COVID-19: Current situation

Finalmente in alto! Orecchia di Lepre 3257 m


Published by cristina , 17 July 2013, 14h50. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Trentino-South Tirol
Date of the hike:13 July 2013
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Route:Strada per Fontana Bianca (posteggio)-Flatschbergalm inf. e sup.-bivio a 2400 m ca-laghetti-P.so a 3010 m-Orecchia di Lepre-Baita del pastore-bivio via della Val d'Ultimo-Schusterhutte-Flatschbergalm-posteggio
Access to start point:Da Romeno (Val di Non) raggiungere Fondo all'uscita del paese seguire indicazioni (dopo un ponte) a dx per Proves e Val d'Ultimo. Tenere sempre la strada principale, si passo sotto Proves e si prosegue passando delle gallerie e quindi scendendo in Val d'Ultimo. Svoltare a sx e proseguire verso Santa Gertrude dove si deve svoltare a dx per Fontana Bianca. Il posteggio (3-4) posti, è dopo pochi tornanti, si passa la nostra strada per le malghe e poco dopo sulla dx c'è il cartello che indica Cima Soy.
Maps:Tabacco N. 042 1:25.000 Val d'Ultimo

Tre giorni intensi, tre giorni splendidi, tre giorni da ricordare…

Quest’anno per colpa del cattivo tempo, della neve che ancora si trova a quote relativamente bassa e che intralcia sui percorsi escursionistici siamo stati costretti a diciamo “volare basso” ciò che ora sta diventando anche impossibile a causa delle temperature che inevitabilmente hanno preso a salire. Anche se in montagna abbiamo ancora un ambiente quasi primaverile, l’estate è arrivata!

Sabato mattina ci svegliamo già a Romeno ma partiamo lo stesso abbastanza presto per la Val d’Ultimo con la speranza di non dover nuotare nella neve.

Il curioso nome di questa  cima è dato dal fatto che osservandola da nord, si vede il ghiacciaio diviso a metà, spaccato nel mezzo dalla “Cresta Azzurra” la salita classica alla cima. Le due vedrette sembrano proprio due orecchie di lepre.

Noi, con la nostra mania dei giri ad anello scegliamo di salire dal versante opposto, anche se ora guardando la cartina, un giro ad anello si potrebbe fare lo stesso anche li, un po’ lungo forse…in ogni caso non oggi.

Lasciamo l’auto sulla strada per Fontana Bianca, piccolo posteggio nei pressi della salita a Cima Soy, torniamo un poco indietro fino ai cartelli che indicano la Flatschbergalm inferiore e superiore. La salita si mantiene dolce fino al bivio per l'Orecchia di Lepre a dx e il P.so Flim a sx, indicato su un sasso. Noi svoltiamo a dx. La salita si fa un poco più ripida, raggiunge dei laghetti e ai piedi della ripida morena, una sorta di muro del pianto che arriva fino al P.so a 3010 m.

Ai piedi della morena chiudo le comunicazioni e comincio a contare, mi riprometto di arrivare a 500 e guardare a che punto sono. A 500 sento ancora i bastoncini di Marco più avanti, non è ancora finita mi dico, non guardo, tra l’altro ricordo che l’ultimo zig è più lungo degli altri per cui finché non faccio qualche passo in più dei soliti uno-due, destra-sinistra, non sono arrivata….arriva arietta, uno, due, tre, quattro…dai che ci siamo, alzo gli occhi e Marco è al P.so, e questa è andata!

Sul versante Val Martello c’è ancora parecchia neve ma la cresta sembra piuttosto pulita per cui aspettiamo a mettere i ramponi. Sentiero, roccette, sentiero, blocchi…neve, neve molle, neve dura e infine ultima rampetta, manca poco ma non ci fidiamo a salire senza ramponi per cui sosta. Ripartiamo ramponati e in breve siamo in cima. Facciamo qualche chiacchiera con dei ragazzi altoatesini che masticano in parte l’italiano, diamo un’occhiata al percorso di discesa e come temevamo c’è ancora parecchia neve. Una traccia recente però ci fa ben sperare sulla tenuta della neve per cui rimandiamo la sosta più lunga a più tardi e tolti i ramponi, cominciamo a scendere. Troviamo quasi sempre una bella neve primaverile che ci fa scendere tranquillamente e divertendoci anche, qualche buca, la ricerca dei bolli nella pietraia e abbastanza velocemente siamo su sentiero asciutto.

Percorriamo la lunga dorsale fino a scendere alla baita del pastore, ricovero in caso di estremo bisogno. Ancora giù fino al bivio con il sentiero della Val d’Ultimo, dove svoltiamo a dx e saliamo al micro Schusterhutte dove facciamo una doverosa sosta pranzo allietati dalla fisarmonica del figlio del gestore.

Riprendiamo il cammino per rientrare nella valle di salita. Un lungo traverso in leggera salita e poi giù a tornanti fino alla strada di collegamento tra le due malghe Flatschbergalm e poi al posteggio,

DATI GPS

Dislivello 2054 m

Km 21,50


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T3+
9 Jul 16
Poker di 3000 · cristina
T3+
T3+ F I
T3+
T4 F I
8 Aug 20
3000er-Trilogie im Ultental · Uli_CH

Comments (6)


Post a comment

Daniele66 says:
Sent 17 July 2013, 15h30
Gran bei posti bravi Ciao Daniele66

patripoli says:
Sent 17 July 2013, 17h21
Bei posti....per me sconosciuti!
La tecnica del contare la uso anch'io, quando sono stanca....e devo dire che mi aiuta.
Questa è la relazione di sabato....
Chissà cos'altro avete fatto domenica....e magari anche lunedì!

Sent 18 July 2013, 08h04
Bravissimi, siete la coppia più bella del mondo,come dice una canzone
ciao

cristina says: RE:
Sent 18 July 2013, 08h34
E' una grande fortuna condividere una passione, grazie.

Cri

bigblue says: ***** stelle!
Sent 18 July 2013, 12h39
Complimenti Cristina e Marco.......tre giri a cinque stelle.......senza scrivere altro, conoscete già il mio pensiero.......
con reverencia.......
Pia

cristina says: RE:***** stelle!
Sent 18 July 2013, 13h56
Come potevamo farci scappare tre giornate così!

Ma è stata dura!

Ciao Cri


Post a comment»