COVID-19: Current situation

Monte Palon 2320 m al Pian della Nana


Published by cristina , 13 January 2014, 11h35. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Trentino-South Tirol
Date of the hike:21 December 2013
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Snowshoe grading: WT1 - Easy snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Route:Malè-Bivacco Mezol-Rif. Peller-Crocefisso-Pian della Nana-Malga Tassulla-Baito della Nana-Monte Palon e ritorno.
Access to start point:Da Cles Val di Non proseguire per Val di Sole fino a Malè dove si seguono le indicazion per la Località Regazzini. Posteggio.
Maps:Parco Naturale Dolomiti di Brenta

Grazie allo scarso innevamento tentiamo un’escursione che solitamente in questo periodo è proibitiva. Il Pian della Nana, situato sul versante più ignoto della Catena del Brenta, in primavera è un vero e proprio giardino botanico da lasciare senza fiato per la miriade di colori che offre e la numerosa presenza di marmotte, in inverno invece è meglio scordarselo perché tutto sotto valanga.

Partiamo da Malè e saliamo con il solito sentiero che passa dal bivacco Mezol, fino al rifugio Peller. Da qui proseguiamo fino al crocefisso sulla strada per Malga Tassulla, solitamente qui ci si ferma e al limite, se possibile, si affronta la ripida salita al Monte Peller. Oggi invece è possibile proseguire ed entriamo così nel Pian della Nana.

Purtroppo la nebbia rovina le aspettative ma fino a Malga Tassulla non abbiamo problemi di orientamento, la strada è ancora ben visibile.

Giunti alla malga la nebbia non accenna ad andarsene, controlliamo l’ora e ci rendiamo conto che l’ambizioso progetto di salita alla Cima Nana è praticamente impossibile. In ogni caso proseguiamo ancora nella speranza di trovare il Baito della Nana. Proseguiamo su quello che pensiamo essere il sentiero estivo, il baito si trova in una conca alla nostra sx, per cui continuiamo a dare un occhio in basso nella speranza di vederlo e un po’ per fortuna e un po’ grazie ai ricordi riusciamo a trovarlo.

Sosta e punto della situazione. Nonostante la nebbia sembra non volersene andare, non abbiamo voglia di tornare subito indietro, dalla cartina e dal GPS siamo pressapoco 100 m sotto il P.so della Nana ma a circa 2 km in linea d’aria. Proseguiamo ancora un poco e come a volte succede la fortuna aiuta gli audaci e la nebbia si dissolve. Notiamo sopra di noi un mottarozzo pulito che in estate nessuno si sognerebbe di salire ma poiché la Cima di Nana è scappata prendiamoci la rivincita con il Monte Palon (questo scopriamo essere il suo nome). Ci spostiamo alla nostra dx e raggiungiamo un colletto. Visto la ripida salita e la scarsa quantità di neve io abbandono le ciaspole, so bene che vista la pendenza per me sarebbe un suicidio scendere con quegli zatteroni. Marco procede tranquillo, io dietro senza ciaspole mi rendo conto che non faccio presa nè sul terreno e nè tantomento sulle chiazze di neve gelata, altra sosta e metto i ramponi. Ora salgo meglio, Marco è ormai un puntolino. Miii quanto è ripido! Hops...lo zaino di Marco e le sue ciaspole e lui….è poco più sopra seduto su delle roccette, mi urla di portargli su i ramponi perchè da lì e poi in discesa, senza potrebbe essere non molto salutare…

Recupero i suoi ramponi e lo raggiungo. Cambio di assetto anche per lui e poi finalmente siamo in cima. Spettacolo, tutto questo traffico e questa fatica sono valsi la pena. Siamo sopra le nebbie e tutte le cime sono perfettamente al sole, anche le Dolomiti sono ben visibili. Sosta fotografica e poi giù a recuperare quanto abbiamo disperso lungo il percorso.

Rimettiamo le ciaspole, torniamo a malga Tassulla per la pausa pranzo e quando la nebbia ci riavvolge definitivamente prendiamo la via del ritorno.

Come previsto gli ultimi 1000 m di discesa li faremo con la frontale, ma che giornata splendida!

DATI GPS
Dislivello 2099 m – 28,60 km


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3
22 Sep 19
Monte Peller 2319 m · cristina
WT3
T3
T3
T4+ I PD

Post a comment»