando comunque alla Bocchetta.
La risalita del versante S è poi faticosa per gli sfasciumi e i detriti mobili, così come l'accesso alla cresta; questa è invece di roccia relativamente salda e facile a dispetto di quanto appare ad un primo sguardo.
Dal Passo Gavia si segue la mulattiera che costeggia il lago Bianco sulla destra; al primo tornante la si abbandona per risalire le chine moreniche che conducono nella conca al centro del vallone.
Si segue il sentiero fino alla prima catena e si seguono le successive in senso antiorario. Terreno franoso, friabile con ghiaino.  Raggiunta in qualche modo la Bocchetta del Corno dei Tre Signori, si scende per alcuni minuti lungo il sentiero segnato nel vallone Ercavallo, per poi voltare ancora a sinistra, a ridosso della cresta, su terreno morenico e nevai puntando verso la cima.
Il pendio si fa più erto e faticoso per gli sfasciumi e i detriti mobili fino a ridosso delle rocce della cresta Est.
Questa normalmente si raggiunge al centro per un breve canalino roccioso; se innevato conviene seguire quello più largo ma più lungo alla sua destra, in corrispondenza dei resti di un baraccamento della prima guerra mondiale (corda fissa; passi di II). Noi trovandolo pulito abbiamo fatto quello di sin, di roccia buona anche se umida.
Raggiunta la cresta, la si segue interamente, non lasciandosi impressionare dalla vista di una placca liscia solcata da fessura che in realtà è assai agevole (II-); superatala si prosegue per l'aerea cresta ma senza alcuna difficoltà fino in vetta.
Discesa per lo stesso percorso, utile e sicura (ma non necessaria) una doppia nel canale sotto la cresta.
Calcolare 2,5-4 ore in base alla neve residua sia sul pendio finale (peraltro esposto a sud) ma soprattutto nella zona di accesso alla Bocchetta, esposizione nord-ovest, dove le catene potrebbero essere coperte dalla neve ad inizio stagione.

Hike partners: danicomo


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

F II PD
T3
16 Jul 14
Monte Gaviola · Nik Brückner
T2
T1

Comments (7)


Post a comment

Sent 4 March 2014, 21h08
Come al solito, bella relazione dettagliata di una cima non relazionata su hikr!!!Complimenti continua così!!!!! Ciao ALE

ivanbutti says:
Sent 4 March 2014, 21h23
Ciao Daniele; piubblicane ancora, tutte quelle che vuoi. Se qualcuno si urta affari suoi.

Ciao, Ivan

Poncione says:
Sent 4 March 2014, 22h09
Anche questa è davvero molto bella e piuttosto impegnativa, bravo Dani.
Ciao

peter86 says:
Sent 4 March 2014, 22h12
Fai benissimo a postare anche queste relazioni differite, specialmente se si tratta come in questo caso di una cima che non era relazionata su Hikr!
Ciao e complimenti!
Pietro

Simone86 says:
Sent 5 March 2014, 19h54
Che immagini invitanti, bellissimo!

massimo61 says:
Sent 8 March 2014, 10h16
ciao bel giro su vie normali c'è la relazione con la fotoscalata anchio prima o poi voglio farla
ciao massimo61

punta90 says:
Sent 22 March 2014, 17h41
Insomma che abbiamo fatto gli stessi giri :)
Ci sono salito anche io lo scorso agosto..arrivammo al passo gavia indecisi se salire sul monte gavia o sul corno..alla fine optammo per quest'ultimo..ricordo un afa record nonostante l'alta quota!!
Bel giro e complimenti!!


Post a comment»